Dodici vini rossi da pesce per bere il mare

27/8/2018 6.9 MILA
vino rosso e pesce
vino rosso e pesce

di Adele Elisabetta Granieri

È ora di lasciar cadere definitivamente il tabù: il vino rosso si può sposare con il pesce e ci sta anche molto bene.
Certo con quei piatti in cui è la materia prima a prevalere, figli di cotture non invasive (griglia, vapore, bollitura) e privi di una percentuale alta di materia grassa, il connubio con il rosso porterebbe inevitabilmente al divorzio immediato, ma con le preparazioni più elaborate, fatte di sapori decisi e cotture che combinano più ingredienti, l’unione è da mille e una notte. Zuppe, caciucchi, guazzetti, brodetti e umidi, specialmente se arricchiti da
pomodoro e peperoncino, invocano il rosso almeno quanto le fritture bramano le bollicine, ma anche le ricette orientaleggianti più speziate e piccanti non ne disdegnano l’abbinamento.
Dimenticate grandi complessità e strutture imponenti e cercate conforto nella precisione dell’essenziale, quella rara, piacevolissima sensazione che nient’altro sia necessario. Importanza vitale, affinché il matrimonio duri fino all’ultimo boccone, riveste la temperatura di servizio: 10-12 gradi, per raggiungere la temperatura ottimale dopo
qualche minuto nel calice ed esaltare le note più fresche del vino.

Eccovi dodici etichette italiane, da nord a sud, che vi garantiranno una performance ottimale:

Verduno Pelaverga, Comm. G.B. Burlotto
Vitigno tipico del territorio
di Verduno, il Pelaverga dà vita ad un vino che profuma di pepe nero e frutti rossi, con una delicata nota floreale di sottofondo ed un sorso leggiadro e beverino.

Vino Rosso Leggero, Pranzegg
70% di Schiava, 20% di Lagrein e 10% di Merlot, coltivati sulle Dolomiti, compongono questo vino dai profumi di more, scorza di limone e pepe rosa ed un sorso dissetante.

Pinot Nero, Castel Juval
L’eleganza del Pinot Nero viene esaltata da quest’ottima interpretazione, in cui il terroir della Val Venosta ne
definisce i profumi delicati di frutti di bosco e le sfumature floreali ed erbacee. Il sorso è fresco, minerale, di grande finezza.

Rossese di Dolceacqua Brae, Maccario Dringemberg
Dai pittoreschi terrazzamenti che guardano il mar Ligure più occidentale, arriva questo vino, dai profumi di macchia mediterranea, scorza d’arancia e timo dal sorso saporito ed elegante.

Sangiovese di Romagna Superiore, Marta Valpiani
I terreni fatti di creta, argilla rossa e calcare sono culla di questo Sangiovese di disarmante, essenziale finezza. I sentori iodati, di lamponi e fiori di campo si uniscono ad un sorso sottile e ben delineato, dal deciso
timbro sapido.

Costa Toscana Rosso Un Litro, Ampeleia
Alicante, Carignano e Alicante Bouschet, coltivati sulle colline maremmane, compongono questo vino dai vivaci profumi di frutti rossi ed erbe aromatiche ed un sorso così invitante da renderne indispensabile il formato da 1
litro.

Maremma Toscana Ciliegiolo Principio, Antonio Camillo
Un Ciliegiolo della Maremma Toscana che sa di amarena e susina, con un delicato sottofondo balsamico ed un sorso succoso e fresco, con una progressione tannica perfettamente gestita.

Costa Toscana Alicante Rosso delle Ripalte, Tenuta delle Ripalte
Alicante ed un piccolo saldo di Carignano compongono questo rosso dell’isola d’Elba, dai profumi di ribes e lamponi ed una delicata nota pepata. Il sorso è fragrante, dal finale piacevolmente sapido.

Campi Flegrei Piedirosso Colle Rotondella, Cantine Astroni
I vulcanici suoli flegrei ci regalano questo Piedirosso, in cui le note di frutti rossi si fondono ai richiami salmastri e iodati, con un sorso sottile e salato.

Ischia “Per’ e’ Palummo”, Cenatiempo
Ancora Piedirosso, ma di Ischia, dai profumi di fragolina di bosco e violetta, delicate note marine ed un sorso vibrante e saporito.

Sannio Piedirosso Artus, Mustilli
Eh si, ci piace il Piedirosso! Questa bella interpretazione della cantina Mustilli di Sant’Agata dei Goti offre note di lavanda, mirtilli ed erbe aromatiche ed un sorso verticale e succoso.

Cerasuolo di Vittoria, Gulfi
L’unione tra Nero d’Avola e Frappato, coltivati in terra ragusana, dà vita a questo vino dai profumi di susina, maggiorana e rabarbaro ed un sorso polposo e ben definito.

vini rossi da pesce