Cenone napoletano con trenta ricette di trenta osterie low cost

Letture: 1970
Napoli le tavole dei nobili al tempo della cucina dei Monzù, della quale la cucina napoletana è naturale derivazione reinterpretata dal popolo

a cura di Giulia Cannada Bartoli

Da oltre 15 mesi, mi son messa alla ricerca delle numerose trattorie napoletane della tradizione che propongono la nostra cucina verace a prezzi assolutamente imbattibili. Quattro, cinque locali al mese,  tutti a gestione familiare, con tante storie di quartiere e persone che sono diventate le tessere di  un prezioso mosaico della storia antropo-culinaria di Napoli. Dal post che mi ha preceduta, l’idea di comporre un immaginario Cenone a spasso tra vie e vicoli della città.

Girovagare tra questi sapori  è stato un po’  duro, vista le  mie  boteriane linee,  ma, è stato anche illuminante e divertente. In appendice  troverete gli indirizzi.

Bene,  si comincia (anche in piedi)  dagli sfizi, i cd. “ntrattieni” per fare in modo che la cena sia lunga e si arrivi alla mezzanotte. Ecco i piatti del nostro  mega cenone, costruito con le ricette delle osterie napoletane visitate nell’ultimo anno e mezzo. Possiamo partire con la frittura di sfizi napoletani e bruschette di Carmine ai Tribunali , con tanto di crocchè, arancini di riso, pizzelle di alghe e calzoncelli ripieni di ricotta

da Carmine ai Tribunali – fritturella napoletana

Oppure il tipico antipasto di mare della Trattoria da Rita, con polpo all’insalata, pizzelle d’alghe, bruschette, e fiore di zucca ripieno di frutti di mare,

da Rita – Arco Felice

oppure il tipico antipasto di terra di Nennella, la regina dei quartieri Spagnoli.

Nennella- tipico antipasto napoletano

E’ presto, a Napoli ci sono due scuole: aspettare a tavola la mezzanotte con la zuppa di lenticchie e cotechino della Vecchia Cantina in Pignasecca,

la Vecchia Cantina cotechino = abbondanza, lenticchie = soldi

Oppure, interrompere la cena a mezzanotte, per brindare con dolci, fuocherelli senza danni, panettone e spumante; poi, più tardi si  ritorna alle lenticchie con lo zampone, magari a notte inoltrata.  L’uso della zampone non è una tradizione tipica napoletana, è arrivato con il prevalere del consumismo e della legge dell’abbondanza. Secondo la tradizione lo zampone fu creato agli inizi del Cinquecento dai cittadini della corte dei Pico di Mirandola per meglio conservare la carne dei maiali, durante il lungo assedio alla città da parte delle truppe di Papa Giulio II della Rovere.

Suvvia, veniamo agli  sfizi e antipasti: non sempre a Napoli,  il mare la fa da padrone, anche se la tradizione vuole  che il 31 si ripeta il menù di magro della Vigilia, con tante e ricche variazioni e addizioni.

Qui un piatto di parmigiane miste cotte a legna;

da Donato fuori Porta Nolana – misto parmigiane Da dx : la classica parmigiana di melanzane, quella di patate, finocchi, carciofi, zucchine, e cavolo; al centro bruschetta con finocchi stufati a legna.

Torniamo al mare…

l’insalata di polpo de La Paranza

Ancora uno sfizietto?

le alici fritte 

Beh, si dia inizio alla cena, vasta scelta per i  primi,  tutti rigorosamente di mare.

Trattoria da Rita – Paccheri di Gragnano e gamberoni
Trattoria – Pescheria La Paranza – Spaghetti e lupini rosè
Osteria Da Antonio – Conchiglioni farciti di mare

Sui  secondi non c’è storia: mare, mare, mare.

Da Umberto a Bagnoli – Dentice al forno con patate
Da Vittorio in Via Diocleziano – stocco in bianco con le olive
Antica Cucina Napoletana – fritto povero con “morzelle” (parti di scarto) di baccalà, alici ed alghe
Il Porto dei Sapori – la fritturella di paranza
da Giovanni ‘ncopp ‘e ‘mmura – introvabile lampuga alla brace
Antica Osteria Pisano – Seppie e patate in umido
Pescheria – Trattoria La Paranza – la zuppa di pesce con crostini

E chi non mangia pesce? Niente paura, pronto soccorso per via orale : Penne alla genovese e polpette e friarielli by Osteria La Mattonella, oltre ai piatti della tradizione mangia foglie partenopea.

Oh, adesso supponiamo che la cena sia iniziata ad orario canonico, per la mezzanotte c’è ancora tempo. Che si fa? Entrano in scena i piatti di mezzo della pura tradizione napoletana, si tratta di preparazioni di sfizio, che non sono né primo, né secondo, a volte li ritroviamo tra gli antipasti,  primi,   o, contorni;  nelle feste non ci sono regole, più spesso a fine pasto, prima dei dolci.

Trattoria Casillo – niente di meglio per pulire il palato che una bella ‘nsalatella fresca, fresca, mò accattata, altro che buste pronte :-)
Da Carmine – il palato si è rinfrescato: pronto per il saporitissimo piatto dei mangia foglie napoletani : melanzane a scarpone, peperoni, in padella, melanzane a funghetto, zucchine alla scapece, carciofi alla giudea

Naturalmente da qui in poi, è necessaria quella che io chiamo la regina delle pietanze napoletane: il pane cotto a legna che solo a Napoli ‘o ssano fa :-)

Il pane Cafone napoletano . Cafone da ” ca’ fune” ad indicare nei secoli passati, le frotte di paesani che arrivati in città per non perdersi erano tutti uniti da una fune
il Porto dei Sapori – Crocchè di patate come a casa
Cantina di Via Sapienza – parmigiana di melanzane
La cucina di Elvira – sfizi napoletani a go go
Locanda ‘Ntretella : sua maestà la mozzarella , c’azzecca in qualsiasi momento se è buona come questa
Da Teresa dal 1913 Cotolette di provola
il fritto all’italiana del Leon d’ Oro: crocchè, arancini, calzoncelli di ricotta e pizzelle di alghe
Antichi Sapori ,Via Santa Lucia – alici indorate e fritte
Da Donato – un must, ‘a ‘mpepata ‘e cozze
E’ pronto ‘o ‘mmangià – “na malatìa” napoletana: ‘o purp co’ ‘o ‘rruss
Le Zendraglie – trippa centopelli al sugo
Vini e Cucina Dalle Sorelle dal 1910 – ciurilli fritti, scarole olive e capperi, quelle per la pizza, zucchine alla scapece
da Donato – la frutta fresca non manca mai
un pò dovunque il must – la frutta secca , ‘ e castagne ‘ro prevete

Veniamo ai dolci :

Da Vittorio presto e bene – gli struffoli
Da Ettore – zeppulelle, o, graffette di patate
Vini e cucina Le due Sorelle dal 1910 – la Pastiera
Nunzia Mattozzi – il liquore al latte

Chiudo questo post con una foto di un personaggio incontrato durante i miei giri.

Protagonista della vita quotidiana del porto di Napoli : Tazzulella

“Tazzulella” non ha nome, questo è il soprannome dato alla sua famiglia, oggi ha 88 anni, vive nel porto da quando ne aveva 5; va fiero del suo medaglione di ottone che lo identifica come Portuale. Per lui il porto è  la casa, alle 5 di mattina è già lì, vive di pensione; tutti lo conoscono, nessuno gli nega un pasto caldo, la sera c’è sempre qualcuno che lo porta a casa. Il suo sorriso, quegli occhi blu, oggi spenti, una volta azzurro mare, sono la speranza e la prova che il pensiero di Plauto prima e di Hobbes poi, “homo homini lupus” possa essere l’eccezione e non la regola.

Siete sazi? Non ce l’avete fatta? Don’t worry…

le osterie a Napoli sono sempre aperte e ca va sans dir…

non spenderete più di venti, venticinque euro,

se come qui, ci sono piatti di mare

Buon 2012 a tutti


Gli  indirizzi

Tavola Calda Da Umberto dal 1959

Via di Pozzuoli 16 – 18
Bagnoli – Napoli
Tel.081.5707040
Aperto: dal lunedì al venerdì 7,00 – 18,00 non stop
Sabato: 7,00 – 24,00 non stop
Chiuso: domenica
Ferie: settimana di Ferragosto
Carte credito: no – ticket restaurant: si

Trattoria Da Rita

Via Miliscola 402/404
Arco Felice (Na)
Tel. +39.081. 866 52 71 – 39 + 339.25 14 997
Aperto sempre a pranzo; giovedì, venerdì, sabato anche a cena. Domenica solo a pranzo ( 12,00 – 15, 30; 19,00– 23,30)
Chiuso: ferie mai. Chiusi 24, 25, 31 dicembre.15 agosto solo a pranzo

Carte di Credito Bancomat: no

Cucina Tipica da Vittorio
Via Diocleziano 67, (all’incrocio con viale Cavalleggeri)
Napoli, Tel. 0817626129
Aperto:Lun – Sab:9.00 16,00/19,00 – 23,00
Chiuso: domenica
Ferie: due settimane in agosto

Antica Trattoria da Carmine ai Tribunali

Via Tribunali, 330
Tel. 081.294383Aperto: pranzo e cena ( 12:00/16:00 – 19:00 – 23,00)

dal mercoledì al sabato; a pranzo: solo martedì e domenica

Chiuso: l’intero lunedì C/credito: sì tranne American Express

Buoni pasto: siAsporto: si
Ferie: 20 – 31 agosto

Antica Cucina Napoletana

Via Giacinto Gigante 33
Tel. 39.081. 544.88.67 – 39.347. 4926123
Aperti solo a pranzo dal lunedì al sabato ( 12,00 – 16,30)
Asporto e consegna a domicilio: si
Giorno di chiusura: domenica, esclusi i periodi delle festività
Ferie: ultime 3 settimane in agosto

Ristorante Pizzeria da Donato

Via San Cosmo fuori Porta Nolana 26/28
Tel.081. 287828 fax 081.06009529

trattoria.dadonato@fastwebnet.it
chiuso :lunedì
aperto a pranzo e cena ( 12.00 – 16,00/ 19:00 – 23.00)
carte di credito, bancomat, TRestaurants: si
ferie: tre settimane in agosto
guida osterie Slow Food 2012 – lingue: inglese e francese

Da Vittorio. Presto e Bene
Via Ugo Niutta 23 – 25, Arenella
Tel.081. 556 91 15
Aperto solo a pranzo: dal lunedì al sabato –h.12-00 – 16,00
Ferie: tre settimane centrali in agosto
c/credito – Bancomat: no
Asporto: si

Il Porto Dei Sapori di Biagio E Giovanni Ugon‎
Molo Immacolatella Vecchia
(all’interno del Porto, ingresso Varco Duomo)
Tel. 081 7901284
Aperto solo a pranzo, dalle 10 alle 17,00.
A cena solo su prenotazione
Ferie: una settimana in agosto

La Cantina di Via Sapienza 8
Tel. 081. 459078
Aperto solo a pranzo dal lunedì al sabato ( 12 – 15, 30.)
www.cantinadiviasapienza.it
credito /bancomat: no
carteTicket Restaurant: si
Ferie: agosto

La Cucina di Elvira

Via Bernini 42
Tel.  338 93.38.810
Aperto a pranzo e cena ( 12,00 – 16,00 ; 19,00 – 23,30)
Chiuso Domenica sera e Lunedì sera
Asporto:si
Carte di Credito Bancomat: no
Ferie: 10 giorni variabili dopo Ferragosto

La Vecchia Cantina

Vico San Nicola alla Carità 13 – 14
tel. 081 552 02 26 – 348 .4493803
Aperto a pranzo e cena, 12,00 – 15,30 /19,30 – 23,00
Chiuso: solo domenica sera
Ferie: 1 settimana in agosto
Carte credito, bancomat, buoni pasto: si

Napoli, La Taverna del Buongustaio
Vico Basilio Puoti, 8
Tel .39+081.5512626
Chiuso: domenica sera
Aperto: dal lunedì al sabato a pranzo e cena.
Domenica solo a pranzo (12,30-15,30/ 19,00–24,00)
No carte di credito
consigliata la prenotazione nel fine settimana (si no nun v’assettate!)

Locanda Ntretella
Salita S. Anna di Palazzo (Adiac.Via Chiaia)
Tel. +39.081.427783 – mob. 39+ 333. 7687 111
www.locandantretella.it

Aperto: pranzo e cena ( 12,00 – 15,30; 19,00 – 23.30)
Chiuso: Domenica
Ferie: 15 gg. in Settembre
C/c e bancomat:si
Buoni pasto: si

Osteria da Teresa
Via Kerbaker 58
Tel.081. 556 70 70
Aperti: a pranzo e a cena ( dalle 12 alle 15 e dalle 19 alle 23.)
Chiusi la Domenica
Ferie: in agosto

Ristorante il Giardino di Napoli
Di Nunzia Mattozzi
Via Pietro Colletta 25 – 27Tel./Fax +39. 081 287884Aperto dal lunedì al sabato a pranzo e cena 12,00 – 16, 30/ 19,00 23,00.Chiusi la domenica e da luglio anche il sabatoCarte di credito e bancomat: si
Ferie: tutto agosto

Osteria da Antonio
Via Depretis 143 – ad. P.zza Municipio
Tel.+39. 081.551.01.38
Orari: 12,00 – 15,30 . 19,00 – 23,30
Aperto: tutti i giorni a pranzo e cena
Ferie: due settimane centrali in agosto
C/credito Bancomat: si

Osteria da Tonino

Via S. Teresa a Chiaia 47
Tel. 081. 421533
osteriadatonino@libero.it

Aperto: da lunedì alla domenica a pranzo h. 12,00 – 15,00
Venerdì e Sabato anche di sera ( consigliata la prenotazione)
Chiusi: dal lunedì al giovedì sera
Carte di credito e bancomat: si
Ferie: 2 settimane centrali in agosto

Pescheria – Trattoria La Paranza
Via
Carlo d’Andrea 11 nei pressi di Palazzo Grimaldi
Tel. 081
3420573
Aperto: pranzo e cena (12,30 – 16,00 – 19, 30 – 23,00)
Chiuso: domenica sera e lunedi sera
Ferie: due settimane in agostoAsporto: si, su prenotazione; nelle vicinanze del locale anche consegna a domicilio
Carte di credito e bancomat:no

E’ Pront’ ‘o ‘mmangià

Via Cesare Rosaroll 65
Tel. 081.0098834 – 339.3571092
Aperto a pranzo e cena h.10,00 – 23,00 non stop
Chiuso: lunedì
Ferie: 10 gg. In agosto
Bancomat, carte credito: no

Leon d’Oro

Piazza Dante 48
Tel.081.549 94 04
Aperto a pranzo e cena dal martedì alla domenica
Chiuso: lunedì, Pasqua, 24, 25 e 31 dicembre
Ferie : 2 settimane centrali in agosto
C/credito: no – Bancomat:si

Trattoria Casillo da Don Antonio

Vicoletto Rosario a Portamedina 25
Tel.081. 552 22 48
Aperti: solo a pranzo dal lunedì al sabato 12,00 – 16,30
chiusura:domenica
Ferie: ultime 2 settimane in agosto
Carte di credito. Bancomat: si

Trattoria da Ettore

Via Gennaro Serra 39
Tel. 081. 7643578
Aperti: tutti i giorni a pranzo e dal giovedì al sabato a cena
Chiusi: domenica e lunedì sera
Orari: dalle 12 alle 15, 30, dalle 20, 00 alle 23,00
Ferie: Agosto
Carte di credito e bancomat: si

Trattoria Tripperia Le Zendraglie

Via Pignasecca 14
tel. 081.551.1993
Aperto a pranzo
Chiuso: domenica
orario tripperia 8,30 -20, 30 non stop
Ferie: 2 settimane in agosto
Carte credito, bancomat: no

Trattoria Nennella dal 1949
Vico Lungo Teatro Nuovo 103
Tel.081 41 43 38
Aperto: pranzo e cena
Chiuso: domenica
Ferie: 20 gg. ad agosto, 25, 26 e 31 dicembre

Antichi Sapori
Via Santa Lucia 18 – 18 a
Tel. 39+081. 245 11 83
Aperto a pranzo: dal lunedì alla domenica; a cena dal lunedì al sabato
Dal 1 gennaio al 3 marzo chiusi l’intera domenica
Ferie: una settimana a Ferragosto
C/credito e bancomat :si
Buoni pasto: si – Consegne a domicilio: si

Antica Osteria Pisano
Piazzetta Crocelle ai Mannesi, 1
tel. 081 5548 325.
Aperto a pranzo e cena, 12,00 – 16,00 /19,30 – 23,00
Chiuso: domenica
Ferie: agosto

Da Giovanni

Via Soprammuro a Porta Nolana 9/10
Tel.  39+ 081. 26 83 20
Aperto a pranzo e cena h.7,30  – 23,00 non stop
Chiuso: domenica
Ferie: 2 settimane in  agosto, 2 gg.per Natale e 2 per Pasqua
Bancomat, carte credito: si

Vini e Cucina dal 1913

Via Piedigrotta 56
Tel. 081 66 79 23
Aperto: pranzo e cena dal lunedì al sabato
Chiuso. Domenica sera
Ferie: 10 giorni in agosto

Vini e Cucina dalle Sorelle dal 1910

Via Benedetto Cairoli 1 (angolo Via Arenaccia)
Tel. 081 .45 47 57
Aperto a pranzo dal lunedì il sabato dalle 12,00 alle 15, 30
Di sera entro le 21, 30, meglio su prenotazione
Sabato dalle 19, 30 – 24,00Ferie: 2 settimane in agosto
Carte di credito e Bancomat: si

Osteria La Mattonella

Via Nicotera 13
Tel.081.41.65.41 – maxmarangio@hotmail.it
Aperti tutti i giorni, pranzo e cena ( 12,30 – 15,00; 19,00 – 23,00.)
Chiuso: domenica sera
Ferie: due settimane centrali in agosto

12 commenti

  • Pasquale Carlo

    (31 dicembre 2011 - 11:20)

    Gran bel racconto gastronomico.
    Giulia, auguri di un 2012 segnato sempre da cose nuove e buone

  • gaspare

    (31 dicembre 2011 - 11:55)

    mi hai rignuto gli uocchi!
    buon 2012

  • alberto capasso

    (31 dicembre 2011 - 13:29)

    Che spettacolo Giu’, altro che fuochi d’artificio! Meraviglioso 2012

  • […] Cenone napoletano con trenta ricette di trenta osterie low cost […]

  • anna ruggiero

    (2 gennaio 2012 - 17:31)

    cara le appunto in agenda ma basta mangiare per un pò…..augurissimi

  • giuseppina agrelli

    (2 gennaio 2012 - 20:29)

    …..QUESTO IL GRAN FINALE 2011 ORA PER GLI AMICI DI QUESTA RUBRICA L’AUGURIO DI CONTINUARE A MANGIAR BENE SPENDENDO POCO SEGUENDO LE INDICAZIONI DI GIULIA

  • carmine

    (7 gennaio 2012 - 13:52)

    ho lavorato e studiato a Napoli nel corso di un ventennio buono, sempre di corsa per tornare a casa, Gesù cosa mi sono perso…. che meraviglie, gli occhi mi fanno male a guardare troppo, in cuor mio spero di rifarmi col tempo che verrà. Ancora una volta, e non mi stancherò di ripeterlo, ringrazio l’opera meritoria della signora Giulia, a cui vanno i miei sentitissimi auguri per questo nuovo anno, che sia foriero di cose belle per lei e per noi.

  • Pino Vomerese DOC

    (21 marzo 2012 - 20:00)

    …..scusa il ritardo del mio commento ma ho scoperto solo oggi questo ben di Dio, avrei tante cose belle da dire per tutto il lavoro che hai svolto, e non basteranno i mille ringraziamenti per le informazioni che mi hai dato.Ti saluto e mi unisco al commento dell’amico Gaspare che mi ha preceduto nel commentato “MI HAI RIGNUTO GLI UOCCHI” grazie.Pino

  • Giovanna Voria

    (31 dicembre 2012 - 11:25)

    Giù, non hai presentato solo i piatti ma hai raccontato la storia e le tradizioni napoletane come solo tu sai fare! Meraviglioso 2013

  • Trattoria da Donato

    (31 dicembre 2012 - 13:36)

    Grazie Giulia !!!

  • lucia monopoli

    (11 febbraio 2013 - 11:55)

    Grande! ho studiato a Napoli, e ci ritorno sempre molto ma molto volentieri e ci porto i miei amici cui voglio far vedere e gustare tutte le cose più belle e buone di Napoli, grazie per le segnalazioni.

  • Giancarlo

    (30 dicembre 2015 - 19:50)

    buon 2012?!?
    magari…

I commenti sono chiusi.