Nando in pizzeria, la romana di Mirko Rizzo a Grottaferrata (RM)

3/9/2021 1.2 MILA

di Floriana Barone

Si chiama “Nando in pizzeria” e porta la firma di Mirko Rizzo: un progetto partito a tutti gli effetti la scorsa primavera a Grottaferrata, ai Castelli Romani. Nel cuore del paese, Mirko propone la sua pizza romana, con alcuni topping cari alla tradizione laziale e qualche gustoso abbinamento, oltre a una serie di fritti preparati a regola d’arte. Lo scorso ottobre, l’ex pizzaiolo di 180g è diventato proprietario di “Peppa e Nando”, in società con Gabriele Ciocca.

Nando in pizzeria
Nando in pizzeria

Insieme hanno rivoluzionato e diviso le due anime del locale, con l’inaugurazione di una pizzeria e una dolceria. La pizzeria dispone di una sala al coperto e di un piccolo giardino, caratterizzato da alcuni elementi d’arredo vintage. L’ambiente esterno è molto accogliente e vivace; il servizio è gentile e veloce.

Nando in pizzeria,un dettaglio del giardino
Nando in pizzeria,un dettaglio del giardino

Da Nando il vulcanico Mirko ha cercato di raccontare un po’del suo percorso di vita: dopo ventidue anni di lavoro in Marina, è tornato a casa con un ricco “bagaglio culinario”, da cui spesso prende spunto per i suoi progetti. Alcune proposte del menu arrivano proprio da quei viaggi, come gli sgabei con stracchino e salumi, omaggio a La Spezia.

Gli ingredienti sono scelti con attenzione, dal fior di latte all’olio, dal pomodoto ai topping.

I fritti sul menu sono pochi, ma ben pensati e sfiziosi: oltre al classico supplì (2€), c’è quello all’amatriciana (3€), il tonnarello cacio, pepe e lime (3€), la mozzarella in carrozza con fiori e alici (4€). Una piccola sezione è dedicata agli antipasti, tra cui il padellino gonfio de mortadella (9€) o la bruschetta Ajo e Ojo Flaminio fruttato (2,5€). Mirko è legatissimo al padellino, prodotto ideale per portare sulla pizza le ricette della cucina di casa.

Nando in pizzeria, il tonnarello cacio, pepe e lime
Nando in pizzeria, il tonnarello cacio, pepe e lime
Nando in pizzeria, la mozzarella in carrozza
Nando in pizzeria, la mozzarella in carrozza

I supplì tradizionali e quelli di pasta sono eccellenti: questo anche grazie al modello “standardizzato” che Mirko ha impostato da Nando. La panatura è singola, asciutta e croccante: qui si utilizza il pane di Lariano, lo stesso delle bruschette e arriva dai panifici di zona. Il mix usato per la panatura varia a seconda della proposta: nel tonnarello è giallo, con l’aggiunta di pepe, mentre per il supplì all’amatriciana è rosso e quello classico Mirko ha scelto il pane di Lariano macinato. Per avvolgere la mozzarella in carrozza, invece, ha puntato sui corn flakes. Il tonnarello cacio e pepe e lime è un omaggio al nonno di Gabriele: Nando appunto, che, un tempo, qui era il trattore e preparava spesso questo piatto della casa.

Nando in pizzeria, Suppli', Tonnarello cacio, pepe e lime e mozzarella in carrozza
Nando in pizzeria, Suppli’, Tonnarello cacio, pepe e lime e mozzarella in carrozza

L’impasto della pizza è preparato con il metodo diretto, con una lievitazione dalle 24 alle 48 ore. Mirko attualmente lavora con un mix di 0 e tipo 2 dei Molini Fagioli (Magione, PG). Da Nando in pizzeria si stende sia a mattarello che a mano: la pizza cuoce nel forno elettrico a bocca grande, che si adatta bene anche al padellino e alla pala.

La pizza di Mirko è tradizionale: bassa, scrocchiarella, semplice: il menu cambia circa ogni tre mesi.

Le pizze classiche sono grandi protagoniste, come la Marinara (6€), la Margherita (7€), la Rossa con i Funghi, la Cicoria e Salsiccia (8,5€) e la Fiori di zucca, bufala e alici. Tra le pizze di Nando, molto buona “L’Estate, quando arriva arriva” (12€), con pomodoro Gustarosso, misticanza selvatica, filetti di tonno Drago, cipolla rossa, olive taggiasche e dressing allo yogurt.

Nando in pizzeria, La Margherita
Nando in pizzeria, La Margherita
Nando in pizzeria, L'Estate, quando arriva arriva
Nando in pizzeria, L’Estate, quando arriva arriva
Nando in pizzeria, Fiori di zucca, bufala e alici
Nando in pizzeria, Fiori di zucca, bufala e alici

Per il momento, in abbinamento alla pizza ci sono alcune proposte firmate Birra del Borgo. La carta dei vini comprende poche etichette, tra cui un Pecorino e un Trebbiano bio, ma prossimamente il vino avrà un ruolo di primo piano da Nando, vista anche la presenza di una cantina lunga ben 30 metri. Diversi i cocktails da provare, tra cui il Nando Spritz, preparato con Campari, Vermouth, Ginger beer (5€). Dopo la pizza, si può scegliere un dessert tradizionale, come la crostata di ricotta e visciole (5€) o il tiramisù.

Mirko Rizzo è già concentrato sul prossimo passo: a ottobre è in progetto l’apertura di un altro Nando in pizzeria. Dove? Questa volta nella Capitale.

Via Roma, 4/6,
00046 Grottaferrata (RM)
A cena, dal martedì alla domenica
Telefono: 06/9411878
Facebook
Instagram

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.