Le Ralle 2007 Rosato Basilicata igt

Letture: 57

ALOVINI

Uva: aglianico
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Sì, davvero il 2007 sembra essere l’anno del rosato per quei produttori che appena appena ci hanno creduo un po’. L’esuberanza della frutta e la concentrazione ha dato la giusta struttura che, abbinata all’alcol, riesce a garantire l’appagamento necessario anche agli amanti del rosso a tutti costi. Di concerto la freschezza e la bevibilità favoriscono il consumo in questo periodo di grande caldo e non c’è tema di smentita su questo, se ne va giù che è un piacere. Nelle batterie di degustazione di Vini Buoni d’Italia a Paestum la Basilicata, una regione in genere refrattaria a questo genere, ha fatto la sua bella figura e quello di cui parliamo oggi è sicuramente il migliore di quelli usciti in prova coperta, cioé senza guardare l’etichetta. Oronzo Alò è persona navigata in fatto di uve, ne conosce a fondo i meccanismi di mercato e in questa azienda messa in piedi nella sua Genzani cerca di lavorare al meglio con ottimi risultati: anche il Greco bianco, infatti, è andato molto bene, così come del resto l’Aglianico del Vulture che resta il core business dell’attività. Questo rosato d’aglianico è già libero dagli aromi di fermentazione, esprime un floreale di rosa, poi di sentori di prugna, in bocca entra con carattere, pieno e armonico, con tanta voglia di fare bene. La freschezza sostiene bene il vino che al palato esprime persino voglia di complessità maggiore con un agrumato di ritorno niente male. Finale lungo e pieno, fruttato e molto buono. Da abbinare praticamente su tutto tranne che sul ragù, ma non penso che molti di voi lo mangeranno nei prossimi due, tre mesi. Bel colpo Oronzo, fattelo pagare bene che li vale tutti.

Sede a Genzano. Via Gramsci, 30. Tel. 0971.776732, fax 0971.776719. info@alovini.it. www.alovini.it Enologo: Oronzo Alò. Ettari: 3 di proprietà. Bottiglie prodotte: 50.000. Vitigni: aglianico, cabernet sauvignon, greco