Rubriche

L’Ispettore Michelin e l’odore del mare

5 luglio 2012 1

di Fabrizio Scarpato Ma cosa cavolo fa quel coglione. Il vecchio Barthélemy si aggirava chino sui campi brulli nei pressi del Faro Grande: tra i muretti a secco cercava porri, carote e asparagi selvatici per la zuppa di homard che la sera avrebbe preparato per quel suo amico poliziotto, taciturno…  Leggi tutto »

La mesciùa, ovvero dei ricordi

25 giugno 2012 6

di Fabrizio Scarpato Mesciùa. Ci sono parole che i forestieri spesso non riescono a pronunciare, quasi che la capacità di movimento della lingua sul palato non risultasse la medesima a seconda delle latitudini. E’ in fondo ciò che differenzia i dialetti, le parlate: scopro insomma l’acqua calda, se non fosse che di…  Leggi tutto »

Colfòndo, Asolo Prosecco Docg Superiore, Bele Casel: Luca Ferraro alla Spezia

20 giugno 2012 2

di Fabrizio Scarpato Luca Ferraro ha le mani grandi, nodose, attraversate da scariche di giovanile elettricità, come accade a coloro che hanno in animo il fare. Le mani in viticoltura parlano da sole, sono testimonianza di fatica, da guardare con soddisfazione: sono un richiamo alle cose fatte per bene, ché da…  Leggi tutto »

Lucca / Antico Caffè delle Mura, e la bellezza delle idee

19 giugno 2012 6

di Fabrizio Scarpato I barbari arrivavano a cavallo e trovavano ad attenderli mura costruite per respingerli. Con un colpo di redini spingevano i cavalli al galoppo lungo l’intera muraglia finché non trovavano una breccia, finchè il muro non finiva. Ed entravano. Le mura sono difese illusorie, sbarramenti con una fine, perché non…  Leggi tutto »

La Locanda Mariella attraverso gli occhi di un bambino

13 giugno 2012 3

di Fabrizio Scarpato E’ già stato detto tutto: della gentilezza, del cibo, delle curve e soprattutto del vino. Anch’io, buon ultimo, ne ho scritto in sole millecinquecento battute per la guida arancione, manifestando una sorta di fascinazione, di candido stupore infantile, puntualmente riassaporato in un nuovo, più recente incontro….  Leggi tutto »

Benvenuto Vermentino 2012. Colli di Luni Vermentino Wine Tasting – Dalla Nuova alle Vecchie Annate

5 giugno 2012 4

di Fabrizio Scarpato “Cavoli, siamo nei Colli di Luni o dove siamo?” Certamente l’affermazione non è ortodossa dal punto di vista tecnico, tuttavia assolutamente efficace quando non è la scuola a prevalere, ma la passione e la competenza. E di fronte alla consapevolezza di uno scarto barbarico, lo smarrimento emotivo dello…  Leggi tutto »

Vallerana Alta 2009 Ciliegiolo Maremma igt, Antonio Camillo Vignaiolo in Maremma

28 maggio 2012 0

di Fabrizio Scarpato Vecchie vigne sulle colline dell’entroterra, qualche chilometro lontane dal mare, a mitigarne la ventosa salinità. Maremma che vive tra mare e terra, tra verde e azzurro, tra caccia e pesca. Una scontrosità quasi proverbiale, la confortevole rugosità di una giacca di velluto a coste, cucita nei dintorni di Capalbio:…  Leggi tutto »

Sweet New York

24 maggio 2012 4

di Fabrizio Scarpato Bisogno d’affetto. A cosa servirebbe altrimenti tutto quello sproposito di sperticate altezze sparate al cielo, se non a urlare la propria esistenza? A cosa tenderebbe l’ansia costruttrice se non a dissimulare un’ombra di insicurezza? E l’affastellamento di matite colorate non potrebbero apparire come l’urgenza infantile di chi chiede aiuto?…  Leggi tutto »

Dopo l’alluvione, ritorno a Vernazza

22 maggio 2012 2

di Fabrizio Scarpato Il mare adesso è un po’ più lontano. Anche il venticinque ottobre dello scorso anno è un po’ più lontano, ogni giorno di più, ma non ancora abbastanza. Tornare a Vernazza e non sapere bene perché. Con fastidio allontani dalla testa l’idea che scendi dal treno per curiosità,…  Leggi tutto »

New York, Upper West Side: Dovetail Restaurant

15 maggio 2012 0

di Fabrizio Scarpato Sembra che i newyorchesi aspettino la domenica per correre. A Central Park, intorno al Lake, c’è una corsa amatoriale: partecipano a centinaia, a piedi, in bici o con altri mezzi, e tra sponsor e gazebi vari, ne soffre un po’ anche la bellezza del Mall fiorito di bianco. Altri…  Leggi tutto »

Fabrizio Scarpato: le strade della mozzarella

10 maggio 2012 5

di Fabrizio Scarpato L’uomo senza occhiali da sole passeggiava guardingo sul marciapiede rovente della stazione ferroviaria di Capaccio Scalo. Portando la mano tesa alla fronte, alzava la testa fiutando il vento, ai piedi una valigia e una borsa di plastica. Annusava l’aria che nella giornata irrequieta ora sapeva di latte di bufala,…  Leggi tutto »

New York, Chelsea: Buddakan Restaurant

4 maggio 2012 7

di Fabrizio Scarpato E al terzo giorno il gurmé visitatore veloce si riposò. Un mese prima di partire, dopo aver realizzato, seppure obtorto collo, che non tutti potevano spasimare per una serata di cucina shojin, il nostro, con un inconsueto gesto di magnanimità, liberava la compagnia dalla piatta schiavitù gurmettistica e con…  Leggi tutto »

Sandwiches in New York

29 aprile 2012 1

di Fabrizio Scarpato Non c’è tempo: è questa la frase che a New York il visitatore svelto dovrà rassegnarsi a pronunciare con avvilita frequenza per tutto il suo soggiorno. New York è tutto, ha tutto, fa tutto: noi invece no. Se poi il visitatore svelto ha anche ambizioni gurmé che coltiva, ahimè,…  Leggi tutto »

New York, West Village: ristorante Annisa

23 aprile 2012 0

di Fabrizio Scarpato Avevo sbagliato strada. All’incrocio, una volta tanto sbilenco, tra Barrow St., Bleecker St. e la Settima mi ero diretto verso il tratto di strada incorniciato dagli alberi, le aiuole di fiori sui marciapiedi, le brevi scale nere, le ringhiere basse lungo muri rossi di mattoni. Quando si dice hai…  Leggi tutto »

Sprouting in New York

17 aprile 2012 3

da New York Fabrizio Scarpato Sparato dentro New York, spàsimi con gli occhi all’insù, la spina cervicale spezzata a spiare punte aguzze spazzate dal vento, tralicci per spettacolari balzi, inguainati da Spyderman. E l’aria si incanala tra gli spiragli di luce fin dentro ai polmoni, spiegati e spavaldi ad assorbire uno…  Leggi tutto »

L’ispettore Michelin e la luce bianca del faro

20 marzo 2012 2

di Fabrizio Scarpato “Mi ha chiamato Jean Georges Vongerichten”. E chi é? Forse il visagista di Sex and the City, magari un lottatore di wrestling. In ogni caso sono due pratiche che a Mariana calzerebbero come un guanto, così come è vero che la faccia di bronzo è…  Leggi tutto »

L’ispettore Michelin e la nascita di una nuova stella

10 marzo 2012 3

di Fabrizio Scarpato Certe volte scopro di essere una merda: a pensarci bene non sarebbe poi questa grande novità. Il fatto è che sono restìo a dare soddisfazione e certi salamelecchi mi urtano i camemberts. Non è invidia, più facilmente è pigrizia, sicuramente smania di protagonismo, ossessione della perfezione, paura dello…  Leggi tutto »

L’ispettore Michelin, la partita e il ricordo di una focaccia

3 marzo 2012 0

di Fabrizio Scarpato Il re è nudo, e sinceramente non ci fa una bella figura, ma ancora non lo sa. Sono arrivato a Parigi a metà mattina con un solo caffè nello stomaco e qualche bicchierino di calvados in più. Ma solo perché fa un freddo cane. Il re ha…  Leggi tutto »

Salvo Foti: etica ed estetica della gioia

20 febbraio 2012 5

di Fabrizio Scarpato All’ombra dell’ultimo sole s’era assopito un vecchio viticoltore: aveva un solco lungo il viso, come una specie di sorriso. L’uomo si avvicinò al vecchio per chiedere quanto tempo occorreva per arrivare alla montagna. Il vecchio restò in silenzio. L’uomo allora rifece la domanda, ma il vecchio continuava…  Leggi tutto »

L’ispettore Michelin e la favola del re per un giorno

10 febbraio 2012 2

di Fabrizio Scarpato La piantina di lavanda fa fatica ad acclimatarsi, in compenso alcuni crisantemi hanno ripreso a fiorire. Era un po’ che non scendevo giù a fare due chiacchiere con Chabal: l’ho trovato con gli addominali leggermente scarichi e un filo giù di corda. Il Sei Nazioni è cominciato senza…  Leggi tutto »

L’Ispettore Michelin, i punteggi delle guide e l’ordine delle cose

2 febbraio 2012 6

Torna un personaggio molto amato dai nostri lettori. Ma chi l’ha detto che i post devono essere brevi?:-) di Fabrizio Scarpato La sera della vigilia hanno sparato a Babbo Natale: sembra non l’abbia presa bene. Un po’ me ne sono vergognato, perché alle prime scorribande che avevano per bersaglio i pupazzi di Babbo…  Leggi tutto »

Risotto mantecato Nino Bergese: la Suprema voglia di classico

24 gennaio 2012 2

di Fabrizio Scarpato E’ una sera qualunque di un capodanno qualunque, giacca e cravatta blu per dare un tono alla notte dei miracoli, ormai sbiaditi e lisi, come le parole di una vecchia canzone alla quale, pur prestando tutta l’attenzione possibile, oggi non credi più. Un classico….  Leggi tutto »

L’ispettore Michelin e il fascino del vento del Sud

23 dicembre 2011 2

di Fabrizio Scarpato Il rugby è uno sport strano, si avanza passando la palla all’indietro. Quindici uomini inseguono testardi un di là immaginario: si dispiegano a singhiozzo, si raggrumano con clangore, poi si liberano in un disperato, affannoso battito d’ali, come in un tentativo spasmodico e vano di spiccare…  Leggi tutto »

José Sasportes: Giorni contati / Champagne per Anton Cechov

20 dicembre 2011 0

di Fabrizio Scarpato Immagino che tutti voi siate appassionati ed esperti conoscitori della vita e delle opere di Anton Pavlovic Cechov (non arrendetevi così presto, continuate a leggere..). Ecco, confesso che ho qualche lacuna in proposito: conosco il nome, una piccola parte dell’opera, sicuramente ho visto a teatro il Giardino dei Ciliegi…  Leggi tutto »

La solitudine e la depressione dell’ispettore Michelin

13 dicembre 2011 2

di Fabrizio Scarpato Dopo tre giorni i fiori chinano la testa e appassiscono. Li ho sostituiti con altri freschi, sempre tre, ma la signorina Paulette non è più passata a sentirne il profumo. Ammetto di essermi scoperto a guardare fuori dalla finestra al minimo fruscìo. Mi sono ostinato ad aspettare, insieme…  Leggi tutto »

Lettera dell’ispettore Michelin, l’Italia da Gualtiero Marchesi a Massimo Bottura

29 novembre 2011 7

di Fabrizio Scarpato Stamattina tirava un vento bestiale sul promontorio di Cap Fréhel. Mi chiama Routtier, da Cancale: “Un tipo non ha visto di meglio che buttarsi giù dalla scogliera. E’ roba tua, sembra sia di Trouville”. Il collega bretone sapeva che stavamo cercando un giovane scomparso da qualche giorno:…  Leggi tutto »

Lucca o Firenze? Damiano Donati o Luca Cai? Ecco come è andata la disfida del Lampredotto

24 novembre 2011 7

di Fabrizio Scarpato Subito sotto l’albero di cachi c’è il tee di partenza, per mettere alla prova lo swing. In effetti sull’aia del Serendepico credo sarebbe davvero bello ballare: una di quelle cose che ti guardi negli occhi, senza necessità di muoversi più di tanto, le luci sospese, le candele, l’orchestra americana. Ma…  Leggi tutto »

Lettera di un ispettore Michelin ***

15 novembre 2011 17

di Fabrizio Scarpato Sono l’ispettore Michelin, Gustave Michelin. Coltivo crisantemi. Il crisantemo è un fiore robusto e nerboruto, più grande di una margherita, più simile a una gerbera, ma con uno stelo più resistente. Insomma il crisantemo, la variante coi petali d’anemone, quella che piace a me, è un fiore che…  Leggi tutto »

Pizzam et circenses: quanto sono tristi i concorsi culinari, soprattutto se acrobatici

10 novembre 2011 5

di Fabrizio Scarpato Manifestazioni periferiche. In tutti le arti e mestieri è facile imbattersi nella rappresentazione vuota, nello spettacolo di contorno all’evento, quando puoi ancora fare due chiacchiere, comprare i pop corn e bere l’ultima birretta. Oppure andartene. Fenomeni secondari, assolutamente rispettabili per l’impegno profuso da parte dei protagonisti, ma destinati…  Leggi tutto »

Le mie Cinque Terre ferite

27 ottobre 2011 19

di Fabrizio Scarpato Qualche giorno fa riflettevo sulla necessità di scoprire e preservare un posto in cui rispecchiarsi, per cambiare, per capire, per divertirsi e sorridere. Nei commenti, Tommaso descriveva un percorso verso un posto delle fragole, un altro posto, un altrove. Le Cinque Terre sono…  Leggi tutto »