Vini Apollonio – Nuove annate

5/9/2022 1.2 MILA
Vini Apollonio
Vini Apollonio

di Enrico Malgi

Come ben si sa in Puglia negli ultimi anni si è sviluppata una viticoltura di ottima qualità, merito soprattutto di tre fattori determinanti: il territorio molto vocato, l’eccellente materia prima derivante quasi esclusivamente da vitigni autoctoni e l’alta capacità professionale da parte di imprenditori ed enologi locali. A tutto questo bisogna associare poi altri tre aspetti altrettanto importanti: la storia pregressa della maggior parte delle aziende che insistono sul territorio pugliese da tempo immemorabile, l’ammodernamento e l’avanzata tecnologia che riguarda le strutture ed i prezzi praticati delle bottiglie sempre molto favorevoli.

Ecco questo è proprio l’identikit della Casa Vinicola Apollonio di Monteroni di Lecce, che ha visto la luce nel 1870 e che è guidata attualmente dai fratelli Massimiliano (enologo) e Marcello. Azienda che ho visitato spesso nei miei ricorrenti viaggi nel Salento e di cui ho sempre assaggiato vini pregevoli come anche in questa occasione, laddove mi è stata data la possibilità di testare sei etichette di nuove annate, di cui una inedita.

Controetichette vini Apollonio
Controetichette vini Apollonio

Il 150 Verdeca Bianco Salento Igp 2021. Soltanto Verdeca maturata in acciaio per tre mesi. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo finale di 12,00 euro.

Ancora molto imberbe il colore giallo paglierino-verdolino. Il gradevole bouquet si approccia delicatamente al naso per farsi odorare nelle sue molteplici essenze. Connotazioni fruttate di agrumi, mela golden, pera ed albicocca fanno da apripista ad altri profumi che riguardano in modo particolare i fiori bianchi e la macchia mediterranea. In bocca entra un sorso decisamente fresco e morbido, carezzevole ed allietante, gentile e vellutato, sapido e goloso. Goliardica la purezza gustativa così sensibile ed affabulatrice. Il finale si articola su note molto giocose. Vino da bere giovane e da abbinare a piatti di mare e latticini.

Il 150 Fiano Bianco Salento Igp 2021. Fiano al 100% maturato in acciaio per tre mesi. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo finale di 12,00 euro.

Nel bicchiere risalta un giovane colore giallo paglierino appena striato di lampi verdognoli. Spettro aromatico depositario di un congruo pot pourri profumato di nocciola, pesca bianca, mela, nespola, clementina, melone bianco, ginestra, gelsomino, erbe officinali e lievità speziate. In bocca esordisce un sorso che stupisce subito per la sua innata e sospirosa freschezza, seguita subito dopo da impulsi tattili glicerici, raffinati, delicati, equilibrati, cristallini, minerali e voluttuosi. Palato vivo e scattante. Chiusura molto appagante. Da preferire su un piatto di vermicelli a vongole e carne bianca.

Il 150 Susumaniello Rosato Salento Igp 2021. Susumaniello in purezza. Contatto pellicolare di circa dodici ore. Maturazione in acciaio per tre mesi. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo finale di 12,00 euro.

Nel bicchiere si staglia un colore rosato corallino molto vivace. Timbro olfattivo deliberatamente seducente per lo sfoggio di molteplici essenze di amarena, melagrana, fragola, lampone, cassis, rosa canina, muschio, mirto e frammenti speziati. Sorso ben calibrato, scorrevole, pulito, goloso, fruttato, morbido, rotondo, succoso e sapido.  Silhouette snella, sinuosa, suadente, elegante, stimolante e vezzosa. Gusto impreziosito da una guizzante vena di acidità che pulisce tutto il palato. Fraseggio finale godibile. Perfetto su un piatto di pesce in guazzetto e sull’immancabile pizza margherita.

Mamaà Spumante Brut Verdeca Salento Bianco Igp. Metodo Martinotti. Solo Verdeca. Presa di spuma in autoclave. Affinamento in acciaio. Tasso alcolico di dodici gradi. Prezzo finale di 12,00 euro.

Alla vista si appalesa un brillante colore giallo paglierino. Spuma bella soffice e vaporosa. Perlage vivace e gioioso, che elabora con molto discernimento eleganti e delicate bollicine che ascendono frettolosamente verso la sommità della flute. Il naso annusa con pervicacia un sontuoso bouquet, ricco com’è di solidali effluvi di tante cose buone: mela verde, bergamotto, pesca bianca, bacche del sottobosco, glicine, lavanda ed erbe aromatiche. Sorso secco, brioso, fresco, dissetante, costumato, aggraziato e compiacente. Souplesse sbarazzina, accattivante, agile e sfiziosa. Retroaroma gradevolissimo. Da provare su un risotto ai frutti di mare e mozzarella.

Mamaà Spumante Rosato Brut Susumaniello. Metodo Martinotti. Ecco qui la novità in casa Apollonio, uno spumante rosato metodo Martinotti che fa il paio con il bianco. Soltanto Susumaniello, che si sta rivelando sempre più un vitigno locale poliedrico ed affidabile. Tenore alcolico di dodici gradi. Prezzo finale di 13,00 euro.

Colore rosato salmonato canonicamente brillante. Corona di spuma spessa e languida. Bollicine sottostanti eleganti e palpitanti. Al naso salgono caratteristici umori di marasca, chinotto, mandarino, sottobosco, rabarbaro, geranio e vegetali freschi di mediterranea purezza, insieme a sontuosi spunti speziati. In bocca entra un sorso petillant, secco, invitante, immediato, glicerico, elegante, leggiadro, morbido, slanciato, ammaliante e fruttato. Gradevole la percezione palatale genuinamente fresca, che anticipa una chiusura edonistica. Da associare ad una zuppa di pesce e tagliere di salumi.

Il 150 Negroamaro Rosso Salento Igt 2021. Soltanto Negroamaro lavorato in acciaio per tre mesi e poi elevato in vetro. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale di 15,00 euro.

Vivido il colore rosso rubino così giovane che tinge il bicchiere. Il piglio aromatico declina conturbanti e poliedrici effluvi di ciliegia, prugna, mirtilli, ribes, more, sambuco, violetta, iris, ciclamino, funghi, alloro ed aneto. Impatto del sorso sulla lingua bene impostato su calibrate note ariose, sensitive, irradianti, acide, morbide, dinamiche, fini, goduriose e ben ritmate. Tessitura tannica bellamente levigata. Ottimo lo sviluppo palatale legittimato com’è da sontuose percezioni tattili vitali, polpose, sensuali, espressive e toniche. Allungo finale persistente e leggermente amarognolo. Da consumare sui saporiti piatti dell’ottima cucina terragna pugliese.

Come al solito i vini di Apollonio sanno trasmettere sempre un’evidente emozione. Quando li bevi ti senti trasportato in pieno Salento, che ti accoglie col suo splendido mare, il luminoso sole ed il caldo vento, insieme ad un’ospitalità di rara cortesia.

 

Sede a Monteroni (Le) – Via San Pietro in Lamis, 7

Tel. 0832 327182 – Fax 0832 420051

[email protected] – www.apolloniovini.it

Enologo: Massimiliano Apollonio

Ettari vitati di proprietà: 20, più conferitori di fiducia

Bottiglie prodotte: 1.500.000

Vitigni: Negroamaro, Primitivo, Aleatico, Malvasia Nera, Susumaniello, Montepulciano, Sangiovese, Bianco d’Alessano, Verdeca, Fiano, Chardonnay e Sauvignon Blanc.

 

12 agosto 2021

Vini di Apollonio
Vini di Apollonio

di Enrico Malgi

Sicuramente la Casa Vinicola Apollonio 1870 di Monteroni di Lecce dei fratelli Massimiliano e Marcello ha inciso in modo preponderante nel tessuto sociale, economico e produttivo della viticoltura salentina in particolare e di quella pugliese in generale, attraverso la confezione dei suoi meravigliosi e pluripremiati vini. Recentemente sono tornato a visitare l’azienda, degustando nell’occasione molteplici etichette, di cui otto millesimi non ancora recensiti.

Vini Apollonio
Vini Apollonio

Susumaniello Rosato Salento Igp 2020. Soltanto Susumaniello lavorato in acciaio e vetro per alcuni mesi. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo finale intorno ai 10,00 euro.

Colore rosato corallino. Bouquet intensamente affastellato da gradevoli profumi di amarena, melagrana, agrumi e sottobosco. In appresso risaltano poi elargizioni floreali di geranio e di rosa canina, agganciare ad umori speziati e credenziali vegetali. Sorso scorrevole, sontuoso, seducente, fresco, morbido e ben disposto. Gusto accattivante, elegante, sapido e sensitivo. Finale molto godibile. Da preferire su una bella pizza margherita ed un tagliere di salumi salentini.

Mani del Sud Salice Salentino Dop 2019. Classico blend salentino di Negroamaro all’80% e saldo di Malvasia Nera. Maturazione per un anno: metà in barriques e l’altra metà in grandi botti di Slavonia. Tasso alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 12,00 euro.

L’aspetto visivo mette in evidenza un bel colore rosso rubino e riflessi porpurei. Note di marasca, cassis, fiori rossi e respiri vegetali di macchia mediterranea e subito seguite da respiri speziati. In bocca entra un sorso elegante, balsamico, teso e sapido. Trama tannica solidale. Palato sottoposto a gradevoli percezioni tattili ben delineate. Allungo finale abbastanza persistente. Da consumare su un bel piatto di pasta al sugo e formaggi semistagionati.

Controetichette vini Apollonio
Controetichette vini Apollonio

Mani del Sud Squinzano Rosso Dop 2018. Blend di Negroamaro al 70% e saldo di Sangiovese e Malvasia Nera. Anche qui il vino trascorre un anno ad affinarsi in botti piccole e grandi. Tenore alcolico di quattordici gradi. Prezzo finale di 13,50 euro.

Alla vista si presenta un colore rosso rubino giovane. Al nasobuona frutta fresca, intersecati a credenziali floreali e vegetali di ottima fattura. Sorso schietto, arioso, morbido, fresco e ben calibrato. Placida ed accondiscendente la trama tannica. Percezione tattile  fine, gentile, elegante, sapida e dinamica, che anticipa una chiusura tenera e propositiva. Buona serbevolezza. In abbinamento ad una zuppa di legumi e carne alla pizzaiola.

Mani del Sud Copertino Rosso Dop 2015. Blend di Negroamaro al 70%, Montepulciano al 20% e saldo di Malvasia Nera. Affinamento per sei mesi in barriques ed altri sei mesi in botti grandi. Elevazione in vetro per ulteriori sei mesi. Alcolicità di quattordici gradi. Prezzo finale di 14,50 euro.

Tipico il colore rosso rubino molto vivace. Input aromatico di ciliegia, prugna, piccole drupe del sottobosco, fichi secchi, viola ed erbe aromatiche. In appresso ecco essenze speziate e terziarie. Sorso ben calibrato per la gioia di un palato consenziente, morbido, arrotondato, fruttato, acido e sensitivo. Tannini in vacanza prolungata. Profondità gustativa armonica e bene equilibrata. Retroaroma pervicace. Su un piatto di pasta al forno e carne di maiale in umido.

Azienda Apollonio barricaia
Azienda Apollonio barricaia

Valle Cupa Salento Rosso Igp 2016. Classica composizione fifty-fifty di Negroamaro e Primitivo. Affinamento per un anno in barriques, sei mesi in botti grandi ed elevazione in boccia per sei mesi. Tasso alcolico di quindici gradi. Prezzo finale di 20,00 euro.

Bicchiere tinto da un bel colore rosso rubino vivace. Bouquet intenso, che declina un pot pourri di profumi fruttati, floreali e vegetali di ottima costumanza. Timbro terroso. Godibili i sospiri speziati di noce moscata, chiodi di garofano e zenzero. In bocca esordisce un sorso ricco di sensazioni avvolgenti, solide, balsamiche, taglienti, seducenti, vitali, sapide, irradianti e sontuose. Tannini affusolati. Appeal romantico e gioioso. Buona conservazione. Chiosa finale edonistica. Da associare a pasta al forno e carni rosse alla griglia.

Terragnolo Primitivo Salento Rosso Igp 2017. Primitivo in purezza lavorato per un anno in barriques americane, sei mesi in botti grandi e poi affinato in bottiglia ancora per sei mesi. Tenore alcolico di quindici gradi. Prezzo finale di 20,00 euro.

Veste cromatica segnata da un lampeggiante colore rosso rubino. Dal variegato crogiolo si espandono eterei profumi di amarena, mirtilli, ribes, mora, fragoline di bosco, erbe aromatiche, funghi, cannella, pepe nero, ginepro, liquirizia, grafite e china. In bocca penetra un sorso caldo, espansivo, mentolato, sensuale, reattivo ed ottimamente strutturato. Molto gradevole la spalla acida che alimenta così una beva fresca e piacevole, anche per mezzo di una finissima trama tannica. Sviluppo gustativo profondo, dinamico ed affascinante. Serbevolezza a lunga scadenza. Retroaroma impagabile. Abbinamento sulla classica cucina terragna territoriale.

Terragnolo Negroamaro Salento Rosso Igp 2017. Negroamaro al 100% lavorato complessivamente per due anni: un anno in barriques, sei mesi in botti grandi e sei mesi in vetro. Alcolicità di quindici gradi. Prezzo finale di 19,00 euro.

Nel bicchiere risalta un colore rubino carico scintillante. Spettro aromatico di ottimi profumi impronte fruttate della pianta e del sottobosco, essenze floreali, cadenze di macchia mediterranea e percezioni terziarie di tabacco, caffè, liquirizia e goudron. Impatto del sorso sulla lingua ben centrato, profondo, potente, opulento, corposo, intenso e robusto. Il bonus di calore arroventa il palato, ma per fortuna accorre in aiuto una bella dose di fresca acidità per spegnere l’incendio. Tessitura tannica finemente levigata. Cotè bene aggiustato su uno spartito di ottima fattura. Potenziale di longevità ad oltranza. Chiusura leggermente amarognola e molto persistente. Da preferire su piatti di terra molto strutturati.

Divoto Copertino Riserva Dop 2012. Blend di Negroamaro al 70% e saldo di Montepulciano. Maturazione del vino per due anni in barriques. Gradazione alcolica di quattordici e mezzo. Prezzo finale di 32.00 euro.

Tratto visivo costellato da un colore rosso impenetrabile. Bouquet  di ciliegia, prugna, sottobosco, fiori rossi e spezie orientali. In appresso si appalesano complessità olfattive terziarie di cioccolato fondente, cuoio, catrame, tostato, tabacco e balsamo. Bocca di straordinaria purezza, che accoglie un sorso avvolgente, carnoso, austero, e vibrante di energia motrice. Trama tannica ben ricamata. Appeal stimolante, intrigante e dinamico. Ancora pura la freschezza dopo nove anni che alita per tutto il cavo orale. Scatto finale appagante e persistente. Zenit ancora lontano. Da consumare su cacciagione e formaggi stagionati a pasta dura.

Una batteria di vini davvero straordinari, che meritano i copiosi riconoscimenti ricevuti da ogni parte del mondo e venduti poi ad un prezzo molto conveniente. Un motivo in più per amarli ancora di più.

Degustazione vini nella Cantina di Apollonio
Degustazione vini nella Cantina di Apollonio

Sede a Monteroni (Le) – Via San Pietro in Lamis, 7

Tel. 0832 327182 – Fax 0832 420051

[email protected]www.apolloniovini.it

Enologo: Massimiliano Apollonio

Ettari vitati di proprietà: 20, più conferitori di fiducia

Bottiglie prodotte: 1.500.000

Vitigni: Negroamaro, Primitivo, Aleatico, Malvasia Nera, Susumaniello, Montepulciano, Sangiovese, Bianco d’Alessano, Verdeca, Fiano, Chardonnay e Sauvignon Blanc.