Cerentino 2004 Aglianico del Vulture doc

Letture: 94

COLLI CERENTINO

Uva: aglianico
Fascia di prezzo: da 10 a 15 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Nonostante alcune guide specializzate abbiano decisamente sottostimato la Basilicata, ma in questi casi devo aggiungere che la colpa non è solo di chi comunica, ma anche di chi desidera farsi comunicare, devo dire che il Vulture continua a stupire per la qualità e il numero dei nuovi investimenti. Un rosso dal varietale definito, primo marker di tradizione e di possibilità di farsi conoscere dagli appassionati. Questa è un’avventura iniziata da alcuni amici imprenditori i quali confermano il vecchio adagio secondo il quale per fare il vino buono bisogna essere ben capitalizzati o, in parole povere, ricchi. Certo, belle chicche si trovano anche tra piccoli produttori e contadini, ma non devono mai superare la dimensione delle diecimila bottiglie. La cantina sarà inaugurata a gennaio a Rionero, per ora oltre cento barrique sono appoggiate dal nostro amico Antonio Di Palma: al lavoro c’è Maurizio Caffarelli, allievo di Luigi Moio, impegnato da Masseria Frattasi nella Valle Cuadina. Presentiamo il base di Amato Ferrara e Sandro Calabrese che ha dato buona prova di se durante le degustazioni coperte fatte a Paestum per selezionare le schede di Vini Buoni d’Italia, la guida curata da Mario Busso e Luigi Cremona per il Touring Club. Un bicchiere di fascia media, dunque, ma comunque importante: il 2004 si rivela con delicate note di frutta rossa, molto intense e persistenti, in bocca l’ingresso è abbastanza morbido, forse un po’ troppo per i nostri gusti, poi riequilibrato dalla sostanziale freschezza del vitigno che accompagna tutta la beva senza essere invadente e chiudendo con decisione pulita e autorevole. Un bel vino, dunque, da abbinamento al pecorino della vicina Filiano o da bere in meditazione da solo, il miglior modo per rispettare questi rossi così importanti. L’avventura è appena iniziata, ma gli sviluppi sono promettenti: lo si capisce anche dalla scelta di fare solo ed esclusivamente aglianico. Buon indicatore di serietà.

Sede legale a Melfi, traversa di via Sanremo 26. Tel. 339.2139589. www.collicerentino.com. Enologo: Maurizio Caffarelli. Ettari: 7 di proprietà. Bottiglie prodotte: 22.000. Vitigni: aglianico del Vulture.