Rionero in Vulture, La Pergola

Letture: 49

Via L. Lavista, 27/31
www.hotelristorantelapergola.it
Sempre aperto

Gli amanti del Vulture conoscono bene questo locale gestito da due generazioni della famiglia Spadola: dagli anni ’50 in poi spesso è stato l’unico punto di riferimento del territorio con i suoi piatti della tradizione tipica della Basilicata presentati in un ampio salone con professionalità e simpatia. Per capirci: siamo in uno dei ristoranti preferiti dalla clientela locale, un po’ old style nell’arredamento ma molto efficace quando si cercano sapori consolidati e si evitano inutili salti in avanti. Sui tavoli vi aspettano lo straordinario pane bianco cotto a legna e il cestino di tarallini, al centro un buffet da mille e una notte per i vegetariani con friarielli saltati in padella, carciofi, pomodori gratinati, peperoni imbottiti, cruschi sottolio, medaglioni di melanzane, cavolifiori all’insalata. Al tavolo arrivano caciocavalli e pecorini della zona con il miele di castagno del Vulture. Si potrebbe chiudere qui, ve lo assicuriamo. Ma gli amanti dei primi possono provare pasta e fagioli o con altri legumi, ziti spezzati con un solido ragù su cui spolverare peperoncino e pecorino stagionato, strascinati ammollicati e altre paste fresche con sughi della tradizione. Il secondo in genere si basa sulle carni alla brace, agnello, vitello e maiale, baccalà con i cruschi, ancora formaggi alla brace. Durante la stagione abbondanza di funghi molto buoni, spesso porcini, trovati nei boschi di castagno del vulcano spento e, talvolta, un po’ di tartufo nero. Per la chiusura, i dolci tradizionali fatti in casa a base di castagne o marmellate. Una cucina di stile familiare senza fronzoli, sottolineata dalle tecniche di cottura contadine, da abbinare ad una vasta scelta di aglianici del territorio proposti a prezzi più che onesti. Conto, tutto compreso, sui 25 euro.

Come arrivare
Lasciare la Napoli-Bari a Candela e proseguire verso Potenza. Uscire a Rionero, il ristorante è al centro, alle spalle dell’azienda Martino.