La pasta al forno

Letture: 409
La pasta al forno

di Sara Afeltra
Un piatto che suscita in ognuno di noi il ricordo di quei giorni particolari e che ogni volta che la nonna o la mamma preparava regalava sapori e profumi meravigliosi.
La semplicità ritrovata in un gusto che spesso era l’assemblaggio di ingredienti avanzati in giorni di grande festa. Ognuno la prepara a suo piacimento ma ritengo che  la bontà di alcuni piatti nasce proprio dalla scelta di alcuni ingredienti che hanno una loro struttura e si identificano quando li degustiamo, mi riferisco ad esempio alla scelta della pasta.

La pasta al forno, un dettaglio

Io abito in un territorio dove la pasta è oro “Gragnano”. Per questa ricetta mi sono recata al Maccaronificio Afeltra dove c’è l’imbarazzo della scelta di tanti diversi formati.
Ho scelto i Rigatoni, una pasta che  tiene perfettamente la cottura e che vi consiglio di assaggiare.

Ingredienti
500gr di Rigatoni “Afeltra”
Parmigiano
1 provoloncino fresco
Olio di oliva extra vergine
Olio di arachidi (per friggere)
Per il ragù:
500gr di carne macinata
(manzo / maiale)
Sedano , carote, cipolle
2 bottiglie di passata di pomodoro
Sale
Polpettine
Pane raffermo
200gr carne  macinata
2 uova
3 cucchiai di Parmigiano
Sale q.b
Prezzemolo tritato

 

il provoloncino fresco
La pasta al forno, un dettaglio

Procedimento
Ragù
In un tegame mettete un po’ d’olio d’oliva, aggiungete il battuto di sedano carote e cipolle e fate soffriggere per qualche minuto. Aggiungete il macinato e lasciate andare sul fuoco per il tempo necessario che serve alla carne per  asciugare. A questo punto aggiungete il sugo, salate e fate cuocere per circa un’ora.

il trito

 

il sugo

 

Il sugo, dettaglio

Polpette
Mettete la carne macinata in una ciotola e aggiungete tutti gli ingredienti: pane, uova , parmigiano sale e prezzemolo, amalgamate bene il tutto, in modo da avere un composto omogeneo. Formate delle palline piccole che friggerete in olio di arachidi. Una volta cotte le adageremo su carta assorbente e le terremo da parte.

le polpette

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata e scolate al dente. Versare la pasta in una ciotola e unite a questo punto il ragù e qualche cucchiaio di parmigiano.

La pasta prima della cottura

Ponete la metà della pasta in una pirofila da forno e al centro procedete con l’aggiunta del provoloncino, delle polpettine e del parmigiano.

La pasta al forno a cottura ultimata

Concludete l’ultimo strato con la pasta rimasta e poi di nuovo con gli altri ingredienti ultimando il tutto con il ragù e una spolverata di parmigiano e pan grattato che regalerà una meravigliosa crosta a cottura ultimata. Cuocere a 180°C per 30/40 minuti.
Buon appetito!

48 commenti

  • virginia

    (21 aprile 2012 - 12:07)

    grandiosa, Sara! oggi a pranzo ogni piatto diverso da questo sarà un po’ triste :)

    • sara

      (21 aprile 2012 - 19:50)

      Grazie ViRGINIA ;)
      La pasta al forno produce di questi effetti .
      un abbraccio

  • mara

    (21 aprile 2012 - 12:49)

    saraaaaaaaaaa pazzesca , replicherò domenica , mia nonna aggiungeva le uova sode , e finalmente senza besciamella :))) brava

    • sara

      (21 aprile 2012 - 19:55)

      Marisa e’ proprio questo l’intento non abbandonare la tradizione , il gusto del genuino .
      Tutto parte da un sentimento , raccontare cio che è stato da sempre un amore per il buon cibo e la terra .
      Amore che nasce dal legame con il territorio , e dalla valorizzazione di cio che identifica il sapore .
      Un abbraccio e grazie

      • sara

        (21 aprile 2012 - 20:01)

        mara grazie mille :)))

  • Francesco

    (21 aprile 2012 - 13:37)

    Divina , e poi quel ragù: che colore !!!
    Ho assaggiato la pasta Afeltra e devo dire che hai ragione tiene perfettamente la cottura , quando organizzi qualcosa ?
    c’è voglia di degustare !!
    Brava .

    • sara

      (21 aprile 2012 - 20:18)

      Buonissima la pasta AFELTRA :) GRANDE QUALITA ‘…..
      GRAZIEEEEEEEEEEEEE

  • Mimmo Gagliardi

    (21 aprile 2012 - 13:55)

    Non ho parole! Brava Ella!

    • sara

      (21 aprile 2012 - 19:57)

      grazie ELLO :)))

  • Cristoforo

    (21 aprile 2012 - 14:37)

    Non saprei da dove iniziare…La descrizione dettagliata dei vari procedimenti e la presentazione del piatto fanno letteralmente venire l’acquolina in bocca!Trovo stupefacente come molti piatti del nostro territorio vengano “snobbati” in nome di una cucina più “ricercata” e “raffinata”…Complimenti a Sara Afeltra che ha ben pensato di riportarci anche indietro nel tempo (sfido chiunque a dire che non ha pensato a quando era in un’età in cui le nostre care nonne ci deliziavano con le loro paste al forno)…Detto questo,adesso proverò a cimentarmi nella preparazione di questo piatto…magari il risultato non sarà come nelle descrizioni fotografiche,ma adesso ho il dovere morale di provarci perchè mi è venuta una gran voglia di pasta al forno!!!

    • sara

      (21 aprile 2012 - 20:13)

      Non ho parole, ma visto che proverai a cimentarti nella ricetta , voglio una foto :)
      Il buon gusto è sempre da difendere , e noi sappiao come fare .
      grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

  • Sergio

    (21 aprile 2012 - 15:25)

    Mamma mia che meraviglia, stavo per addentare lo schermo del PC!!!
    Sara di donne come te…non ce ne sono più!

    Complimenti.

    • sara

      (21 aprile 2012 - 20:00)

      Sergio grazie mille , che gran bel cmplimento .
      Ho solo amore per la tradizione , e ricordarla è passione …..
      :)

  • alberto cammarata

    (21 aprile 2012 - 16:04)

    l’aspetto è stupendo e credo anche il sapore…… QUANDO MI INVITI A CENA …..

    • sara

      (21 aprile 2012 - 20:15)

      Grazie Alberto:)))

  • Pasquale

    (21 aprile 2012 - 16:09)

    Usando il valore che si danno agli esami universitari, ti do il 30, x la lode devo prima provarla.
    Continua su questa strada amica mia , sul serio,.
    Buona e gustosa vita. :-) :-)

    • sara

      (21 aprile 2012 - 20:08)

      Grazie amico mio :) e onorata di aver ricevuto la lode .
      Un abbraccio grandeeeeeeeeeeeeee

  • marisa sammarco

    (21 aprile 2012 - 16:15)

    Meraviglioso: ragazzi, continuate a ricordare, raccontare, diffondere, tramandare il nostro patrimonio di sapienza-amore-valori-sentimento comune che ci tiene uniti ovunque la vita ci abbia portato…grande Luciano e tutti i suoi amici, non so se ve ne rendete conto, siete una sorta di “benefattori dell’umanità” (la nostra).

    • sara

      (21 aprile 2012 - 20:03)

      Marisa e’ proprio questo l’intento non abbandonare la tradizione , il gusto del genuino .
      Tutto parte da un sentimento , raccontare cio che è stato da sempre un amore per il buon cibo e la terra .
      Amore che nasce dal legame con il territorio , e dalla valorizzazione di cio che identifica il sapore .
      Un abbraccio e grazie

      • marisa sammarco

        (22 aprile 2012 - 11:33)

        Grazie a te,ricambio l’abbraccio e ti mando un bacione da Firenze….per la cronaca: mi hai dato l’idea, la sto facendo anch’io per il pranzo domenicale, figlie e generi si sono già prenotati.
        ciaoooo

        • SARA

          (22 aprile 2012 - 15:20)

          Marisa grazie ancora , spero di averti sempre nei commenti , anche per uno scambio di idee ;)
          A presto ciaooooooooooooooooooooooo

  • Monica

    (21 aprile 2012 - 19:26)

    Sara, mannaggia a te… ogni volta che vedo i tuoi piatti mi viene sempre fame!!prima o poi ti inviterò a casa per una cena o un pranzo.Bravissima!!!!!!

    • sara

      (21 aprile 2012 - 20:05)

      Quando si tratta di cibo possiamo organizzare tutto , GRAZIE tesoro !!!

  • Franco

    (21 aprile 2012 - 19:34)

    Sara spettacolare pare di sentire il gusto , queste sono ricette che davvero ti riportano altrove mentre assapori …..
    Ti seguo , continua così …..
    Luciano grazie anche a te , la tradizione e’ da difendere in pieno gusto

    • sara

      (21 aprile 2012 - 20:06)

      Franco grazie mile , continua a seguirmi .

      • sara

        (21 aprile 2012 - 20:09)

        ops ..milleeeeeeeee

  • Danilo

    (21 aprile 2012 - 20:22)

    Come sempre, sai unire la buona cucina con risultati sempre più raffinati!!! Con le tue ricette, delizi i nostri palati e susciti ogni volta nuove emozioni…..

    • SARA

      (22 aprile 2012 - 15:21)

      Danilo grazie milleeeeeeeeeeeeeeeeee…..

  • eleonora

    (21 aprile 2012 - 21:47)

    La pasta è il piatto preferito da tutti . Questa ricetta è deliziosa e fai venir voglia di mangiarla subito. Prestissimo la preparerò per i miei amici di ballo .
    Grazie Sara !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • SARA

      (22 aprile 2012 - 15:22)

      Ele poi fammi sapere mi raccomando ;)))

  • cristina

    (22 aprile 2012 - 07:45)

    eccellente, l’unica cosa che mi balza all’occhio è il leggero bruciacchiato della carne sulla crosta. Utilizzando il ragù sia sul fondo che sulla copertura c’è questo rischio per avere una buona cottura e fare quella crosta che a tutti piace; per evitare di bruciare la carne io userei per il sopra e il sotto un ragù semplice.

    • SARA

      (22 aprile 2012 - 15:27)

      Ciao Cristina il problema della bruciatura nasce dal parmigiano , che puo’ fare crosta se non si presta attenzione alla temperatura del forno .
      Quindi per evitare che si bruci il formaggio basta mettere o della carta argentata o della carta da forno precedentemente bagnata e adagiata sulla pasta .
      Grazie milleeeeeeeeeeeeee ;)

  • Ferdinando

    (22 aprile 2012 - 08:35)

    Da una ragazza fantastica e piena di grinta non potevamo ke aspettarci una strepitosa pasta al forno.Una armonia di sapore che
    solo lei poteva offrirci!Aspettando altre fantastiche ricette!Forza Sara!

    • SARA

      (22 aprile 2012 - 15:28)

      Nando grazie mille , allora alla prossima ricetta ;)

  • Maria

    (22 aprile 2012 - 11:03)

    E’ il mio piatto preferitoooooooo!!!!!!! Ed e’ uno spettacolooooooooooooo!! Bravissima come sempre :*

    • SARA

      (22 aprile 2012 - 15:29)

      Grazieeeeeeeeeeeeee Maria :**

  • Laura

    (22 aprile 2012 - 11:10)

    Complimenti per la ricetta!

    • SARA

      (22 aprile 2012 - 15:29)

      Grazie a te :)

  • Claudia Deb

    (22 aprile 2012 - 11:45)

    Un piatto, come si dice dalle nostre parti, pieno pieno di “devozione” :)
    Bravissima Sara!!! Come sempre…….. le tue ricette stimolano l’appetito!! :)))

    • SARA

      (22 aprile 2012 - 15:30)

      Un grande abbraccioooooo ;)

  • Francesca

    (22 aprile 2012 - 14:35)

    L’amore e la passione che metti nella tua cucina sono sempre infiniti, ingredienti genuini e di alta qualità e dalla foto riesce quasi a sentirsi il profumo.COMPLIMENTI SARA SEI SEMPRE UNICA IN TUTTO QUELLO CHE FAI :)

    • SARA

      (22 aprile 2012 - 15:30)

      Francesca non ho parole , grazie per tutto l’affetto che mostri :)))**

  • Iolanda

    (22 aprile 2012 - 14:51)

    Solo dalle foto viene voglia di tuffarsi, la preparazione e’ già un piacere ma cosa nn sai fare tu? Che spettacolo in tavola e nella pancia!

  • SARA

    (22 aprile 2012 - 15:31)

    Ioly ahahhhaha grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeee :****

  • fany

    (22 aprile 2012 - 19:01)

    gnam gnam gnam…..l aspetto meraviglioso non rende giustizia al suo sapore sublime!!

    • SARA

      (22 aprile 2012 - 20:32)

      GRAZIE Fany :)))))))))))))))))))))

      • Roberto

        (26 aprile 2012 - 13:01)

        Sarà voglio assaggiare pure io

  • Salvatore

    (27 maggio 2012 - 22:11)

    Buonasera Sara,

    vorrei prepararla Domenica e siamo 10 adulti, mi aiuteresti con le dosi?

    Grazie mille.

I commenti sono chiusi.