Vini Cantina Val di Neto

27/4/2020 660
Vini Val di Neto
Vini Val di Neto

di Enrico Malgi

La storia della Cantina Val di Neto inizia nel 1967 quando alcuni viticoltori dell’Alto Marchesato Crotonese si associano insieme. All’interno della compagine sociale la famiglia Cappa ha sempre avuto un ruolo predominante, soprattutto per l’impegno profuso nello sviluppo aziendale. Questo ruolo, poi, si è ancora più rafforzato quando, dopo la liquidazione della Cooperativa avvenuta negli anni ’90, è stato l’ing. Nicola Cappa a rilevare la Cantina che al giorno d’oggi porta il marchio registrato dell’azienda agricola della moglie Liguori Carla. Dal 2018, poi, la responsabilità enologica è passata all’enologo vulturino Fabio Mecca che tanto si spende per le sorti aziendali, curando tutte le fasi vitivinicole.

Gli ettari di proprietà complessivi sono 170, di cui 20 vitati con vitigni locali ed internazionali. Sei sono le etichette che ho assaggiato in questi giorni: due vini bianchi e quattro rossi.

Controetichette vini Val di Neto
Controetichette vini Val di Neto

Ferule Bianco Val di Neto Igt 2018. Uvaggio di Greco Bianco e Chardonnay. Fermentazione separata, con il mosto del Greco in botti di rovere francese, mentre lo Chardonnay lo fa in acciaio. Affinamento congiunto in barriques per qualche mese e poi elevazione in vetro. Tasso alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 10,00 euro. Ottimo.

Bel colore giallo paglierino dorato. Piglio aromatico di tanta  frutta come il mango, la papaya, il litchi, la pera, la nocciola, l’albicocca e la pesca. Poi essenze floreali di gelsomino, acacia, lavanda e glicine. Gradevoli i rigurgiti vegetali. Respiri vanigliati, speziati e terziari di ottima consistenza. L’approccio palatale è  fresco, sapido, morbido, aggraziato, cristallino, delicato, elegante, equilibrato e fine.. Registro gustativo ben calibrato, seducente, palpitante, stimolante e succoso e che prelude ad una chiusura dinamica. Perfetto l’abbinamento con piatti a base di pesce senza pomodoro e carne bianca.

Lumìa Bianco Melissa Doc 2018. Blend di Greco Bianco al 90% e saldo di Malvasia. Soltanto acciaio e vetro. Tenore alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 6,00 euro, un vero regalo.

Colore giallo paglierino, leggermente striato di verde. Interessanti profumi fruttati di melone bianco, bergamotto, pesca gialla, albicocca, nespola e mela cotogna, intrecciato poi a godibili performances di zagara, ginestra, acacia, tiglio, iris, caprifoglio e macchia mediterranea. In bocca entra un sorso fresco, vellutato,  ma che sa esprimere anche una tattilità seducente, vibrante, ritmata e connotata poi da cristallina purezza di un integro frutto. Allungo finale vivace, propositivo e gradevole. Da provare su un piatto di spaghetti alle vongole e latticini.

Vigna delle Volpi Rosso Val di Neto Igt 2018. Blend paritario di Cabernet Sauvignon e Merlot. Lavorazione in acciaio e vetro. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale di 6,00 euro un affarone.

Colore rosso rubino luminoso. Al naso si propongono subito entusiastiche reminiscenze di sottobosco, marasca, susina, tabacco, mentolo, balsamo e menta piperita. Composite e sensitive le gradevoli suadenze floreali di violetta e di rosa e spezie. Sorso pieno e morbido, fresco ed elegante, equilibrato e dinamico, sapido e temprato. Tannini belli fusi e gentili. Palato ottimamente strutturato, seducente e pregevolmente modulato. Ottima chiusura lunga epiacevole. Da preferire su piatti di carne rossa e bianca, risotto ai funghi porcini e tagliere di salumi.

Neaithos Rosso Calabria Igt 2018. Trittica composizione calabro-girondina di Gaglioppo al 50% e saldo fifty-fifty di Cabernet Sauvignon e Merlot. Acciaio e vetro. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale di 7,00 euro. Un altro prezzo favoloso.

Bicchiere tinto da un colore rosso rubino scintillante. Bouquet davvero interessante, perché esibisce un rituale pot pourri di tante cose buone. A cominciare da calibrate effusioni fruttate di ciliegia, carruba, ribes, mirtilli, fragole e more. Deliziosi gli afflati di fiori rossi e di sentori di erbe aromatiche. Sottofondo gradevolmente e minimamente speziato. In bocca fa il suo ingresso un sorso sempre piacevolmente fruttato, espansivo, asciutto, sapido, sospiroso e terroso. Spalla acida di ottima caratura. Traccia tannica sapientemente affusolata. Aplomb pulito e lineare. Gusto tonico e succoso. Finale permeato da un’ottima lunghezza. Da spendere su piatti bene strutturati, ma anche su una bella zuppa di pesce alla crotonese.

Mutrò Melissa Rosso Superiore Doc 2014. Blend di Gaglioppo al 75% e saldo di Greco Nero. Maturazione in acciaio ed una piccola parte in botti di rovere francese per sei mesi. Elevazione in boccia per altri sei mesi. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale di 10,00 euro. Li vale tutti.

Rubineggiante e vivace il colore nel bicchiere.  Note di piccola frutta del sottobosco, insieme ad amarena e prugna. Sentori speziati di noce moscata, chiodi di garofano, zenzero e vaniglia. Delicati accenni vegetali. Effetti terziari che si esprimono con incidenze di balsamo, mentolo, tabacco, cioccolato e catrame. Sorso affilato, morbido, dinamico, rotondo, sinuoso, armonico e fine. Superbi i dolci e ricamati tannini. Silhouette intrigante, tonica e corroborante. Chiusura irradiante, fascinosa e persistente. Ne avrà ancora per molti anni. Perfetto su paste al sugo di carne, carne di maiale e formaggi semistagionati.

Arkè Barrique Rosso Val di Neto Igt 2017. Blend di Aglianico al 55%, Gaglioppo al 35% e saldo di Greco Nero. Affinamento in piccole botti di rovere francese per un anno. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale di 13,00 euro. Ancora un prezzo molto conveniente.

Colore rosso rubino splendente. Apprezzabile il variegato bouquet, che sfoggia espansivi profumi di ottima frutta piccola e media e spunti floreali e vegetali di buona stoffa. Respiri speziati affascinanti. Note di china, rabarbaro, grafite, mentolo ed anche empireumatici. Il sorso sfodera subito tutto il suo magnifico appeal, ricco di dinamicità, austerità e corposità, ma anche di morbidezza, acidità e soavità. Palato ben modulato, sapido e gradevole. Serbevolezza a lunga gittata. Retroaroma appagante e persistente. Perfetto in abbinamento a piatti di carne arrosto e formaggi stagionati.

Sede a Crotone – Via delle Magnolie, 71
Tel e Fax 0962 930185
[email protected]www.cantinavaldineto.com
Enologo: Fabio Mecca
Ettari vitati: 20 – Bottiglie prodotte: 50.000
Virigni: Gaglioppo, Greco Nero e Bianco, Aglianico, Cabernet Sauvignon, Merlot, Malvasia Bianca, Chardonnay e Sauvignon Blanc.