“NON chiamatela CARBONARA” di Paolo Verrazzani

9/12/2018 1.7 MILA
Non carbonara Paolo Verrazzani
Non carbonara Paolo Verrazzani

di Sabino Berardino

Ho conosciuto (relativamente) di recente Paolo, grazie ad amici comuni (e che amici!): cuoco di vecchia data – professionalmente operativo dal 1996 – al momento a riposo, si diletta comunque a pubblicar, sui social, di tanto in tanto spunti interessanti.
Paolo aveva pubblicato questa provocante ricetta – confesso, non la conoscevo – di tradizione abruzzese e, complice il di lui compleanno, ce l’ha fatta provare ed è stata molto apprezzata per cui ho deciso di (ri)pubblicarla, su questo blog sono presenti altre due versioni della stessa ricetta: qui e qui.
E’ una ricetta semplice, rapida da preparare ma di gran soddisfazione, per cui la condivido nella versione di Paolo Verrazzani, da noi degustata con l’eccellente spaghettone Vicidomini (da me fornito, per l’occasione).

NON chiamatela CARBONARA (piuttosto presente su internet, anche come – sic. – carbonara di ricotta e zafferano) ovvero gli spaghetti alla crema di ricotta e zafferano con guanciale croccante, di Paolo Verrazzani
INGREDIENTI (per due, ghiottarelli)
200 g ricotta
1 g di zafferano
60 g parmigiano
sale q.b.
pepe q.b.
125 g guanciale
300 g di spaghetti

PROCEDIMENTO
In una scodella unire la ricotta, lo zafferano sciolto in 3/4 cucchiai di acqua di cottura, il parmigiano grattugiato, 2 pizzichi di sale ed 1 spolverata di pepe.
Mescolare il tutto con una frusta fino ad ottenere una crema omogenea.
Cuocere il guanciale in una padella (senza aggiunta di grassi quali olio o burro) fino a farlo diventare croccante.
Nel frattempo cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata bollente.
Scolare gli spaghetti al dente e mantecarli con il guanciale croccante.
Spegnere il fuoco, aggiungere la crema di ricotta e zafferano, un goccio d’acqua di cottura e completare la mantecatura e BUON APPETITO !