Le Tre Sorelle a Casal Velino: Franca Feola e la cucina di mare tra gli olivi del Cilento

20/7/2020 9.4 MILA
Le Tre Sorelle a Casal Velino, con Franca Feola
Le Tre Sorelle a Casal Velino, con Franca Feola

TRE SORELLE  CASALVELINO
Via Roma, 48
Tel. 0974.902024-3664802452
Aperto: solo la sera, da venerdi a domenica. Sempre in estate.
www.locandaletresorelle.it

Mancavamo colpevolmente da un po’ qui alle Tre Sorelle di Casal Velino, la bella casa (è proprio il caso di dire) di Franca Feola. Una locanda con giardino tra gli olivi del Cilento, per una cucina di mare tra le più autentiche ed espressive della zona.
La mascherina da norme anti-Covid non riesce a nascondere il patto che sembra aver fatto col diavolo: sempre in forma scattante, sorriso giovane e aperto, nonostante il difficile periodo appena trascorso. «Alternavo momenti di grande malinconia e preoccupazione (due delle tre figlie, le tre sorelle del nome, vivono a Milano n.d.r.) a giornate durante le quali mi godevo panorama e campagna come mai ero riuscita a fare prima». Lunghe passeggiate, pranzi in famiglia e continui esercizi in cucina.
Poi finalmente la riapertura, e il successo di presenze in Cilento di queste settimane, che ovviamente è arrivato anche qui. «Certo abbiamo dovuto rinunciare al turismo dei paesi del Nord Europa, ma gli italiani che da sempre vengono a trovarci non ci hanno fatto mancare il loro affetto».
Un locale fuori dal caos turistico, in una struttura che dal giardino regala un panorama presepiale tipico delle zone interne del Parco Nazionale. Arredato con molto gusto e con grande rispetto per la vegetazione mediterranea, è diventato negli anni un punto di riferimento per i piatti che attingono al mare pescoso a due passi.

Le Tre Sorelle a Casal Velino, l'ingresso
Le Tre Sorelle a Casal Velino, l’ingresso

Ed è proprio sul pescato giornaliero che Franca, figlia di pescatore, ha costruito la sua piccola carta. Piccola ma nerboruta: tre o quattro piatti per ogni portata, descritti analiticamente ma senza riferimenti incomprensibili. Da autentica cilentana, divide i primi piatti in pasta secca e pasta fresca, quest’ultima lavorata in casa a mano con una ricercata selezione di farine autoctone che – come tanti altri prodotti – si procura da piccole aziende della zona, lavorando con ostinata convinzione alla costruzione di una rete, ben sapendo che solo così si piantano i piedi nel futuro.

Le Tre Sorelle a Casal Velino, dettaglio
Le Tre Sorelle a Casal Velino, dettaglio
Le Tre Sorelle a Casal Velino,, i tavoli in giardino
Le Tre Sorelle a Casal Velino,, i tavoli in giardino

Già dal benvenuto, un assaggio di palamita in zuppetta di frutta fresca, si legge la cifra della proposta. Pesce povero, prodotti locali, freschezza, stagionalità. Combinazioni semplici ma di grande sapore. Nessun indovinello o, peggio, rebus all’orizzonte nella comprensione dei piatti.
Ecco dunque, per cominciare, una ceviche “del nostro mare” dalla giusta acidità; un carpaccio di gamberi rossi accompagnati da una salsa in agrodolce e il crudo di pezzogna servito su pane tostato e profumato alle erbette selvatiche.

Le Tre Sorelle a Casal Velino, il benvenuto con palamita e frutta
Le Tre Sorelle a Casal Velino, il benvenuto con palamita e frutta
Le Tre Sorelle a Casal Velino, pane e grissini
Le Tre Sorelle a Casal Velino, pane e grissini
Le Tre Sorelle a Casal Velino, , ceviche del nostro mare
Le Tre Sorelle a Casal Velino, , ceviche del nostro mare
Le Tre Sorelle a Casal Velino, carpaccio di pezzogna su pane tostato ed erbette selvatiche
Le Tre Sorelle a Casal Velino, carpaccio di pezzogna su pane tostato ed erbette selvatiche
Le Tre Sorelle a Casal Velino, carpaccio di gambero rosso
Le Tre Sorelle a Casal Velino, carpaccio di gambero rosso

Diciamo subito che tra i primi piatti a colpirci particolarmente è stato un tagliolino al limone con uova di merluzzo (fuori carta), perfetto per consistenza e cottura. Naturale ma decisa sapidità, ricetta golosa ma per nulla scontata.
Opulento e piacevole il primo con pasta mischiata e patate, fonduta di provola e carpaccio di gambero rosso forse alla fine un po’ troppo nascosto dagli altri ingredienti.  Quasi ormai un classico la genovese di mare, qui con gli ziti spezzati a mano e una convincente versione con la ventresca di alalunga.
Sempre ben riuscita la robusta tagliatella di farro con pomodorini gialli, alici di menaica e cacioricotta cilentano.

Le Tre Sorelle a Casal Velino, tagliolino al limone con uova di merluzzo
Le Tre Sorelle a Casal Velino, tagliolino al limone con uova di merluzzo
Le Tre Sorelle a Casal Velino, mischiato con patate, fonduta di provola e carpaccio di gambero
Le Tre Sorelle a Casal Velino, mischiato con patate, fonduta di provola e carpaccio di gambero rosso
Le Tre Sorelle a Casal Velino, il mischiato con patate, provola e gamberi
Le Tre Sorelle a Casal Velino, il mischiato con patate, fonduta di provola e gamberi, dettaglio
Le Tre Sorelle a Casal Velino, , genovese con ventresca di alalunga
Le Tre Sorelle a Casal Velino, , genovese con ventresca di alalunga
Le Tre Sorelle a Casal Velino, taglatela di farro con datterini gialli,cacioricotta e alici di menaica
Le Tre Sorelle a Casal Velino, taglatella di farro con datterini gialli, cacioricotta e alici di menaica

Tra i secondi piatti, una zuppetta di pesce “composta” personalmente da Franca, con il pescato del giorno in grande equilibrio, anche visivo, e un sughetto marinaro da scarpetta incondizionata.
Cotture semplici, dunque, alle quali l’esperienza e la curiosità da un lato e la notevole pescosità dall’altro riescono a dare una marcia in più; il tutto in un ambiente curato dall’atmosfera familiare che non rinuncia all’eleganza. Attenzione viene riservata anche al cestino del pane e dei grissini (fatti in proprio) così come alla carta dei vini che guarda con orgoglio alle etichette cilentane.

Le Tre Sorelle a Casal Velino, zuppetta di pesce
Le Tre Sorelle a Casal Velino, zuppetta di pesce

Anche la chiusura, proprio come il benvenuto, è affidata con garbo alla tradizione e ai prodotti del territorio, come il dulce de leche in versione cilentana con latte di bufala, oppure il delizioso sorbetto al basilico servito come pre dessert. Imperdibile la versione mini del cannolo cilentano, preparato al momento.
Servizio professionale, molto cresciuto, dalle giuste attenzioni al cliente, per un conto medio che si aggira sui 45 euro.

Le Tre Sorelle a Casal Velino, zuppetta di pesce
Le Tre Sorelle a Casal Velino, zuppetta di pesce
Le Tre Sorelle a Casal Velino, dulce de leche con spuma di bufala
Le Tre Sorelle a Casal Velino, dulce de leche con spuma di bufala
Le Tre Sorelle a Casal Velino, gelato al caffè
Le Tre Sorelle a Casal Velino, gelato al caffè
Le Tre Sorelle a Casal Velino, cannoli cilentani mignon
Le Tre Sorelle a Casal Velino, cannoli cilentani mignon

La nostra scheda del 25 luglio 2015:

TRE SORELLE
Via Roma, 48
Tel. 0974.902024-3664802452
Aperto: solo la sera, da venerdi a domenica. Sempre in estate.
www.locandaletresorelle.it

Le tre sorelle, locanda con cucina cilentana, si trova a Casal Velino: pochi passi dal mare, nel mezzo del verde della macchia mediterranea, che anche quando ospita olivi e castagni, resta sempre meravigliosamente selvaggia.
Una costruzione in pietra, ben curata. Mani femminili, ma forti. Fuori e dentro.
Qui si ferma il viaggiatore che si aspetta un bel senso dell’ospitalità, una vacanza tranquilla, nella quale poter cercare il confort delle cose semplici, ma ben fatte. Il camino d’inverno, la piscina d’estate. In tutte le stagioni la giusta distanza da traffico e spiagge chiassose.

Le Tre Sorelle
Le Tre Sorelle, scorcio della Locanda
Le Tre Sorelle, piscina su olivi
Le Tre Sorelle, piscina tra gli olivi

Franca Feola conduce con caparbietà e passione questa bella struttura nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, diventata ormai anche una meta gourmet per gli appassionati della dieta mediterranea riletta con fantasia e aggiornata con piglio moderno e curioso.
Il suo papà faceva il pescatore e infatti sulla tavola di Franca non mancano mai i pesci del suo mare: si rivolge ogni giorno a fornitori di fiducia, e tutti della zona.
I piatti poveri di una volta vengono riproposti con garbo e delicatezza, come nel caso delle (imperdibili) alici marinate con l’acqua sale. Pochi, pochissimi ingredienti, a ricordare la forza e la prepotenza dei sapori della terra e del mare qui nel Cilento.

Le Tre Sorelle, alici marinate e acquasale
Le Tre Sorelle, alici marinate e acquasale

Abbinamenti mai improvvisati, come nel caso del polpo con le patate o della seppia con piselli. Ma, nei suoi piatti, la tradizione non è mai monotona o – peggio – appiattita su se stessa. E’ soltanto la base sulla quale poggia una cucina di molto alleggerita, moderna, a tratti sfiziosa e divertita.

Le Tre Sorelle, polpo su patata
Le Tre Sorelle, polpo su patata

Con qualche tuffo nella memoria dei meno giovani, come nel caso delle polpette di alici, dove si ritrova il senso dei piatti più poveri dei borghi marinari di una volta, dove alici e baccalà erano la sola carne dei pescatori.

Le Tre Sorelle, polpette di alici alla cilentana
Le Tre Sorelle, polpette di alici alla cilentana

Senza mozzarella nè formaggio, poi, la versione cilentana della montanara: qui con pomodorini appena scottati, capperi odorosi, alici e origano di montagna. Davvero, se la dieta mediterranea avesse anche un profumo, sarebbe tutto racchiuso in un boccone semplice e goloso come questo.

Le Tre Sorelle, montanara cilentana con acciughe e capperi
Le Tre Sorelle, montanara cilentana con acciughe e capperi

 

Le Tre Sorelle, totani e patate
Le Tre Sorelle, totani e patate

Robusti e ricchi di sapore anche i primi, con le tagliatelle di farro con acciughe e pecorino e il risotto con puntarelle, cozze e bottarga.

Le Tre Sorelle, linguine di farro con acciughe e pecorino
Le Tre Sorelle, linguine di farro con acciughe e pecorino

 

Le Tre Sorelle, risotto alle puntarelle cozze e bottarga
Le Tre Sorelle, risotto alle puntarelle cozze e bottarga

Anche l’attenzione ai colori e alle forme del piatto sono il tratto distintivo di una cucina che se da un lato non rinuncia a schiettezza e veracità, dall’altro non vuole schiacciare prodotti del territorio e ricette autentiche su cifre lette e rilette.

Le Tre sorelle, seppia gratinata al forno con pomodori e piselli
Le Tre sorelle, seppia gratinata al forno con pomodori e piselli

Chiusura dolce con simpatiche e leggere meringhe al mandarino e una cassatina cilentana con ricotta di capra.
A completare – e non è poco – un servizio gentile ed informato ed una carta dei vini ben impostata (Franca è anche sommelier).

Piacevole esperienza, dunque, da non mancare se siete in Cilento.

Le Tre Sorelle, crostatine di meringa e confettura di mandarino
Le Tre Sorelle, crostatine di meringa e confettura di mandarino

 

Le Tre Sorelle, cassatina cilentana
Le Tre Sorelle, cassatina cilentana

Locanda Le Tre Sorelle Franca Feola Casalvelino

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.