Riapre la Pizzeria DaZero a Vallo della Lucania

10/5/2020 704
Consegna delle mascherine al sindaco di Vallo della Lucania Antonio Aloia
Consegna delle mascherine al sindaco di Vallo della Lucania Antonio Aloia

di Enrico Malgi

In Campania finalmente è stato consentito l’asporto della pizza. Diverse pizzerie hanno riacceso i forni e tra queste anche DaZero ha colto subito l’occasione per riaprire a Vallo della Lucania, sede storica da dove il progetto di Giuseppe Boccia, Paolo De Simone e Carmine Mainenti ha preso il via nel 2014, arrivando poi in progressione a Milano, Torino e Matera.

Mascherine dazero
Mascherine dazero

Al nord il brand cilentano aveva già ripreso il 30 aprile, grazie al servizio di delivery, abbinando alla consegna della pizza un’interessante iniziativa: regalare una mascherina “Made in Cilento”. Seguendo quella che è la sua naturale vocazione di fare rete nel Cilento, DaZero infatti ha dato vita ad un originale progetto definendo un accordo con Medart, impresa di serigrafia e stampa di Moio della Civitella e laboratorio artigianale di sartoria. Le signore hanno provveduto a produrre mascherine in cotone lavabile con impresso i personaggi di DaZero.

Vallo della Lucania, Pizzeria Da Zero con il forno di Ferrara

La grafica racconta il mondo della filiera corta delle aziende che collaborano con DaZero, fatta di uomini e donne laboriose che anche nell’emergenza stanno portando avanti un attento lavoro sociale. Queste immagini sono state scelte per celebrare il prezioso rapporto costruito con la pizzeria cilentana nel corso di tutti questi anni. Le mascherine, comprendente anche quelle speciali per bambini, accompagnano le pizze tramite il servizio d’asporto ai singoli clienti e in parte sono state donate alle amministrazioni comunali di Vallo della Lucania, Cannalonga, Moio della Civitella e Novi Velia da distribuire ai cittadini.

Con le sue pizze, quindi, DaZero riporta sulle tavole le eccellenze del Cilento e l’ingegno di questo territorio, che sta cercando di ripartire con la Fase 2. Ripartire non è facile, come si sa, per molteplici motivi, ma qui diventa obbligatorio per sostenere i tanti produttori che forniscono le materie prime alla pizzeria, che con l’emergenza del coronavirus hanno visto azzerare le loro entrate. E’ un momento delicato per tanti produttori che avevano nel settore della ristorazione un importante sbocco per i loro prodotti. Più che mai utilizzare i prodotti locali, quindi, è un gesto di solidarietà oltre che rappresentare una scelta di alta qualità.

Pizzeria Da Zero
Vallo della Lucania (Sa) – Via Angelo Rubino, 1/13
Tel. 0974 717387 – 
[email protected]

 

3 commenti

    Fraøncesco Mondelli

    Se ho ben capito alla consegna delle loro buonissime pizze regalano a grandi e piccini le mascherine.Grandi :l’utile ed il dilettevole.PS sarebbe interessante sapere se oltre all’asporto è previsto anche il delivery e se si in quale raggio d’azione FM

    10 maggio 2020 - 15:28

    Enrico Malgi

    Proprio così caro Francesco. Una lodevole iniziativa, anche per trasmettere vicinanza alle persone e condividere questo brutto momento. Purtroppo il delivery non è contemplato per parecchi motivi. Ma comunque si sono attrezzati bene. All’atto della prenotazione ti dicono l’orario in cui potrai recarti in pizzeria. Appena sei arrivato incominciano a preparare le pizze e non dovresti fare la fila. Una di queste sere mi recherò in pizzeria, dopo previa prenotazione s’intende, per accertarmene.

    11 maggio 2020 - 09:15

    Fraøncesco Mondelli

    Mi raccomando una pizza fritta non fartela mancare perché dopo tanto tempo si ha solo voglia di esagerare e ……ai “milanesi” non far sapere che poi ci andrai quasi tutte le sere FM

    11 maggio 2020 - 18:48

I commenti sono chiusi.