Rubriche

L’arancia staccia di Tursi con quattro ricette dolci di Federico Valicenti

7 Febbraio 2010 1

di Federico Valicenti La Storia ci racconta che gli arabi arrivarono in Basilicata durante l’anno 900 e l’anno 1000 da Bari, sede di un loro emirato dall’ 847 all’ 871. Si spinsero all’interno dell’Italia meridionale e sfruttando i fiumi come zone percorribili penetrarono in Basilicata. I Saraceni crearono a…  Leggi tutto »

L’amarena dei Colli Tifatini

3 Maggio 2013 0

di Antonella D’Avanzo Per scoprire racconti sulle belle tradizioni gastronomiche casertane, andiamo dove meglio si conservano le vecchie abitudini, perse nella città per i ritmi frenetici e incalzanti di tutti giorni, ma ancora ben solide nelle varie frazioni di Caserta ed in particolare nel borgo medievale di Casertavecchia; un luogo di rara…  Leggi tutto »

L’attesa delle “pizzelle fritte” assortite ed i possibili abbinamenti con il vino

15 Gennaio 2013 0

di Annito Abate Ora che le “acque” si sono calmate, a “feste”, almeno quelle di fine/inizio anno, terminate e bagordi “affievoliti”, ma solo momentaneamente, racconto un’altra storia legata a quell’affascinante ambiente che va sotto il nome di cucina ed alla magia delle sue possibili preparazioni della tradizione popolare. L’attesa dell’evento dovrebbe…  Leggi tutto »

L’oliva dolce “Nolca”

21 Settembre 2015 0

Evviva sono arrivate, le olive Nolche, una primizia di oliva da tavola dolce da mangiare solo con le ricette di seguito allegato: e qui salta la mia dieta, sono peggio dei cioccolatini. E’ la prima varietà di olive da tavola che matura sin dai primi giorni di settembre, molto diffusa nel Nord barese…  Leggi tutto »

L’Orto Va in Città, a Napoli, con i prodotti di Madrenatura Agricoltura Biologica

20 Ottobre 2012 1

di Marina Alaimo Nel cuore del centro storico di Napoli, in via Santa Chiara 30, proprio a ridosso dell’imponente e famosissima chiesa con annesso convento, c’è la piccola bottega delle delizie di Marialuisa Squitieri. Questa giovane ragazza sta per laurearsi in storia medievale eppure ha scelto di commercializzare i…  Leggi tutto »

L'albicocca del Vesuvio

29 Gennaio 2004 0

Il Parco del Vesuvio è il più piccolo in Italia, ma anche quello più visitato e abitato. Ed è l’estate la stagione migliore per gironzolare attorno al vulcano, visitando gli scavi di Pompei e di Ercolano e i Santuari di Pompei e della Madonna dell’Arco. Siamo infatti nella stagione delle albicocche, di cui Napoli è…  Leggi tutto »

La ‘nduja e altri descrittivi, di fuoco, a fuoco (si spera) e sul fuoco: come mangiarla?

27 Febbraio 2019 4

di Marco Galetti Qui la nostra guida alla’Nduja Mai sottovalutare i rapporti di buon vicinato, dopo l’olio siciliano ho ricevuto in regalo la ‘nduja calabrese. Cosa volere di più dalla vita… in mancanza di un lucano in veste da troccolo opto per paccheri campani, il mezzo toscano che…  Leggi tutto »

La bottiglia

13 Marzo 2009 0

Giovedì sera alla Feltrinelli di piazza dei Martiri a Napoli abbiamo presentato il libro La Dea Bottiglia edito da Slow Food. Il mio intervento era scritto. Ecco a voi. Va bene, il vino. O la birra. O il latte. Ma la bottiglia è un oggetto ben distinto, dalla personalità troppo forte per ridurla al…  Leggi tutto »

La Caponata amalfitana con i biscotti di Agerola preparata da Erminia Cuomo

18 Agosto 2017 4

di Francesca Faratro Sembrerebbe un termine poco conosciuto, un appellativo che cambia da regione a regione ma la caponata, il piatto tipico a base di “pane e companatico”, affonda le sue origini n Costa d’Amalfi, luogo dove tutt’oggi resta uno dei piatti più consumati sia a casa che al ristorante. Ma…  Leggi tutto »

La carne di bufalo, bubalus: non solo latte

24 Ottobre 2012 3

di Antonella D’Avanzo In un’ansa del Volturno, costruita sui ruderi della vecchia Casilinum troviamo la città di Capua, un territorio di una rilevante importanza storica e dalla forte valenza artistica, che dal punto di vista agricolo, vanta terreni tra i più fertili di Terra di Lavoro. È al centro di una…  Leggi tutto »

La carne di Kobe: ecco quello che dovete sapere prima di parlarne

17 Giugno 2017 11

di Ugo Marchionne Kobe: questo sconosciuto! No, non è il titolo di un nuovo saggio sulla carne, ma è la sintesi di uno degli argomenti che più di ogni altro è al centro dell’ attenzione, per quanto riguarda la cucina giapponese. Questa particolare e pregiatissima qualità di carne proviene da una rarissima razza…  Leggi tutto »

La Carosella di Pruno, grano del Mezzogiorno per la pastiera

27 Marzo 2007 0

Manifesto per la biodiversità di Angelo Avagliano Il grano Carosella è un seme antico, sopravvissuto alle manipolazioni genetiche, che un tempo si coltivava in molte zone del Cilento e del Sud Italia. Probabilmente il suo nome deriva dalla volgarizzazione del termine cariosside, che sta ad indicare il chicco secco di grano ancora rivestito…  Leggi tutto »

La Cipolla di Airola è un nuovo Presidio Slow Food: scopriamo il perché!

30 Luglio 2020 0

Una quindicina di produttori del Beneventano stanno cercando di rilanciare un bulbo rinomato nella prima metà del ‘900 e oggi svilito da un prezzo iniquo Ad Airola, città del Beneventano, la cipolla…  Leggi tutto »

La cipolla di Alife | I Cipollari e l’arte di “nzertare” con la ricetta contadina: la cipollata

18 Settembre 2012 11

di Antonella D’Avanzo Non tutti sanno che tra la Città di Alife e le cipolle c’è un legame antico, tanto che gli abitanti nel circondario sono conosciuti come un popolo di “cipollari”; nella definizione è connaturato il duplice significato di un omaggio alla cipolla ed un riconoscimento agli alifani per il…  Leggi tutto »

La Cipolla di Vatolla, il tesoro del Cilento

31 Agosto 2013 1

di Barbara Guerra Vatolla è uno di quei borghi del Cilento dove quando ti ci trovi, pensi tranquillamente che potresti viverci per sempre. Facilmente raggiungibile, è un paese ben tenuto ed accogliente, con alcuni bellissimi palazzotti ad impreziosirne il centro, tra cui Palazzo De Vargas luogo ricordato per aver ospitato  tra il 1689 ed…  Leggi tutto »

La colatura di alici di Cetara

16 Novembre 2008 0

TECNOLOGIA DI PRODUZIONE, SICUREZZA ALIMENTARE E ANALISI SUL CAMPO TRA I PRODUTTORI ARTICOLO SCIENTIFICO A CURA DI Angelo Citro, Raffaella Mercogliano e Michela Panzardi* Massimo D’Antonio e Giovanni Bruno** INTRODUZIONE Secondo molti storici gastronomi la “colatura” deriverebbe direttamente dal “garum” e dal “liquamen” dei romani e di questi sono giunte fino a…  Leggi tutto »

La colatura di Alici di Cetara e dintorni

17 Gennaio 2004 0

Sui broccoli e sulla patata lessa, con il classico spaghetto. La colatura di alici, una tradizione di cui quasi ci si vergognava perché la salsetta di pesce era utilizzata nelle case dei pescatori quando, alla vigilia di Natale, mancavano anche i soldi per comprare due vongole veraci. Sapida, speziata, la colatura conveniva e conviene anche…  Leggi tutto »

La colatura di alici raccontata dall’ex sindaco Secondo Squizzato

11 Dicembre 2018 1

di Secondo Squizzato* La colatura di Cetara è il discendente del garum romano menzionato da Plinio e usato da Apicio. Si trattava di una salsa di pesce cremosa ottenuta dalla macerazione di strati alternati di pesci piccoli e interi, probabilmente alici, e grandi pesci tagliati a pezzetti, forse sgombri o tonni, con…  Leggi tutto »

La comunità Slow Food del fagiolo del purgatorio, nell’areale del lago di Bolsena, alta Tuscia viterbese

14 Agosto 2020 0

di Paolo Mazzola I fagioli del Purgatorio, prendono questo nome singolare da una tradizione molto antica, risalente a quasi 500 anni fa che si svolge a Gradoli, piccolo comune dell’areale del lago di Bolsena: “il pranzo del purgatorio” Questa manifestazione si svolge ogni anno il mercoledì delle ceneri, nei capannoni della cantina…  Leggi tutto »

La cucina della Costiera Amalfitana

8 Settembre 2008 0

La cucina della Costiera è simbolo della varietà del territorio in cui si è formata nel corso dei secoli: bastano pochi chilometri per passare dal mare alla montagna, dallo scoglio all’orto, dalle tradizioni aristocratiche e quelle contadine, dall’alta cucina di alcuni dei migliori ristoranti del mondo alla genuina immediatezza di osterie e trattorie. Tutto vicino,…  Leggi tutto »

La Dolce Bufala di Nino Cannavale

27 Maggio 2014 2

di Antonella D’Avanzo Nino Cannavale, chef e pasticciere aversano, presidente dell’Associazione Cuochi Normanni dedicata alla salvaguardia e al rilancio dei prodotti e della cucina tradizionale di Terra di Lavoro attraverso partnership di qualità, è l’artista che ha trasformato la mozzarella di bufala campana, uno dei prodotti più buoni mai creati dall’umanità, in…  Leggi tutto »

La Farina 00 eccellenza italiana nel mondo, per questo è usata dai migliori pizzaioli per fare le migliori pizze del mondo. E ricordate, la farina non si raffina ma si macina

15 Maggio 2019 10

I mantra medioevali si diffondo sul web e diventano certezze se non paura. Assistiamo così al paradosso di vini difettati che vengono esaltati come espressione del territorio e alla demonizzazione di una delle eccellenze italiane, la farina 00 che nel mondo viene identificato immediatamente come made in Itala al…  Leggi tutto »

La farina di grano arso

1 Luglio 2010 2

Sono sempre più frequenti sul web le ricette con farine sempre più ricercate, difficili da reperire. Tra queste, la farina di grano arso sta suscitando un interesse sempre maggiore tra le foodblogger e non solo. Ma cos’è la farina di grano arso? Iniziamo col dire che si tratta di una farina che…  Leggi tutto »

La Frisella

12 Settembre 2006 0

di Giorgia Benvenuto “È indispensabile che tutti gli esseri e tutti i popoli saggi della terra capiscano che pane e pomodoro è un paesaggio fondamentale dell’alimentazione umana. Piatto peccaminoso per eccellenza perché comprende e semplifica il peccato rendendolo accessibile a chiunque. Piatto peccaminoso in quanto può significare un’alternativa a tutto ciò che è trascendente,…  Leggi tutto »

La lasagna di Capodanno a Tenuta Montelaura

2 Gennaio 2014 7

Lasagna che vai, paese che trovi Paese che vai usanze che trovi. E’ proprio vero, basta spostarsi di pochi chilometri nella nostra regione che le tradizioni enogastronomiche cambiano. Anche per la ricetta della lasagna lo abbiamo potuto verificare. Infatti, non vi dico la sorpresa con la quale ne apprendo la…  Leggi tutto »

La Lumaca Sassanese: così ti invento il lavoro al Sud

14 Marzo 2016 1

di Antonella Petitti Sei mila metri quadrati per una produzione che si attesta tra i 15 ed i 20 quintali annui. Questi i numeri di un’avventura, nata grazie all’ingegno ed alla forza di volontà di tre ragazzi (due fratelli ed un cugino): Francesco, Franco e Michele Pizzi. “Eravamo senza lavoro, così l’esperienza…  Leggi tutto »

La Mandorla di Puglia | Le 4 contrade

13 Giugno 2020 0

di Michele Polignieri A Castel del Monte, contrada andriese  che ospita  il monumentale  maniero Federiciano patrimonio dell’umanità, non ci si va solo per amore della bellezza e della pura aria della ruvida Murgia che li si respira. Qui si incontrano erbaggi e fruttifere selvatiche da meritare visite di chefs, stellati e…  Leggi tutto »

La Mela Annurca, regina delle mele italiane e due ricette d’autore

11 Dicembre 2018 1

di Antonella Amodio Croccante, acidula, carnosa, succosa; dotata di proprietà curative, profumata, compatta, non appariscente, opaca e dalla forma irregolare. La regina delle mele è lei: la Mela Annurca. Questo piccolo capolavoro naturale, dalle antichissime origini e dalle tante virtù, è da qualche millennio presente nell’Italia meridionale, in particolare in Campania,…  Leggi tutto »

La mela annurca, storia e tipicità del frutto mito della Campania

21 Ottobre 2010 1

di Pasquale Carlo Viaggio nel regno della “regina delle mele”: il quadrilatero tra Valle di Maddaloni, Dugenta, Melizzano e Sant’Agata dei Goti Nelle carte mentali dei “viaggiatori del territorio” le maestose arcate dei Ponti della Valle rappresentano le linea di confine ideale tra le province di Caserta e Benevento. Da una…  Leggi tutto »

La Melannurca Campana Igp, un frutto da 110 e lode!

17 Novembre 2020 8

di Antonella D’Avanzo La mela annurca, unica nel suo genere per la sua genuinità e per le sue proprietà organolettiche, rappresenta un fiore all’occhiello della produzione ortofrutticola campana. Il territorio casertano produce quantità e qualità, come ha sempre fatto. Una qualità, dovuta alla fertilità dei nostri suoli e alle competenze dei…  Leggi tutto »