Vini Cantine Barone – Nuove annate

27/7/2018 636
Vini azienda Barone
Vini azienda Barone

di Enrico Malgi

I vini Barone sono in continua crescita. Territoriali, seguiti da Vincenzo Mercurio, ottimo rapporto tra qualità e prezzo.

Controetichette vini azienda Barone
Controetichette vini azienda Barone

Ecco qui i risultati:

Marsia Bianco Campania Igp 2017. Blend di moscato al 65% e saldo di malvasia e fiano. Solo acciaio e vetro. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale della bottiglia di 8,00 euro.

Giallo paglierino lucente il bel colore nel bicchiere. Al naso salgono deliziosi profumi di frutta fresca e candita e poi si percepiscono sussurri odorosi di muschio, di glicine, di finocchietto selvatico, di fiori d’arancio e di erba mediterranea. Sulla lingua plana un sorso stillato di freschezza, di morbidezza, di delicatezza, di sapidità e di intensa fragranza. Nel rinfrescante retroaroma ritornano le espansive sensazioni fruttate e floreali. Per l’aperitivo e su stuzzichini vari.

Vignolella Fiano Cilento Doc 2017. Fiano in purezza. Sempre solo acciaio e vetro. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo in enoteca di 11,00 euro.

Colore giallo giovane e screziato di verdognolo. Bouquet intenso e complesso, che si propone al naso con effluvi fruttati di fico, di mandarino, di pesca bianca, di susina, di mela e di pera. Echi floreali di ginestra e di biancospino. Piglio erbaceo. Incidenza sapida e salmastra. L’attacco in bocca si rivitalizza su toni affilati, morbidi, eleganti, vellutati ed agrumati. Slancio finale seducente e persistente. Ottima serbevolezza. Da spendere sulla classica cucina marinara cilentana.

Una Mattina Fiano Paestum Igp 2017. Solo fiano. Acciaio e boccia. Tenore alcolico di tredici gradi. Prezzo finale della bottiglia di 12,00 euro.

Veste cromatica segnata da un colore giallo paglierino tenue e luminoso. Ottime credenziali profumate di frutta locale bella matura. E poi l’olfatto evoca rimembranze odorose di ginestra, di gelsomino, di zagara e di mirto, innestate su suadenze sapide e minerali. Sorso fresco, limpido, felpato, succoso, cristallino ed aggraziato. Silhouette perfettamente disegnata su toni tesi e varietali. Chiusura godibile e seducente. Risotto alla pescatora, mozzarella di bufala e carne bianca.

Invaso artificiale della diga sul fiume Alento visto dall'azienda Barone
Invaso artificiale della diga sul fiume Alento visto dall’azienda Barone

Falanghina Campania Igp 2017. Falanghina al 100%. Maturazione in acciaio e vetro. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale di 8,00 euro.

Giallo paglierino splendente. Naso subito allertato da intensi e calibrati profumi fruttati di banana, di ananas, di frutto della passione, di pesca, di albicocca e di mela, agganciati poi a sussurri di ginestra, di resina di pino e di macchia mediterranea. In bocca fa il suo ingresso un sorso languido e fresco, secco e citrino, elegante e sapido. Appeal dinamico, soave, affusolato e raffinato. Venature sapide ed iodate. Fraseggio finale persistente ed appagante. Formaggi teneri, minestre e pescato cilentano.

Primula Rosa Paestum Igt 2017. Aglianico in purezza. Acciaio e vetro. Tasso alcolico di tredici gradi. Prezzo della bottiglia di 10,00 euro.

Alla vista si propone un cromatismo rosa salmonato. Fragranza aromatica di ottima stoffa, laddove elargisce sentori fruttati di ciliegia, di fragola, di melagrana, di rosa appassita e di salvia. In bocca entra un sorso divertente e spigliato, che denota un gusto accattivante, fresco, sapido ed ammandorlato. Verve salina. Palato guizzante. Vezzi eleganti e morbidi. Ricami polposi ed aggraziati. Carattere ficcante ed incisivo. Retroaroma ammaliante e pervasivo. Da abbinare a salumi nostrani, zuppa di pesce e carne bianca.

Vestalis Fiano Cilento Dop 2016. In verità si tratta della varietà santa sofia l’unica specie a bacca bianca autoctona del Cilento, che attende ancora l’ufficialità per essere iscritta nel Registro Nazionale della Varietà di Vite e pertanto sulla bottiglia non si può scrivere la specie varietale. Acciaio, tonneaux e vetro. Alcolicità di tredici gradi. Prezzo della bottiglia in enoteca di 16,00 euro.

Il colore che scruto nel bicchiere è caratterizzato da un giallo paglierino lucente. Aspirazioni nasali di buona consistenza aromatica, che rimembrano profumi di frutta locale, di fiori di campo e di erba fresca e poi ancora sentori citrini e parvenze affumicate. Bocca piena, tagliente, sapida, succosa, equilibrata, morbida e profonda, alimentata anche da limpidi ricami di ottimo gusto, che sfociano in una chiusura godibile. Sulla classica cucina marinara cilentana, ma anche su piatti più sostanziosi per la complessità del vino.

Marsia Rosso Paestum Igp 2016. Blend di aglianico e di primitivo. Lavorazione in acciaio e vetro. Tenore alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 8,00 euro.

Vivace e splendente il bel colore rosso rubino. Profilo aromatico che si attiva con solerte partecipazione, proponendo alle collusive narici un variegato bouquet, ricco di percezioni odorose di piccola frutta del sottobosco e poi anche sussurri di amarena e di prugna, accompagnato da un vezzo floreale e vegetale. Refoli di pura mediterraneità. Sentori di esotiche e raffinate spezie. Umori terrosi e sapidi. Il palato misura un sorso avvolgente e propositivo, connotato da una trama tannica fitta e carnosa, pareggiata comunque da una buona acidità. Percezione tattile voluminosa. Chiusura persistente e godibile. Lunga vita davanti a sé. Carne arrosto e formaggio pecorino.

Vini in esposizione azienda Barone
Vini in esposizione azienda Barone

Pietralena Aglianico Cilento Doc 2016. Aglianico in purezza. Maturazione in acciaio, affinamento in legno ed elevazione in boccia. Gradazione alcolica di quattordici e mezzo. Prezzo della bottiglia di 12.00 euro.

Rubineggiante il bel coloro rosso, con spruzzi purpurei. Ottima l’ampiezza aromatica che prelude ad un bouquet pervasivo e ricco di svolazzi di boisé, di drupe del sottobosco e frutta media, di sentori speziati di noce moscata, di vaniglia, di pepe nero e di chiodi di garofano. Sospiri floreali di violetta. Aspirazioni vegetali di rosmarino e di erbe officinali. L’ingresso del sorso in bocca è goloso, caldo, sapido e terroso. Palato alitato da ottima freschezza, garbato e dinamico. Impalcatura tannica armonizzata e ben registrata. Gusto profondo ed ammaliante. Retroaroma persistente e godibile. Sulla terragna cucina cilentana.

Azienda Barone
Azienda Barone

Sede a Rutino (Sa) – Via Giardino, 2
Tel. 0974 830463 –
[email protected]www.cantinebarone.it
Enologo: Vincenzo Mercurio
Ettari vitati di proprietà: 8, più 4 in affitto e poi conferitori di fiducia
Bottiglie prodotte: 100.000
Conduzione: conversione in regime biologico
Vitigni: aglianico, primitivo, fiano, santa sofia, falanghina, moscato e malvasia bianca

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.