Notarpanaro Salento Igp Rosso 2004 – Azienda Cosimo Taurino

11/11/2019 886
Notarpanaro Salento Rosso Igp 2004 Taurino
Notarpanaro Salento Rosso Igp 2004 Taurino

di Enrico Malgi

Mi ritrovo tra le mani un altro capolavoro pugliesw creato da Severino Garofano: Il Notarpanaro Salento Igp Rosso 2004 dell’azienda agricola Cosimo Taurino di Guagnano.

Durante la settimana assaggio vini, visito cantine e locali, frequento seminari e manifestazioni di vario genere, ma la domenica e nei giorni di festa, se non ho impegni impellenti, preferisco rimanere a casa insieme con la famiglia ed amici . E così mi diverto a stupire gli ospiti con qualche chicca di vecchia data, che vado a scovare nella mia cantina come nel caso di questa etichetta che ha visto la luce per la prima volta nel 1970.

Negroamaro in purezza allevato ad alberello speronato in piano. Vendemmia a fine settembre. Fermentazione in vasche di acciaio termocondizionate. Maturazione in barriques francesi di secondo, terzo e quarto passaggio per sei mesi. Elevazione in vetro per alcuni mesi. Gradazione alcolica di quattordici e mezzo. Prezzo in enoteca intorno ai 15,00 euro. Cioè un vero regalo.

Controetichetta Notarpanaro Salento Rosso Igp 2004 Taurino
Controetichetta Notarpanaro Salento Rosso Igp 2004 Taurino

Vivo e ancora giovane il colore rosso granato unghiato di aranciato nel bicchiere. Risvolto olfattivo di pregnanti umori fruttati di amarena, prugna, fiorone e sottobosco. Fine e delicata l’impronta odorosa intessuta di fiori appassiti, insieme a voluttuosi sospiri di terriccio, di salmastro e di erbe officinali. Spunti speziati di grande risalto. Sussurri terziari di cioccolato, mentolo, china, tabacco, liquirizia e fumé, che si intrecciano poi a godibili percezioni catramose. In bocca fa il suo ingresso un sorso vivace, profondo, caldo, sontuoso, connotato da ottima vitalità e legittimato da credenziali di freschezza, morbidezza, polposità, sapidità ed eleganza. Palato evoluto, arioso, ritmato e sublimato da percezioni sensuali, dinamiche e vibranti e posseduto poi da una carica tannica regale e felpata. Sensazioni tattili pulite, avvolgenti, toniche ed opulenti. Tensione gustativa retta da una personalità armonica e bene equilibrata. Incedere finale calibrato e persistentemente amarognolo. Avrà ancora altri anni davanti a sé. Sulla terragna cucina pugliese. Un grande vino davvero, orgoglio della terra pugliese, dell’azienda Taurino e soprattutto del grande Severino Garofano.

Sede a Guagnano (Le) – S.P. 365
Tel. 0832 706490 – Cell. 347 8066662
[email protected]www.taurinovini.it
Enologo: Massimo Tripaldi
Ettari vitati: 80 – Bottiglie prodotte: 900.000
Vitigni: Negroamaro, Malvasia Nera, Primitivo, Cabernet Sauvignon, Chardonnay, Riseling e Semillon.