Piazzetta Milù a Castellammare: la maturità di Maicol Izzo in un locale a cui una stella è davvero stretta

31/8/2021 3.9 MILA

Piazzetta Milù con Maicol Izzo a Castellammare di Stabia

Corso Alcide De Gasperi 23,
Tel. 081/8715779
Email [email protected]

Maicol Izzo
Maicol Izzo

Piazzetta Milù non è certo stata favorita dalla contingenza: spazio solo all’interno con tavoli ben distanziati. Alla fine non più di trenta coperti a sera. Eppure i fratelli Izzo non hanno accetatto mezze misure, non hanno fatto asporto e hanno deciso di aprire con calma solo quando la situazione si è un po’ chiarita.
Seguiamo da sempre l’investimento che questa famiglia ha fatto nel corso degli anni e la tenacia con cui ha perseguito l’obiettivo di dare a castellammare un grande ristorante fine dining, obiettivo andato avanti quando il primo chef li ha abbandonati ma alla fine, come si dice a Napoli, entra storta ed esce dritta. Un asso come Luigi Salomone è conquistato la stella, Maicol Izzo, il più giovane dei tre, è tornato dopo quattro anni trascorsi in Spagna (tra cui Ticket di Adrià) e l’ha confermata in surplasse.
Le nostre prime due visite ci sono piaciute, ma ci avevano lasciato anche un po’ di perplessità, relative ad una riproposizione tal quale della esperienza spagnola.
Già nella seconda questo trend, assolutamente normale, si era aggiustato visibilmente ma dopo l’esperienza di ieri siamo usciti pienamente convinti di trovarci di fronte ad un top player del Centro Sud a cui a prima stella va sicuramente stretta, non fosse altro per la magnifica cantina su cui, caso raro, si è investito tantissimo in questi due anni e che vede il fratello Emanuele totalmente travolto dalla passione del vino, materia che ormai padroneggia con assoluta competenza, addirittura più in Francia della stessa Campania :-)
Il servizio in sala è gestito dal terzo fratello, Valerio, uno che mantiene un profilo basso, quasi appartato, ma assolutamente padrone della sala in ogni dettaglio.
Ci si muove, un po’ come da Tickets, parola d’ordine non finire il cliente con una lunga sequenza di piatti. Ecco allora il benvenuto in cucina, e gli aperitivi in cantina per poi accomodarsi quando si parte.

 

Gli aperitivi di Piazzetta Milù

 

Piazzetta Milu - Foglia e passione
Piazzetta Milu – Foglia e passione
Piazzetta Milu - Anguria e Sangria
Piazzetta Milu – Anguria e Sangria
Piazzetta Milu - Olive fritte
Piazzetta Milu – Olive fritte
Piazzetta Milu - Papaccella ricostruita e tonno
Piazzetta Milu – Papaccella ricostruita e tonno
Piazzetta Milu - Patata croccante e mousse di fior di latte
Piazzetta Milu – Patata croccante con burro e alici
Piazzetta Milu - Tisana fredda di acqua di pomodoro e biscotto di Castellammare
Piazzetta Milu – Tisana fredda di acqua di pomodoro e biscotto di Castellammare

Una batteria di giochi collaudati e di grande tecnica , come la papaccella ricostruita che esplode in bocca il suo tonno, certamente migliorativo di ogni tradizionale conserva dove la buccia è sempre un po’ invasiva. Spettacolare la tisana di acqua di pomodoro servita fresca, quasi fredda, con una galletta di Castellammare che riporta alle usanze dei marinai di un tempo.

Piazzetta Milu - Insalata di Pomodori sorrentini
Piazzetta Milu – Insalata di Pomodori sorrentini

Il tema del pomodoro lo ritroviamo ben esplicitato a cominciare dalla insalata classica, una caprese in cui il sapore dell’ortaggio è amplificato dalla gelatina e dalla salsa ottenuta dalla buccia.

Piazzetta Milu - Insalata di Pomodori sorrentini
Piazzetta Milu – Insalata di Pomodori sorrentini
Piazzetta Milu - Pomodoro sorrentino, gelatina di pomodoro e salsa di pomodoro con finta mozzarella - pane inzuppato nell'acqua di mozzarella
Piazzetta Milu – Pomodoro sorrentino, gelatina di pomodoro e salsa di pomodoro con finta mozzarella – pane inzuppato nell’acqua di mozzarella

Immancabile poi la scarpetta con il ragù tradizionale napoletano che consente di rimanere sul tema.

Piazzetta Milu - Il ragu' napoletano per la scarpetta con pane da lievito madre
Piazzetta Milu – Il ragu’ napoletano per la scarpetta con pane da lievito madre

Cosa si mangia a Piazzetta Milu

Piazzetta Milu - Taco di pancia di maiale e salsa di ostrica
Piazzetta Milu – Taco di pancia di maiale e salsa di ostrica

Inizia poi una batteria di assaggi davvero pazzeschi in cui dobbiamo estrapolare quattro elementi che secondo noi costituiscono un passo in avanti fatto da questo ragazzo.
Primo: il totale alleggerimento di salse e grassi. Il risotto con le zucchine, per esempio, è mantecato colo con l’amido e il gusto vegetale ne esce esaltato.
Secondo: resta la successione di bocconi, ma viene reintrodotta la gerarchia italiana dello zenith del primo piatto, cosa che distingue la nostra cucina da tutte le altre del mondo.
Terzo: a questo proposito la pasta è tornata ad essere quel che deve essere: il calcio di rigore a porta vuota di ogni ristorante italiano, un momento di gioia, di sorriso, di compiacimento, propedeutica all’appagamento. Lo spaghetto Di Martino alla ‘nduja di gambero è una delle paste più buone che abbiamo mangiato nell’ultimomese insieme allo spaghetto di cozze marinate de La Torre e allo spaghetto alla Nerano con le cozze di Luigi Iapigio di Pescheria.
Quarto: salta la gerarchia francese classica delle materie prime, l’elemento vegetae, a tratti vegano, ha pari dignità dei prodotti di mare e della carne. Alla fine si ha la sensazione di aver mangiato la piramide classica della Dieta Mediterranea.

Piazzetta Milu - Ostrica con cetriolo liquido e tabasco
Piazzetta Milu – Ostrica con cetriolo liquido e tabasco
Piazzetta Milu - Cevice di Cernia con salsa di pomodoro concentrata
Piazzetta Milu – Cevice di Cernia con salsa di pomodoro concentrata
Piazzetta Milu - Wagyu, panna acida e caramello ai ricci di mare
Piazzetta Milu – Wagyu, panna acida e caramello ai ricci di mare
Piazzetta Milu - Cannolicchio alla scapece di zucchina
Piazzetta Milu – Cannolicchio alla scapece di zucchina
Piazzetta Milu - Riso e zucchino mantecato senza grassi
Piazzetta Milu – Riso e zucchino mantecato senza grassi
Piazzetta Milu - Gambero affumicato al pino e limone
Piazzetta Milu – Gambero affumicato al pino e limone
Piazzetta Milu - Spaghetto al limone e nduja di gamberi
Piazzetta Milu – Spaghetto al limone e nduja di gamberi

Uno spaghetto pazzesco!

Piazzetta Milu - King Crab
Piazzetta Milu – King Crab
Piazzetta Milu - Catalana
Piazzetta Milu – Catalana
Piazzetta Milu - Caprese
Piazzetta Milu – Caprese
Piazzetta Milu - Pompelmo, miele ed erbe amare
Piazzetta Milu – Pompelmo, miele ed erbe amare

CONCLUSIONI

L’esperienza a Piazzetta Milù è appagante e completa. Un vero fine dining dove la differenza viene fatta dalla competenza dei tre fratelli che hanno raggiunto un equilibrio perfetto e che li rende imbattibili e dalla cucina dotata di tecnica aggioranta e assoluta ben mediata con le materie prime del territorio ricercate con una pignoleria pazzesca. Ad esempio la foglia di insalata del tacos deve essere raccolta in giornata, non prima.
Il menu degustazione che abbiamo fatto di 22 portate ci è costato 130 euro, na è un percorso indicativo che ciascuno si può disegnare come vuole seguendo i consigli in sala di Valerio ed Emanuele.
Una vlta tanto mi affiderei ad Emanuele anche per il vino, qui trovate chicche frutto di viaggi e conoscenza profonda. L’abbinamento è perfetto.
Oggi Maicol Izzo è uno di quei cuochi di nuova generazione che stanno delineando una nuova cucina mediterranea. Imperdibile|

Piazzetta Milu - La cantina per l'aperitivo
Piazzetta Milu – La cantina per l’aperitivo
Piazzetta Milu - vini
Piazzetta Milu – vini
Piazzetta Milu - vini
Piazzetta Milu – vini

____________________
Report del 20 giugno 2020

Valerio, Emanuele e Maicol Izzo
Valerio, Emanuele e Maicol Izzo

E’ ormai passato un anno da quando Maicol Izzo ha preso le redini in mano del ristorante di famiglia dopo lunghe esperienze nelle cucine di Gennaro Esposito da dove è partito per approdare a Ducasse, Mirazur e per lungo tempo a Tickets di Adrià. Esperienze precedute dal diploma all’Istituto Alberghiero.

Piazzetta Milù a Castellammare e il nuovo corso di Maicol Izzo

Ed è proprio l’impronta spagnola quella che ha rivoluzionato il bellissimo ristorante stellato di Castellammare fino in fondo con scelte radicali e coraggiose che segnano anche il cambio generazionale: abolizione del menu alla carta, due proposte di percorso, Milu (110 euro) ed Evoluzione (130). Anche la carne alla brace che era stata mantenuta nel 2019, dopo la riapertura è stata tolta. La brigata di sei persone, uno per ogni partita,  lavora sul bancone comune alla preparazione del menu del giorno.
Dunque diventa una vera e propria esperienza gastronomica dopo il ritmo è cadenzato da continue portate che rimandano in parte allo stile tipico spagnolo (il tonno nel grasso di prosciutto, la citazione di Adrià del 2010 di fragole e Campari per citare quelle dichiaratmente evidenti), in parte allo stile di servizio giapponese che la cucina nordica ha fatto proprio con piatti che si succedono dividendosi fra terra, mare, dolce e salato. Anche la pasta, presente, è una delle portate ma non il momento clou del pasto. L’unica e ultima traccia del passato di Piazzetta Milù il fantastico pane intinto nel ragù napoletano fatto a mestiere.
Il risultato è una esperienza abbastanza rara nel Centro Sud, Maicol è assolutamente padrone della tecnica che ha maturato e che ha metabolizzato alla perfezione.
Il valore aggiunto è dato dall’elemento vegetale che viene coltivato in proprio e che da queste parti concimate dal Vesuvio per millenni ha uno scatto netto e preciso. Via Schito 42, il piatto che più lo rappresenta, è davvero notevole per i giochi di consistenze, sapore deciso e variegato.
Altro elemento distintivo, sempre per quanto riguarda i prodotti, è il pesce. Insomma la spesa c’è e fa la differenza nella proposta complessiva.
Rispetto allo scorso anno abbiamo notato un maggiore coinvolgimento con la tradizione gastronomica partenopea. Il mezzo pacchero alla marinara ha una sapore intenso e straordinario ed è immediatamente riconoscibile. Anche il gioco di zucchine, una cineseria vera e propria rimanda alle zucchine di Adrià. Ma sotto il tappeto dell’ortaggio tagliato in modo sottile e crudo c’è un perfetto risotto con zucchine alla scapece che prende un sapore diverso a seconda della direzione che con il cucchiaio al centro del piatto decidete di prendere verso l’esterno.
Decisa e pura la interpretazione del mare, a parte la ventresca nel grasso di prosciutto, la spigola al limone è da manuale.
Siamo convinti che questa esperienza, ricca di citazioni colpe alle esperienze fatte sul campo, è solo all’inizio e tanto più diventerà simbolica quanto più nel corso del tempo emergerà il carattere e l’idea di Maicol, ancora giovanissimo (26 anni!). Chiaro che all’inizio si propone sempre ciò che si è imparato, è sempre stato così. Poi però è necessario lo scatto, la visione e il progetto di una interpretazione originale del territorio. E i segnali in questa direzione ci sono e, a nostro giudizio, sono più che convincenti.
Quando al resto, la sala con Emanuele ai vini (carta monumentale, tra le migliori del Centro Sud)) e Valerio alla gestione è semplicemente perfetta come sempre. Lo sforzo di creare qualcosa di assolutamente di livello è visibile proprio nella ricerca di una strada originale nel panorama campano e, più in generale, centro-meridionale.
La qualità eccelsa della materia prima, la passione e l’energia giovanile dei tre fratelli che non se la tirano, ti fanno subito sentire a casa.
Un progetto coraggioso e determinato, che fa di questo locale uno dei punti di riferimento dai quali ormai non si può più prescindere da Roma in giù.

Maicol Izzo
Maicol Izzo
Piazzetta Milu', fragole e campari
Piazzetta Milu’, fragole e campari
Piazzetta Milu', Tisana di pomodoro
Piazzetta Milu’, Tisana di pomodoro
Piazzetta Milu', Insalata via Schito 42
Piazzetta Milu’, Insalata via Schito 42
Piazzetta Milu', croccante burro e alici
Piazzetta Milu’, croccante burro e alici
Piazzetta Milu', ricci di mare e gelato di avocado
Piazzetta Milu’, ricci di mare e gelato di avocado
Piazzetta Milu', parmigiana di melanzane
Piazzetta Milu’, parmigiana di melanzane
Piazzetta Milu' mezzo pacchero alla marinara
Piazzetta Milu’ mezzo pacchero alla marinara
Piazzetta Milu', il pane
Piazzetta Milu’, il pane
Piazzetta Milu', wagyu caramella di soia e panna acida
Piazzetta Milu’, wagyu caramella di soia e panna acida
Piazzetta Milu', ventresca in grasso di maiale
Piazzetta Milu’, ventresca in grasso di maiale
Piazzetta Milu', mare
Piazzetta Milu’, mare
Piazzetta Milu', ostrica
Piazzetta Milu’, ostrica
Piazzetta Milu', ceviche
Piazzetta Milu’, ceviche
Piazzetta Milu', papaccella
Piazzetta Milu’, papaccella
Piazzetta Milu', baccala' croccante e miele piccante
Piazzetta Milu’, baccala’ croccante e miele piccante
Piazzetta Milu'
Piazzetta Milu’
Piazzetta Milu', riso e zucchine alla scapece
Piazzetta Milu’, riso e zucchine alla scapece
Piazzetta Milu', fiore di zucca croccante
Piazzetta Milu’, fiore di zucca croccante
Piazzetta Milu', tapas di maialino, ostriche e cetriolo
Piazzetta Milu’, tapas di maialino, ostriche e cetriolo
Piazzetta Milu', pesce al limone
Piazzetta Milu’, pesce al limone
Piazzetta Milu', pomodoro e kumquat
Piazzetta Milu’, pomodoro e kumquat
Piazzetta Milu', pizza dolce
Piazzetta Milu’, pizza dolce
Pizzetta Milu', torta caprese
Pizzetta Milu’, torta caprese
Piazzetta Milu', Graffetta di melssa e fichi
Piazzetta Milu’, Graffetta di melssa e fichi
Piazzetta Milu', patate, sale, olio e pepe
Piazzetta Milu’, patate, sale, olio e pepe
Piazzetta Milu’ – vino e champagne

Piazzetta Milù a Castellammare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.