Pizza romana day: guida completa a tutte le pizzerie e alle loro scrocchiarelle più belle della serata

14/9/2018 1.4 MILA
Le pizze, Giulietta
Le pizze, Giulietta

di Floriana Barone

Leggera, gustosa, sottile e, soprattutto, scrocchiarella: ieri sera 20 pizzerie della Capitale hanno celebrato il Pizza Romana Day, l’evento che ha inaugurato la prima giornata nazionale dedicata alla pizza speciale della Città Eterna.  La manifestazione è stata organizzata e ideata da Agrodolce.it,  in collaborazione con GreenStyle e Repubblica Sapori: Birra del Borgo ha presentato la sua nuova lager “LISA” sponsorizzando l’iniziativa insieme ai Molini Pivetti.

Il DIBATTITO E IL MANIFESTO

La giornata è iniziata a Osteria Di Birra Del Borgo con un dibattito moderato dalla giornalista Eleonora Cozzella di Repubblica Sapori, che ha visto protagonisti Davide Fiorentini, Giancarlo Casa e Enzo Coccia, rappresentanti degli stili di pizza più amati (degustazione, romana e napoletana). Il direttore editoriale di Agrodolce, Lorenza Fumelli, ha raccontato l’origine del Manifesto della Nuova Pizzeria Romana, documento di 10 punti sottoscritto dai pizzaioli per restituire dignità ad uno stile troppo spesso considerato marginale, a volte addirittura inesistente.

Il manifesto
Il manifesto

L’EVENTO NELLE 20 PIZZERIE

Oltre alle cinque classiche (Margherita, Napoli, Capricciosa, Funghi, Fiori), i pizzaioli hanno proposto anche delle pizze speciali, i fritti della tradizione romana e, in alcuni locali, gustosi calzoni.

180g Pizzeria Romana | via Tor de’ Schiavi, 53

A Centocelle Mirko Rizzo e Jacopo Mercuro hanno preparato una pizza capocollo di Montefiascone, fichi, friggitelli all’olio Flaminio aromatizzato al chili e robiola ai tre latti; una pizza con alici di Sciacca, stracciatella di burrata, concentrato di pomodoro datterino, origano bianco di Sicilia e basilico al limone e un calzone con porchetta di Vitaliano Bernabei, cicoria ripassata e bufala di Amaseno.

180 grammi
180 grammi
180 grammi pizza
180 grammi pizza

91 bis | via della Farnesina, 91

La 91 bis gestita da Mauro Meddi ha preparato la MortaDOL, focaccia con mortadella di maiale nero di Mangalitza (selezione D.O.L) , bottarga e avocado; la Supermarinara, con aglio, origano, pomodori pachino, alici e capperi; una Saporita, con mozzarella, gorgonzola, fiori di zucca, ‘nduja e finocchietto selvatico; la Profumo amalfitano, con mozzarella, scarola ripassata, olive taggiasche, emulsione di alici e limoncello vaporizzato e la Vellutata, con mozzarella, gorgonzola, zucchine, vellutata di zucchine e speck croccante.

91 bis i tavoli
91 bis i tavoli

Al Grottino | via Orvieto 6

Lo spirito romano ha caratterizzato le scelte del Grottino: Baccalà e Patate crispy, Vaccinara (con coda), Fichi settembrini, con rucola, riduzione di aceto balsamico, pecorino di grotta, culatello e mandorle tostate e una Romana, con base margherita, pepe nero, cipolla e pecorino romano buccia nera. E, per concludere, sul menu c’era anche un calzone ripieno di coppa romana.

Al Grottino
Al Grottino

Exquisitaly | piazza di S. Bernardo 99

A Piazza di S. Bernardo gli ospiti hanno assaggiato due pizze speciali: la Reggio Calabria, con pomodorini gialli, provola di Agerola, tonno e polvere di capperi e una Ravanelli e alici, con fiordilatte, scarola riccia, burrata pugliese, alici di Cetara e ravanelli.

Exquisitaly
Exquisitaly

Frontoni | via Assisi 117

Gli ospiti di Frontoni sono stati accolti con la Supplizza di Daniele Frontoni, preparata con pomodoro, supplì sbriciolato, pangrattato e basilico, con la pizza del mese, con crema Bangla Tiger, pomodori pachino, olive nere e pisellini e con la pizza dell’estate, con purea di melanzane, cipolla rossa e anguria. E poi, sul menu, l’Ultima Melanzana, con pomodoro, melanzane grigliate condite alla contadina e pangrattato, la Fior di Pesto, con pesto di basilico, pomodoro passato, pomodoro pachino e fiori di zucca e, per chiudere, la Focaccia Tabasco e cannellini, con sedano, carote, fagioli cannellini, cipolla rossa e tabasco.

Frontoni
Frontoni

La Gatta Mangiona | via Ozanam 30,32

Una serata dedicata alla Romanità quella della Gatta Mangiona, anche grazie alla presenza speciale di Claudio Gargioli, chef di Armando al Pantheon. Per questo evento La Gatta Mangiona ha proposto un menu degustazione con supplì al telefono con sugo finto, fiore di zucca secondo Claudio Gargioli, crocchetta di patate alla carbonara. Le pizze speciali sono state tre, abbinate, oltre alla nuova lager di Birra del Borgo, a tre vini del Lazio (Lorella Reale, Damiano Ciolli, Andrea Occhipinti): la ri-cotta ripiena “Picchiapò”, la pizza fiori di zucca e alici con impasto tradizionale romano moderno) e la ”Rota co’funghi” di Pasolini(impasto romano tradizionale) con pomodoro, funghi champignon, aglio, prezzemolo e olio.

La pizza della Gatta Mangiona
La pizza della Gatta Mangiona
La Gatta Mangiona
La Gatta Mangiona

Gazometro 38 | via del Gazometro 38

Oltre alle classiche, al Gazometro 38 sono stati sfornati i calzoni funghi e crudo, l’Amatriciana 38, con guanciale croccante, cipolle in agrodolce e crema di pecorino, la pizza Cicoria e Salsiccia, la pizza Scarola, uvetta pinoli e guanciale e infine la Radicchio, gorgonzola e noci.

Gazometro38
Gazometro38

Giulietta | pizza dell’Emporio, 28

Da Giulietta, a casa di Cristina Bowerman, sono state numerose le proposte speciali: Pistacchio e mortadella con fior di latte; Ceci polpo e rosmarino, con crema di ceci, fior di latte polpo cotto a bassa temperatura, olio al rosmarino in polvere; la Spagnola, con cecina de Leòn, alice di Nardin e fior di latte. E ancora la pizza Estate a Roma, con fior di latte, fiori di zucca, crema di zucchine in scapece, alici impanate e fritte; Patate e baccalà, con crema di patate, baccalà, olive e capperi, fior di latte e olio al rosmarino; Fregene, con spaghetti di zucchine, vongole, cozze, fonduta di pecorino e basilico; il calzone ripieno fritto, con salsiccia, prosciutto cotto, fior di latte (anche con tartufo), Wurstel e patate, con wurstel artigianale, wedges di patate e fior di latte; Sarda e cipolla, con cipolla rossa in agrodolce, sarda affumicata, spinacio fresco e ricotta di bufala e, infine, la Melanzane al cocco e curry verde.

Giulietta
Giulietta

Magnifica | via Ugo De Caroli 72 d

Alla pizzeria Magnifica sono state protagoniste della serata la Tommasino (base rossa con pomodorini semi dry, bufala campana ed emulsione al basilico), il calzone alla carbonara, fiori di zucca, burrata di Andria, bottarga di Cabras e la pizza Peperoni alla brace, con bufala, colatura di alici di Cetara e filetti di alici siciliane.

Magnifica
Magnifica

Moma | via Calpurnio Fiamma 40-44

Al Moma è stata la volta della “Romana”, con mozzarella, cicoria ripassata e salsiccia e della Tricolore, con base rossa, in uscita mozzarella di bufala a crudo e pesto fatto in casa, oltre alla Zucchine, con mozzarella, provola, zucchine e cipolla rossa caramellata, alla Supermarinara (pizza rossa con aglio, origano, pomodori pachino, alici e capperi) e alla Tropea, con mozzarella, speck, miele e salvia croccante.

Moma
Moma
Moma
Moma

Osteria di Birra del Borgo | via Silla 26a

Una grande impronta di romanità anche per il giovane Luca Pezzetta, che ha preparato la Coda alla vaccinaria, la Pollo con i peperoni, animelle spinaci e tartufo, il calzone trippa porcini e mentuccia, pajata arrosto, cardoncelli e patate, broccolo, steccato di morolo e arancia.

Osteria di Birra del Borgo
Osteria di Birra del Borgo
Osteria di birra del borgo, la pizza
Osteria di birra del borgo, la pizza

Pro loco Pinciano | via Bergamo 18

Per le pizze creative gli ospiti hanno scelto tra la pizza Mortadella, carciofini e scaglie di provolone; l’Amatriciana pro Loco, la Bianca della Tuscia, la Monte San Biagio e la speciale Baccalà. Ricchi anchegli antipasti: panzanella croccante con baccalà, polpetta bollito con giardiniera, supplì, crocchette di patate alla carbonara, assaggio polpetta di coda, pane e ricotta pro Loco, tagliere salumi e formaggi.

Pro Loco Pinciano
Pro Loco Pinciano

Sant’Alberto| via del Pigneto 45

Due le pizze speciali sul menu: la Yummy, con mozzarella, lardo di Colonnata e salsa tartufata e l’Estiva, con salsa di pomodoro, stracciatella, pomodorini gialli, polvere di olive, basilico.

Sbanco| via Siria 1

Romanità in primo piano anche per Sbanco, che ha presentato Marinara, Napoli, Margherita, Diavola, Parmigiana,Funghi rossa e Capricciosa. Per le bianche, invece, sono state sfornate la Fiori e alici, la Salsiccia e Funghi, la Provola affumicata e speck, il Crostino, la Vegetariana, i Quattro formaggi e la Carbonara.

Sbanco
Sbanco
Sbanco
Sbanco

Seu Pizza Illuminati | via Angelo Bargoni 10-18

Anche Pier Daniele Seu ha deliziato gli ospiti del locale con le sue pizze speciali: la Margherita Gialla, con pomodorino giallo, provola affumicata e menta, la Fiori e Mortazza, con fior di latte, fiori di zucca, mortadella, mantecato di ricotta, granella di pistacchio, pepe, la Scommessa vegana, edizione estiva, con vellutata di fagioli cannellini al profumo di cumino, caponata di melanzane, zucchine, patate, mandorle e basilico. Sul menu c’erano anche la Margherita confit, con pomodorini confit, burrata, pesto di basilico; la Scapece, con zucchine alla scapece, fior di latte, formaggio graukase e menta, la Parmigiana, la Palestrata, con fior di latte, bresaola, mousse di rucola, parmigiano 24 mesi e zeste di lime, la Tartare 2016, con burrata, tartare di tonno, granella di pistacchio e zeste di lime e la Magggica, con pomodoro, pomodori del piennolo giallo, pomodorini confit, alici, origano, basilico, pinoli, polvere di olive taggiasche, zeste di arancia, olio all’aglio.

La prima pizza romana della serata, Pier Daniele Seu
La prima pizza romana della serata, Pier Daniele Seu
Pier Daniele Seu
Pier Daniele Seu

Spiazzo | via Antonio Pacinotti 83

A Spiazzo gli ospiti hanno degustato una Margherita con passata di pomodoro, fiordilatte di Agerola, basilico, olio evo aromatizzato al basilico, una Napoli con passata di pomodoro, fiordilatte di Agerola, alici di Cetara e olio evo e una Fiori di zucca e alici con fiordilatte di Agerola, fiori di zucca, alici del mar Cantabrico e olio evo, oltre alla pizza Funghi e alla Capricciosa. Per concludere non potevano mancare due “Spiazzanti” super romane: l’Amatriciana, con crema di sugo all’amatriciana, fonduta di pecorino romano e guanciale Re Norcino croccante e la Norma, con passata di pomodoro, mozzarella di bufala affumicata, melanzane fritte, ricotta salata e pesto di basilico.

Spiazzo
Spiazzo
Spiazzo
Spiazzo

Pizzeria di Quartiere | Pietralata

Anche a Pietralata diverse speciali sul menu: l’Arrabbiata, la Zucchina marinata e la Datterina, con fiordilatte, datterino giallo, battuto di basilico, bufala. E, per finire, la Caciocchiata, con fior di latte, formaggio caciocchiato, rucola e lonzino e l’Alice, con pomodoro, alici, burrata e capperi.

Lievito | Via Andrea Doria, 12-16

Per le proposte classiche, Lievito ha puntato su una Napoli con fiordilatte vaccino di Latina, San Marzano DOP, alici di Cetara e un calzone romano. Per le speciali, invece, sono state proposte la Patate e Pancetta, Arrabbiata e Stracciatella, Burrata e Speck , la Greenwich (mozzarella, blue stilton e riduzione al Porto) e la Tortellino (Brodo di carne, noce moscata, parmigiano reggiano dop, mortadella igp Bologna e prosciutto crudo di Parma).

Lievito, lo spazio esterno
Lievito, lo spazio esterno

Passetto | Piazza di S. Apollinare, 4

Pizze speciali anche al Passetto: la Velletrana, con pomodoro, mozzarella, pomodorini freschi, funghi porcini, prezzemolo e la Broccoletti e mortadella, con crema di broccoletti, filetti di broccolo, pomodori secchi e mortadella.

Passetto
Passetto

Casette di Campagna | Via di Affogalasino, 40

Numerose le pizze sul menu della serata a Casette di Campagna: la Ricca, con mozzarella, porcini, guanciale e scaglie di parmigiano; la Buttera, con salsiccia, pecorino e olive taggiasche; la Prelibata con stracciata di bufala e alici; la Casetta di campagna con mozzarella e gran misto di ortaggi; la Bufalina, con mozzarella di bufala a crudo, pomodorini e basilico. Gli ospiti hanno assaggiato anche le pizze romane ripiene: Montagnola (mozzarella, porcini, taleggio, mortadella al pistacchio), Number One (bufala e crudo di Amatrice)e Succulenta (mozzarella, scarole ripassata alle olive, alici e pecorino).

Casette di Campagna
Casette di Campagna
I pizzaioli di Casette di Campagna
I pizzaioli di Casette di Campagna

Un commento

    luca

    (14 settembre 2018 - 18:00)

    Questa tipologia di pizza che è molto diffusa in tutta Italia(ad esempio a Bari e in Puglia) e in tutto il mondo, con le varie declinazioni,
    è la VERA GRANDE ALTERNATIVA alla GRANDE napoletana classica.

    E’ stata per lungo tempo sottovalutata e nascosta dalle classifiche
    dominate dai “napoletani” che le hanno preferito pizze più vicino alle focacce.

    Ma, ripeto, è la prima grande alternativa alla napoletana degna di essere chiamata ancora pizza.

    Altre tipologi dovrebbero uscire(almeno quelle che sono più vicine alla focaccia) dal confronto con queste queste 2 grandi categorie-tipologie di pizza:
    1 Napoletana
    2 Sottile e croccante.(Scrocchiarella romana, Barese ecc…)

    Io sono un appassionato di napoletana ma riconosco le peculiarità positive dell’altra tipologia, che è nata anche come tentativo di superare i difetti—> molto più diffusi un tempo<— della napoletana(gommosità, digeribilità, difetti di cottura) e la mangio con piacere quando non ci sono
    napoletane valide.

    Spero che nei food blog(italian-napuliten?) venga avviata una rivoluzione che
    rimetta al giusto posto questa tipologia di pizza.

    Ma il CLAN dei Napoletani difficilmente lo farà.
    Forse la rivoluzione verrà dall'estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.