Roma, Caffè Propaganda con Stéphane Betmon e Arcangelo Dandini

Letture: 460
Arcangelo Dandini

di Cosimo Torlo

Ha aperto il 17 novembre a Roma, a due passi dal Colosseo, CAFFE’ PROPAGANDA un bistrot dall’atmosfera parigina dedicato alla gastronomia di altissima qualità. Un locale elegante ma anche informale, dove gustare pranzi leggeri – insalate, sandwich, primi piatti firmati dal pasticcere-chef Stéphane Betmon – o provare i piatti del cuoco romano Arcangelo Dandini.

Caffè Propaganda

Tre i soci fondatori, il dj Giancarlino,  Maurizio Bistocchi e Richard Ercolani, un pool di imprenditori, da molti anni nel settore dell’intrattenimento e della gastronomia romana e non solo, che si sono lanciati in una nuova avventura guidati da una grande passione per cibi e bevande di altissima qualità con l’obiettivo di intercettare quel pubblico che sceglie di mangiare e bere con consapevolezza e alla ricerca di un piacere alimentare responsabile. Nasce proprio da qui l’idea del nome Caffè Propaganda:  l’intenzione è quella di “propagandare” un tipo di alimentazione sana e legata al territorio.


Infatti, da Propaganda si possono scoprire e assaggiare produzioni artigianali (anche le più piccole e meno note) selezionate per far conoscere le eccellenze gastronomiche del Lazio e delle regioni limitrofe: perché la cucina del territorio non è solo una filosofia ma un’esigenza legata a freschezza e qualità delle materie prime. Nel bicchiere, le vendemmie dei piccoli vigneron che seguono la filosofia dei vini naturali e biologici.

Ai fornelli una brigata di sei giovani che lavorano alternativamente sotto la guida di Betmon e Dandini: la cucina non si ferma mai, quando Arcangelo non spadella, Stéphane impasta dolci o crea nuovi abbinamenti per le colazioni salate.

Nella carta ristorante, curata da Dandini troviamo  tra i primi piatti il pomodoro e basilico con lo spaghettone di “B. Cavalieri” o la pasta burro e alici con la “chitarra” di “Garofalo” e il parmigiano di vacche brune ; tra i secondi il Baccalà con concassè di pomodoro biologico e olive di Gaeta o le Polpette di vitello fassona con salsa di pomodoro biologico. Fra gli antipasti il Supplizio: supplì di riso, crocchette di patate e mozzarella, crostino di burro e alici Rizzoli, oppure la fassona piemontese, una battuta di manzo crudo all’albese condita con sale di Cervia e pepe tostato.

Caffè Propaganda, Stéphane Betmon al banco pasticceria

Nella mia visita mi sono lasciato guidare dallo chef, ecco allora gli splendidi arancini, le crocchette e le buone alici Rizzoli. A seguire la miglior carne cruda di fassone che si possa mangiare a Roma. Non mi ha convinto del tutto la vellutata di cavolfiore, ma è passato a pieni voti un classico della cucina romana, gli gnocchi al ragù fatti in casa, da leccarsi i baffi. Per secondo due piccoli assaggi, una discreta coda alla vaccinara e le ottime polpettine di fassone con la polentina.

Per dolce il succulento crem caramel al gelsomino di Betmon. Il tutto accompagnato dal verdicchio biodinamico “Gli Eremi” 2009, dalla decisa struttura e metallicità.

Del Caffè Propaganda è apprezzabile l’idea di proporre giornalmente i piatti tipici della tradizione romana (prezzo medio 12 €) come minestra di broccoli e arzilla, coda alla vaccinara, zuppa di cicerchie e baccalà, trippa.

Le torte di Stéphane Betmon

Un capitolo a sé merita la pasticceria di Betmon: sia quella romana e italiana – con la riscoperta di tipicità storiche come il maritozzo con la panna, il ciambellone, i tozzetti e i mostaccioli – sia la francese con i squisiti macaron, i tortini, i soufflé alla ricotta e arancio e al cioccolato.

CAFFE’ PROPAGANDA

Roma – Via Claudia, 15/19 (Colosseo) – Tel. 06.94534255

Aperto tutti giorni dalle 12,00 alle 01,00

5 commenti

I commenti sono chiusi.