Ricetta | Zuppa estiva di pasta e pomodoro fresco con limone e basilico

15/6/2017 2.4 MILA

Zuppa di pasta e pomodoro
Zuppa di pasta e pomodoro

Proprio mentre Marco Galetti era intento a pubblicare la sua ricetta di pasta al pomodoro fresco ero alle prese con questa preparazione usando la stessa trafila, i tubetti, che placa la fame e allontana la calura. Essendo terrone, ho ovviamente accentuato il rosso e l’acidità, ma il risultato penso sia buono lo stesso.
Non è un piatto freddo, perché la temperatura deve essere tiepida. In effetti sappiamo che è così che si combatte davvero il caldo;-)
Altra notizia: niente sale e niente olio aggiunti.
Si tratta di una preparazione semplice e saporita, molto digeribile.

Zuppa di pasta al pomodoro

Ricetta di Luciano Pignataro

  • 0.0/5Vota questa ricetta

Ingredienti per 1 persone

  • 100 grammi di tubetti o tubettini
  • 300 grammi di pomodori freschi maturi
  • il succo di mezzo limone
  • basilico
  • 1 cipolla novella bianca

Preparazione

Si tagliano i pomodori eliminando la parte a cui si attacca il peduncolo.
Si taglia la cipolle a fette sottili
Frullate pomodoro e cipolla aggiungendo il succo di mezzo limone
Dopo mettete il succo in un tegamino a fuoco lento per eliminare l'acqua in eccesso e concentrare meglio il sapore.
Dopo una decina di minuti spegnete il fuoco e fate riposare
Cuocete la pasta al dente e aggiungetela alla salsa girando a fuoco spento.
Qualche foglia di basilico, ma anche di origano regalano il giusto profumo.

2 commenti

    Marco Galetti

    (15 giugno 2017 - 13:24)

    C’è sempre da imparare, per questo mi sono esposto, ho ancora dei tubetti e un limone siciliano in panchina…

    Francesco Mondelli

    (15 giugno 2017 - 16:58)

    Dopo quello della pizza,dove il “nostro”entra di straforo solo nella cosiddetta “caprese”,finalmente il festival del pomodoro fresco declinato,mi si perdoni il citato da Veronelli,in millanta modi.Tanto che da giovani partendo dal refrain “in the summer time”si continuava con il più popolare “pummarola paisana”.A differenza del vino fresco è il suo destino perchè anche il migliore se conservato non raggiungerà mai le alte vette per il nostro palato.E dopo aver così parlato apprestiamoci a godere di quello appena preparato.FM.

I commenti sono chiusi.