Talenti Rosato Puglia Igp 2017 Cantina Gentile | Vino vincitore a Radici del Sud 2019

10/11/2019 521
Talenti Rosato Puglia Igp 2017 Cantina Gentile
Talenti Rosato Puglia Igp 2017 Cantina Gentile

di Enrico Malgi

Evviva la Puglia che, unica regione in Italia, può permettersi il lusso di produrre vini rosati di alta qualità mettendo in campo numerosi vitigni a bacca rossa autoctoni: Primitivo, Negroamaro, Nero di Troia, Bombino Nero, Susumaniello, Malvasia Nera, Ottavianello ed Aleatico, oltre a specie stanziali quali l’Aglianico, il Montepulciano ed il Sangiovese e perfino varietà internazionali come il Cabernet Sauvignon ed il Merlot. Insomma si tratta di un primato nazionale difficilmente superabile.

Oggi ho preso in esame un rosato da uve Aleatico, uno dei vitigni più antichi d’Italia che mantiene una stretta parentela col Moscatello Nero e che in Puglia ha trovato da molto tempo il suo habitat naturale. L’etichetta in questione è quella di Talenti Rosato Puglia Igp 2017 della Cantina Sociale Luca Gentile di Cassano delle Murge, che all’edizione 2019 di Radici del Sud ha meritatamente conquistato la prima piazza ex aequo da parte dei Wine Buyers nella specifica categoria dei “Vini Rosati”.

Controetichetta Talenti Rosato Puglia Igp 2017 Cantina Gentile
Controetichetta Talenti Rosato Puglia Igp 2017 Cantina Gentile

Prima di procedere all’esame organolettico di questo rosato è d’uopo spendere due parole sulla Cooperativa cassanese. Nel 1960 un gruppo di 25 agricoltori e viticoltori, coordinati da Luca Gentile (a cui è dedicata la Cantina Sociale), decise di unirsi in cooperativa allo scopo di valorizzare le uve locali. Attualmente i soci sono circa 400, i quali conferiscono annualmente circa 60.000 quintali di uve.

Tornando al Talenti rosato, c’è da rimarcare che le uve sono allevate sulle colline all’alta Murgia Barese ad un’altitudine che sfiora i 500 metri. Vinificazione con breve macerazione sulle bucce e fermentazione con il controllo della temperatura. Gradazione alcolica di quattordici e mezzo. Prezzo in cantina sotto i 6,00 euro. Un costo davvero interessante.

Nel bicchiere scruto un colore rosa chiaretto carico come un clairet bordolese, tanto per intenderci. Il bouquet stuzzica subito l’olfatto, proponendo al naso deliziosi profumi fruttati di sottobosco, marasca, mela cotogna e pompelmo. In appresso si materializzano anche caratteristiche fragranze di rosa canina, viola, macchia mediterranea, zenzero e mirto. La lingua impatta un sorso bello morbido ed affusolato, gentile e soave, fresco e carezzevole, equilibrato ed armonico. E poi ancora fruttato, sapido, delicato, morbido, fine e dinamico. Il vino esibisce una compostezza evolutiva ed uno slancio naturale, che fa da preludio ad un appagante e sensitivo finale. Da provare su una zuppa di pesce, risotto con la zucca e tagliere di salumi.

Cantina Sociale Luca Gentile
Via Grumo, 1 – Cassano delle Murge (Ba)
Tel e Fax 080 763294 –
info@cantinagentile.itwww.cantinagentile.it

2 commenti

    Mondelli Francesco

    Ho sempre pensato che avesse talento.Mi sbagliavo: ne ha tanti.Battute a parte questo rosato sembra davvero interessante e se lo fosse anche il prezzo sarebbe sicuramente da comprare.Grazie non lo conoscevo.Ad maiora da FM

    10 novembre 2019 - 14:25Rispondi

    Enrico Malgi

    E’ così caro Francesco. Ottimo vino ed ottimo prezzo, per confermare ancora una volta che i vini rosati pugliesi sono tra i migliori d’Italia, con qualsiasi vitigno vengono confezionati

    10 novembre 2019 - 16:16Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.