Vini di Cantine De Nittis d’Alba

7/12/2018 319
Vini di Cantine De Nittis d'Alba
Vini di Cantine De Nittis d’Alba

di Enrico Malgi

Raffaele Pio De Nittis e Michele d’Alba sono due amici imprenditori di Manfredonia ed insieme coltivano la passione per la viticoltura. Galeotto è stato l’incontro con l’enologo Fabio Mecca che li ha spinti ad investire nel settore vitivinicolo, con l’intenso di rappresentare il ricco territorio foggiano. E così è nata l’azienda che porta il nome dei due soci. Appena un ettaro e mezzo vitato di proprietà, che frutta cinquemila bottiglie di vino l’anno e con due sole etichette in commercio, che ho avuto l’occasione di degustare proprio in questi giorni.

Diletta Rosé Puglia Igp 2017. Bombino in purezza. Lavorazione in acciaio e vetro e poi elevazione in vetro. Tasso alcolico di tredici gradi. Prezzo finale intorno ai 12,00 euro.

Colore rosato carico come un clairet bordolese. Profilo aromatico connotato da profumi in bella mostra, come i frutti del sottobosco, la melagrana, il tamarindo, il chinotto ed il mirto. Pregevole il sentore vegetale. In bocca entra un sorso morbido, vellutato, suadente, cristallino, elegante e soprattutto fresco e beverino. Frutto integro e polposo. Buona l’espressione finale. Da preferire su piatti di minestra, verdure, carni bianche e latticini.

Controetichette Vini di Cantine De Nittis d'Alba
Controetichette Vini di Cantine De Nittis d’Alba

Tre Fiamme Puglia Igp 2017. Insolito uvaggio paritario di Nero di Troia e di Primitivo. Uve raccolte separatamente: a settembre il Primitivo ed a ottobre il Nero di Troia. Solo acciaio e vetro. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale intorno ai 15,00 euro.

Classico il colore rosso porpora, screziato di violaceo giovanile. Bouquet bene articolato, che emana profumi fruttati di sottobosco, di amarena e di prugna. Ben modulati i risvolti odorosi floreali di viola mammola ed i sussurri leggermente speziati e liquiriziosi. L’impatto del sorso sulla lingua è ficcante, sapido e rotondo. Trama tannica sotto stretto controllo. Palato arioso, fine e tagliente. Silhouette intrigante. Retroaroma godibile. Su carne rossa e bianca, salumi e zuppa di pesce.

Sede a Manfredonia (Fg) – Via Raffaele Basso, 20
Cell. 393 8449071
[email protected]www.cantinedenittisdalba.it
Enologo: Fabio Mecca
Ettari vitati; 1,5 – Bottiglie prodotte: 5.000
Vitigni: nero di troia, bombino nero e primitivo.

2 commenti

    Francesco Mondelli

    (7 dicembre 2018 - 08:29)

    Tombola.I tappi che servivano a sigillare il Porcellone per il cenone. Quindi chi deve prenotare lo può tranquillamente fare tanto ci siamo assicurati chi dovrà sborsare.PS.Supidate a parte vini di carattere che ho avuto modo di assaggiare. Ad Maiora e….sempre ossequi alla tua signora sperando che sia giunta l’ora per riassaggiare il suo famoso Babå.FM

    Enrico Malgi

    (7 dicembre 2018 - 08:57)

    Nessun problema caro Francesco. Le bottiglie di vino per fortuna ce sono ed il babà di Eugenia è sempre assicurato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.