Cinque piccole grandi osterie d’autore con giovani preparati che non credono di essere Carlo Cracco o Massimo Bottura

28/3/2017 21.5 MILA

Ci sono giovani che pensano di essere Cracco e Cannavacciuolo dopo aver fatto un paio di stage in uno stellato. E altri che dopo aver fatto gavetta vera nelle grandi cucine tornano e realizzano una ristorazione di servizio dove i piatti della tradizione, appena alleggeriti e meglio presentati, rendono felici con il sapore e prezzi low cost.
Vi segnaliamo:

________________________
Gerani a Santa Maria la Carità
Via Petraro 1, Piazza Borrelli
Tel.081 874 4361

Sempre aperto, chiuso domenica sera
___________________________

Dove lavora Giovanni Sorrentino che regala un imperdibile mezzanello allardato, preparazioni di carne ben eseguite, dolci perfetti. Buona materia prima e tanta tecnica acquisita in stage veri, al servizio del sapore.

Giovanni Sorrentino Gerani
Giovanni Sorrentino Gerani
Gerani, Lo Spiedo, gamberi scottati al lemon grass con carciofo di Schito in diverse consistenze, chips, crema e arrosttito
Gerani, Lo Spiedo, gamberi scottati al lemon grass con carciofo di Schito in diverse consistenze, chips, crema e arrostito

 __________________________________
Cucina 82
Piazza Guglielmo Marconi, 9.
Tel. 081 801 3242.

Aperto a pranzo e a cena.
Chiuso domenica sera e martedì
__________________________________

Nella vicina Gragnano la piccola e solida realtà dei fratelli Giuliano (in sala) e Vincenzo Vaccaro (in cucina): grande spaghetto con broccoli, lupini e ziti con ragù di tracchia. Sempre ben eseguite le cotture del pesce. Con la speranza di non vederli testimonial della Voiello come ha fatto Giulio Coppola, cuoco di Gragnano, che ha prestato il suo volto alla concorrenza del suo paese.

Cucina 82, Giuliano e Vincenzo Vaccaro
Cucina 82, Giuliano e Vincenzo Vaccaro
Cucina 82, spaghetti con friarieli, broccoli, vongole e lupini
Cucina 82, spaghetti con friarieli, broccoli, vongole e lupini

 ____________________________________
La Fescina
Corso Italia, 261 – Quarto
Tel. 081 1846 4977
Sempre aperto

_____________________________________
A Quarto bello ed essenziale il locale dei cognati Antonio Apa e Dario De Gaetano, a bottega dal Convivio Troiani. Pollo alla cacciatora, amatriciana e ravioli con genovese. Orto di casa, tanto agrumato e pesce flegreo.

Antonio Apa e Dario De Gaetano
Antonio Apa e Dario De Gaetano
La Fescina, ravioli con genovese e funghi
La Fescina, ravioli con genovese e funghi

__________________________
Ristorante Binario Due
Via Giacinto Vicinanza, 36, 84123 Salerno SA
Tel. 089 984 9905
Sempre aperto
www.binariodue.it
A due passi dalla stazione il giovanissimo Giampaolo Zoccolo propone piatti semplici con il giusto piglio creativo puntando su prodotti del ricchissimo territorio salernitano non omologati.

Binario Due, Gianpaolo Zoccola
Binario Due, Gianpaolo Zoccola

______________________________
Cetaria Ristobar

Piazza della Repubblica, 9, Baronissi (SA)
089.2961312
393.2335681
Sempre aperto
______________________________

A Baronissi vicino Salerno un localino semplice con una buona carta dei vini. Cucina di mare semplice e sincera.

Cetaria - Baronissi, Salvatore e Federica
Cetaria – Baronissi, Salvatore e Federica

 

CONCLUSIONI

Le trattorie nascono dalla cucina familiare. Ora cosa sta succedendo? Semplice, i ragazzi dai 30 anni in giù che non hanno investitori aprono le loro trattorie per fare ristorazione di servizio, che è poi, lungi da me fare il populista gastronomico, la cucina della gioia. Il vantaggio per noi clienti è evidente: il pollo alla cacciatora sarà buono in versione tradizionale, ma con una cottura tecnica, un filtro alla salsa e qualche piccolo accorgimento sarà ancora più buono. E allora, che aspettate, provate questi cinque posti e sarete felici con 35, 40 euro. Ma anche meno.

2 commenti

    Marco

    (28 marzo 2017 - 14:38)

    È molto bello vedere “nuova linfa” enogastronomica che nasce e cresce e si evolve nel modo giusto all’interno dei dettami del territorio e della nosta cultura .
    Ad maiora!!!
    Andrò a trovarli tutti, partendo da quelli più vicini.

    Alfonso Penna

    (29 marzo 2017 - 22:53)

    Ad Aprile sarò in Campania
    Andrò a Curiosare….!

I commenti sono chiusi.