Rubriche

This must be the place

23 ottobre 2011 7

di Fabrizio Scarpato C’è un posto freddo e perfetto: sulla parete lampeggia la scritta Cuisine. E’ una cucina, troppo ordinata, aliena, ma è una cucina. Non ci sarebbe bisogno di sottolinearlo con una luce ad intermittenza. Tautologia superflua, un orpello idiota, tanto più se in quella cucina talvolta qualcuno cuoce effettivamente qualcosa….  Leggi tutto »

Ma cosa ho fatto di male per meritare tutto questo?

1 ottobre 2011 7

di Fabrizio Scarpato Non so voi, ma io non sono così. E nemmeno quelli che conosco sono così. Nessuno che al ristorante inarchi la schiena brandendo un menu, alzi il mento agitando la mano destra con indice e pollice uniti, moduli accademicamente la voce dando aria ai denti…  Leggi tutto »

Roberto Goracci: Acqua viziata / Un tuffo dove l’acqua è più blu, niente di più

30 settembre 2011 10

di Fabrizio Scarpato Upon the seventh seasick day we made our port of call A sand so white, and sea so blue, no mortal place at all. We fired the gun, and burnt the mast, and rowed from ship to shore… C’è una bella differenza tra un porto e una marina:…  Leggi tutto »

Sotto l’ombrellone-3. Il crudo vi sommergerà

9 settembre 2011 6

di Fabrizio Scarpato Li hanno trovati che facevano l’alza bandiera, una mattina, come tutte le mattine, da venticinque anni. Bandiera rossa a difesa dell’isola di Kaishan, puntino nel Mar Giallo, avamposto cinese contro l’invasore del Sol Levante. La famiglia Wang, marito,…  Leggi tutto »

Sotto l’ombrellone-2 La forma dei sogni

6 settembre 2011 1

di Fabrizio Scarpato Lerici: sotto il portico una mostra di Francesco Musante. Mi piace perdermi nel suo mondo fantastico, tra conigli bianchi ed elefanti che volano, poeti e donnine, pesci che danzano sulle nuvole e trenini che sferragliano sul mare tra piccole case colorate, alberi da frutto, le lune, i cuori. Un…  Leggi tutto »

Sotto l’ombrellone-1 | Depardieu, Questioni di core

1 settembre 2011 4

di Fabrizio Scarpato A me Gerard Depardieu sta simpatico. E’ uno che ha preso la vita per tutti i versi, l’ha rivoltata come un calzino, subendone tutte le conseguenze, anche tragiche. Non si può dire che non abbia fatto la vita che ha voluto, io per primo non potrei dirlo e sfido…  Leggi tutto »

Serendepico, Lucca / Le Ruote Pazze

28 agosto 2011 24

di Fabrizio Scarpato La domenica era un rito. Prima impastare, poi fissare la macchinetta a un traballante tavolo in formica magari con l’aiuto di qualche zeppa di legno, subito dopo tirare la pasta e infine cuocerla, per fare le lasagne. I rettangoli di pasta venivano tirati su dall’acqua bollente e passati nel…  Leggi tutto »

Maurizio Maggiani: Meccanica Celeste / La Garfagnana e l’Universo al femminile

5 agosto 2011 4

di Fabrizio Scarpato Quello che le donne non dicono traspare nei momenti in cui, senza motivo apparente, fiutano qualcosa nell’aria, qualcosa che ci sfugge: un movimento delle dita, uno scarto dello sguardo, un silenzio improvviso. Sensibilità, presentimenti: di donne, di madri, di amanti. Quello che le…  Leggi tutto »

Casa del Nonno 13 in Versilia / Il mito e il pomodoro

24 luglio 2011 0

di Fabrizio Scarpato E’ il tramonto. Sotto il capanno ecru si gonfiano, al vento, le tende ecru, tra le sdraio ecru, i lettini ecru, sulla sabbia ecru, al sole che occide, ovviamente ecru. Ninfe fasciate di ecru indugiano nei patii dipinti di ecru, dietro persiane ecru, ai tavoli, tra svolazzanti tovaglie nei toni…  Leggi tutto »

Tour de France / Gianni Mura e le sue pagine che sanno di Francia

8 luglio 2011 13

di Fabrizio Scarpato Una curiosità, signor Mura: spesso si ha la sensazione che lei segua il Tour soprattutto perché le consente di tornare ogni anno in Francia. Un pretesto, insomma, per ritrovare o scoprire un paesaggio, una cucina, un vino, persino una canzone. Non ricordo…  Leggi tutto »

Cinque Terre, Vernazza / Azienda Agricola Cheo e la collina di Lise

30 giugno 2011 1

di Fabrizio Scarpato Sa, nelle piane lassù abbiamo trovato dei piatti di porcellana. La gente si fermava per mangiare, forse dopo il lavoro in vigna, forse dopo la vendemmia, quando si faceva festa. La collina sopra Vernazza, una delle Cinque Terre, disegna una esse, offrendo al sole tutta la parte convessa:…  Leggi tutto »

Riomaggiore, Cinque Terre / A pié de mà: il vino, le acciughe e il treno dei desideri

20 giugno 2011 6

di Fabrizio Scarpato Io avevo un Rivarossi. Il trenino di fronte a me, laggiù, incastrato tra due gallerie, un po’ gli somiglia. Anche la stazioncina, se è per questo, e pure il semaforino. Un fischio: passa velocemente una striscia continua bianca, un attimo di bagliori rossi e azzurri…  Leggi tutto »

Moet Ice Imperial / Ho visto un ricco che piangeva

15 giugno 2011 9

di Fabrizio Scarpato Ho visto un ric… Sa l’ha vist cus’ è? Un ricco, un sciur. Ah beh, sì beh… Il tapino lacrimava su un calice di vino ed ogni go, ed ogni goccia andava derent’ al vin, che tutto l’annacquava. Pover tapin… e povero anche ‘l…  Leggi tutto »

Alto Adige/Sud Tirol: il Jasmin e la musica che gira intorno

8 giugno 2011 4

di Fabrizio Scarpato La prima cosa che vedi è il paesaggio. Le valli disegnano l’Alto Adige come le nervature di una foglia, nette e pulite, increspate da campanili e abbazie, ravvivate della linfa delle attività agricole, colorate di frutti e di boschi, brillanti di vino, profumate di latte….  Leggi tutto »

Napoli, ieri oggi e domani

31 maggio 2011 1

di Fabrizio Scarpato Immaginazione. Che Terry Gilliam fosse un tipo dotato di fervida immaginazione lo potevano supporre, ma che avesse anche capacità di preveggenza o di intuizione politica, francamente non era dato sapere. Con un gioco di parole fonetico e grafico, “The Wholly Family” il cortometraggio…  Leggi tutto »

Paestum, la mozzarella di Botero by Fabrizio Scarpato

27 maggio 2011 1

Sulle Strade della Mozzarella. Dopo Maffi, Cauzzi , Fiordelli e Caffarri ora tocca a… di Fabrizio Scarpato E la luna bussò, alle porte del buio…Tra pareti gravide di bottiglie, sotto lo sguardo protettivo di qualche decina di Mazinga che pendono gelidi dal soffitto, una dolcissima mozzarella di bufala fa mostra di…  Leggi tutto »

Parole e gesti nel circo Barnum della cucina: istruzioni per l’uso

18 maggio 2011 10

di Fabrizio Scarpato In tutte le case c’è il cassetto dei libretti di istruzione, quantomeno ogni casa nasconde un qualche angolo in cui finiscono dimenticate milioni di parole che spiegano gli effetti speciali del vostro smartphone, del vostro microonde, del frullatore, come dell’ultimo tv al plasma. Note abbandonate, orizzonti perduti, disintegrati…  Leggi tutto »

Milan Campione, sputtanata la stampa sportiva. Ma quale Champagne a fiumi, si è festeggiato con una sei litri di Cà Del Bosco!

9 maggio 2011 30

di Fabrizio Scarpato Qualcuno potrà dire che mi rosica: in realtà non c’è nulla da dire sulla vittoria del Milan, anche perché, come juventino, ho avuto altri problemi, infinitamente lontani dalla lotta al vertice. Tuttavia, sabato sera, alla fine della partita con la Roma che chiudeva la…  Leggi tutto »

Marco Malvaldi: Odore di chiuso. Di Pellegrino Artusi e dell’allegoria della maionese

5 maggio 2011 9

di Fabrizio Scarpato “Gli alberi non crescono tirandoli dall’alto, dottor Bertini”. A Pellegrino Artusi non pareva vero poter entrare a gamba tesa in una discussione politica, proprio gli fibrillavano i grandi mustacchi da generale di corpo d’armata. Tipo tranquillo, già avanti negli anni, capelli all’umberta e finanziera, sentiva riaffiorare i suoi…  Leggi tutto »

Serralunga d’Alba, ristorante La Rei. Il senso dell’identità

22 aprile 2011 2

di Fabrizio Scarpato A volte è utile mettere i puntini sulle “i”, per provare a capire, riflettere, osare una sintesi, magari guardando dall’alto, per cogliere un tutto. I come impressione: ecco proprio guardare dall’alto, nel caso del Boscareto Resort, consentirebbe di capire…  Leggi tutto »

Firenze, ristorante Ora d’Aria di Marco Stabile. Il teatro della cucina

19 aprile 2011 11

di Fabrizio Scarpato Il teatro della cucina. O la cucina che si fa teatro, ma senza teatralità. Si entra da una via fiorentina che non è come tutte le altre, per il senso di rispetto e memoria, ma anche per il ritrovato filo di divertimento e cultura, enogastronomia e arte gelatiera:…  Leggi tutto »

L’immaginazione al potere

3 aprile 2011 7

di Fabrizio Scarpato Io ne ho… viste cose che voi umani non potreste immaginarvi…” Blade Runner, tra umani e androidi l’abisso non è più l’aspetto fisico ma la profondità cognitiva, la potenza mnemonica. Oggi quella stessa frase potrebbe esser pronunciata dai vostri smartphone o dalle vostre playstation: l’androide Roy Batty…  Leggi tutto »

Polesine Parmense | Antica Corte Pallavicina: storie e voci sulla riva destra del Po

20 marzo 2011 3

di Fabrizio Scarpato Il grande quadro domina la sala a vetri, rischiarato da quella luce bianca a perdita d’occhio che illumina d’orzata questi luoghi. Accanto alla cucina un padre, cuoco, e alcune donne, forse depositarie di antichi saperi, forse sfogline o razdore, nell’angolo un cameriere: tra loro, divertiti, tre bambini. Una mamma…  Leggi tutto »

La Savona – Sanremo, le canzoni e il sole di Flavio Costa

17 febbraio 2011 1

di Fabrizio Scarpato Ci sarà pure un motivo perché da questa parte nascono i fiori. Piovono nubi basse sul Levante, ma dopo la duecentesima galleria spunta il sole. Savona non è ancora Riviera dei Fiori, ma sicuramente è Ponente e si difende, diffusa di giallo. Inforco…  Leggi tutto »

La biodinamica e il vino che non c’è, l’armonia e il problema della paura

12 febbraio 2011 5

di Fabrizio Scarpato Vancouver, febbraio 2010. La caduta dello zar è un tonfo da guerra fredda, come l’espressione degli occhi di Plushenko davanti a una banale medaglia d’argento. Ha vinto Evan Lysacek, di un ghirigoro, di un niente. Due esercizi perfetti, ma ha vinto l’americano. Lysacek ha imparato la grazia, ha…  Leggi tutto »

Le tribolazioni di un ciclista gourmet

10 febbraio 2011 7

di Fabrizio Scarpato Solo le barche a vela procedono contro vento, certamente non un uomo in bicicletta. Perlomeno è difficile. C’è vento oggi, le raffiche spostano manubrio a sinistra e cuore a destra e quando sbatto contro il muro d’aria gelida, faccio una fatica boia. Sdrumo sulle pedivelle, fanculo lo stile. Ma…  Leggi tutto »

Roberto De Simone: le donne, il cibo e la necessità della musica a Napoli

1 febbraio 2011 16

di Fabrizio Scarpato “Ma chi è quella lì?” non potevi non notarla: ti veniva incontro a braccia aperte, cantando e muovendo le mani. ‘Na Maronna, dagli occhi neri furenti, densi e profondi, lucenti di tragica dignità. La potevi quasi toccare mentre passava sulla pedana, una delle pedane sotto il tendone da…  Leggi tutto »

Uliassi, Fellini e la nostalgia dell’estate tra i colori dell’inverno

25 gennaio 2011 7

di Fabrizio Scarpato Già nel primo pomeriggio di un giorno di dicembre, il verde delle piante e le pennellate di blu virano inesorabilmente verso il nero, mentre i legni bianchi di Uliassi riflettono, sulla sabbia, taglienti luci metalliche. Non so se Ruggeri portasse il cane a passeggio sulla…  Leggi tutto »

M’Amy o non m’Amy: un menu tutto dolce per risolvere la questione

17 dicembre 2010 3

di Fabrizio Scarpato Io non capisco la gente che non ci piacciono…i dolci bisogna andare un po’ cauti perché, perché, perché. C’è poco da capire: perché c’è AMY1. Amiuan. Beh, sicuramente i motivi sono anche altri, ma alcuni ricercatori americani del Monell Chemical Sense Center di…  Leggi tutto »

Valtellina Superiore Sassella Riserva “Rocce Rosse” 1999, Ar.Pe.Pe.: il vino verticale

9 dicembre 2010 17

di Fabrizio Scarpato L’altra sera ho partecipato con un’altra ottantina di persone alla degustazione dei sette cinque grappoli Duemilavini Ais della Valtellina, nell’intenzione della delegazione di presentare quest’anno esempi di viticoltura eroica per affinità con le nostre Cinque Terre. Presentava i vini Isabella Pelizzatti Perego che tra i sette aveva solo il…  Leggi tutto »