Rubriche

Fattoria di Magliano, il Sangiovese va in agriturismo

22 gennaio 2004 0

3 luglio 2003 Prima il vino era fatto con i piedi, pigiando le uve alla buona durante la vendemmia secondo quanto tramandato da una iconografia che oggi fa accapponare la pelle agli appassionati. Ma i piedi sono comunque utili al vino anche con le moderne tecniche di coltivazione e lavorazione in cantina, visto che…  Leggi tutto »

Primitivo, il miracolo di Coppi. Da uva da taglio alla doc

0

2 giugno 2003 L’esuberanza del Primitivo è il simbolo dell’esagerata rimonta del vino meridionale dopo anni di umiliazione in autocisterne magari rovesciate dai furiosi contadini francesi in rivolta: usato per tagliare i flebili vini del Nord adesso non solo esibisce la doc, ma è anche sempre più ricercato dagli appassionati dopo aver guadagnato punti nelle…  Leggi tutto »

Di Meo, i vini della Sibilla

0

8 maggio 2003 Vicino la misteriosa Sibilla Cumana, nuvole sulfuree da terra gonfia di fuoco e di credenze, tra il mare acheo e i crateri dei vulcani finalmente spenti, la falanghina e il piedirosso esprimono l’incanto del tempo immobile che ritorna. Alle spalle l’epoca, ma c’è chi molto stupidamente insiste tenace, dell’imbottigliamento indistinto di liquidi…  Leggi tutto »

Cantina del Vesuvio, il Lacryma di Trecase

0

19 giugno 2003 Un Lacryma bianco sui gamberetti di Crapolla è sicuramente meglio di una lacrima sul viso. Già, ma quale? Tra le proposte emergenti parliamo allora di undici ettari di sabbia nera vesuviana sotto il cono silente del vulcano a Trecase, il paese più piccolo del Parco come spiega la parola stessa: purtroppo la…  Leggi tutto »

Accademia dei Racemi, rivoluzione in Puglia

0

10 aprile 2002 Il riflessivo aglianico e l’esuberante primitivo sono il doppio volto del Mezzogiorno nel bicchiere rosso. E se i tempi del primo ci legano nostalgicamente ad un mondo di cui siamo riusciti a vedere ancora qualcosa, il secondo ci promette un futuro esuberante, giovane, fruttato, alcolico, di corpo come sono appunto i vini…  Leggi tutto »

A Torre Le Nocelle I Capitani punta sui tempi lunghi

0

27 marzo 2003 Il Barolo pronto, il Brunello prontissimo, l’Aglianico dell’altro ieri: ormai le aziende sono quasi tutte in tilt, sopraffatte dalla domanda dei consumatori e dal bisogno di spettacolo imposto dai media. Stappare un vino buonissimo da bere appena comprato è facile, la vera scommessa è puntare su quelli che lo saranno tra cinque,…  Leggi tutto »

Apicella, i tre volti di Tramonti

0

3 aprile 2003 Le Sirene sulle rocce bagnate dal mare, gli Elfi nascosti nei boschi di castagni dove i contadini coltivano l’orto e le vigne in piccoli appezzamenti. Ancora sino alla fine degli anni ’70 i grossisti arrivavano da Gragnano, dall’Agro e persino da Napoli per comprare vino sfuso, le donne delle tredici frazioni di…  Leggi tutto »

Pietraspaccata e i vitigni dei Camaldoli

0

20 marzo 2003 Alle falde dei Camaldoli paraponziponzipò l’enologo Maurizio De Simone è al lavoro sui due vitigni tipici, estivi e marini, dei Campi Flegrei: la falanghina e il piedirosso. L’ennesimo tassello di una viticoltura eroica dal sapore antico umiliata per decenni dal cemento e che oggi ha rialzato la testa. Abbiamo già parlato di…  Leggi tutto »

Renna, un Fiano fuori dalle mode

0

17 aprile 2003 Torneranno, sì torneranno. Alla fine la vaniglia legnosa che fa uguali tutti i vini dagli Appenini alle Ande stancherà e allora i bianchi sottovalutati solo perché rimasti fedeli a se stessi potranno prendersi la rivincita. Baldo Renna lavora alle falde del Partenio in una zona poco conosciuta dagli enoturisti e poco…  Leggi tutto »

Gelsonero e Forgiato, i gioielli di Villa Dora

0

6 marzo 2003 C’è olio e c’è vino. A Serino i fratelli Basso dopo cento anni di extravergine omonimo hanno speso molte energie nelle ultime vendemmie per produrre buoni Taurasi e Greco sotto etichetta Villa Raiano, a Terzigno un altro secolo di olivicoltura con marchio Dorotea partorisce questa nuova avventura densa di premesse interessanti. Si…  Leggi tutto »

Barbera Valcalore, vittoria da outsider

0

13 marzo 2003 De Conciliis, Maffini, Marisa Cuomo, da qualche anno assoluto proprie protagonisti della star system vitivinicolo nazionale, sono stati battuti dalla Barbera 2001 della Val Calore. Questa è il clamoroso risultato dell’ultima degustazione coperta fatta dall’Associazione Maitres Italiani Ristoranti e Alberghi di Paestum (Amira) diretta da Diodato Buonora. «Esterrefatti i degustatori quando alla…  Leggi tutto »

Marino, il papà della doc Cilento

21 gennaio 2004 0

20 febbraio 2003 Ormai anche nel vino i tempi brevi dello show business relegano in secondo piano quelli lunghi della campagna. Sicché le guide di lungo corso e larga fama seguono quasi sempre piste strabattute dimenticando il passato e nascondendosi alle novità. Quali? Per esempio lo splendido Fiano vendemmia tardiva fermentato in accaio e…  Leggi tutto »

De Falco, vitigno povero nel Lacryma Christi

0

6 febbraio 2003 No, caro gatto Silvestro, sulla pasta di Gragnano non si può. Viene quasi da seguire l’ultima provocazione del maestro Gualtiero Marchesi secondo il quale, ipse dixit, per gustare davvero i piatti non bisogna mai accompagnarli con il vino. Così in questo circo enogastronomico in cui, tra un riflettore e una passerella, cominciano…  Leggi tutto »

Montiano e Vigna del Vassallo, il Lazio risorge

0

13 febbraio 2002 Che fortuna ma che guaio, che gioia quantitativa che dolore qualitativo: i mercati metropolitani, quelli di Roma e Napoli per intenderci, hanno rallentato davvero molto lo sviluppo della viticoltura moderna. Ne sappiamo qualcosa quando giriamo tra il Vesuvio e i Campi Flegrei dove si produce ancora di tutto di più, proprio come…  Leggi tutto »

Falerno, si punta sul tipico

0

27 febbraio 2003 Astuzie della storia anche a tavola. L’Asprinio di Aversa, per decenni vino bandiera del territorio assolato e assetato di cui scrissero Soldati e Veronelli, non ha mai fatto grande il Casertano che oggi affida invece le sue fortune al caro vecchio Falerno, il bicchiere più amato dai romani e a vitigni autoctoni…  Leggi tutto »

Di Majo Norante, aglianico superstar

0

23 gennaio 2003 Nessun dubbio, c’è don Luigi sopra tutti: è il rosso simbolo di questa regione sempre incerta tra Campania, Abruzzo e Puglia. Per Luca Maroni è «il primo vino che rende fantastico il fantastico frutto del Molise». Lo produce Alessio Di Majo Norante nella Contrada Ramitelli a Campomarino in provincia di Campobasso (tel….  Leggi tutto »

L'ex vitigno operaio incoronato dalla Cantina Tollo

0

30 gennaio 2003 Nessun dubbio, c’è don Luigi sopra tutti: è il rosso simbolo di questa regione sempre incerta tra Campania, Abruzzo e Puglia. Per Luca Maroni è «il primo vino che rende fantastico il fantastico frutto del Molise». Lo produce Alessio Di Majo Norante nella Contrada Ramitelli a Campomarino in provincia di Campobasso (tel….  Leggi tutto »

Gragnano, il novello della Campania

0

6 dicembre 2002 Non quello imposto da un marketing stanco all’inizio di novembre ma questo è il vero, l’autentico, l’unico novello della Campania: parliamo del Gragnano, blend di aglianico, piedirosso, sciascinoso rifermentato in autoclave, dai sentori ermafroditi. Dolce e amaro, di corpo ma beverino, frizzantino, si beve e si capiscono le papille gustative dei napoletani…  Leggi tutto »

Puglia, Spagnoletti Zeuli e Rive cambiano marcia

0

2 gennaio 2003 L’ingresso assolato della Puglia grassa e generosa di Federico II è sempre ben sorvegliato da due sentinelle di eccezione appostate ad Andria. La prima, la Conte Spagnoletti Zeuli, con i suoi 400 ettari (di cui 120 a vigneto) è in servizio ininterrottamente dal 1600 mentre la seconda, Rivera, da poco più di…  Leggi tutto »

La Giv sbarca in Basilicata

0

16 gennaio 2003 La tenuta è degli Svevi, il re è Manfredi, il terreno argilloso sempre arido quest’anno è straordinariamente inzuppato d’acqua. Qui a Venosa oraziana e ricca di bello, sorvegliata dal placido Vulture ricoperto di boschi, c’è la cantina lucana del Gruppo Italiano Vini, il più grande produttore vitivinicolo del Belpaese che con la…  Leggi tutto »

Pietratorcia, il syrah nel rosso

0

19 dicembre 2002 Guardare in faccia alla vita non vuol dire solo superare prove difficili, ma soprattutto riuscire a pensare e ad agire fuori dai binari segnati dai luoghi comuni. Qui, soprattutto in provincia, cominciano le difficoltà insormontabili e mai sbattute in faccia, l’ostruzionismo strisciante, fino a quando scatta il meccanismo di espulsione per lasciare…  Leggi tutto »

Sciascinoso di Marianna sulla colatura di alici

0

12 dicembre 2002 Le Sirene attendono ancora sul versante sorrentino, ma su quello amalfitano hanno come consolarsi: la qualità dei produttori di vino insegue quella dei ristoratori e sulla colatura di alici non c’è bisogno di ricorrere al greco di Tufo e al fiano di Avellino per berci sopra. Prendiamo ad esempio il Vigna Grotta…  Leggi tutto »

Cantina di Venosa, i sette volti dell'Aglianico

0

9 gennaio 2003 Carato Venusio 1997: due bicchieri sulla guida Gambero Rosso-Slow Food, 18 mesi di barrique e 6 di bottiglia. Grande rosso, grande Aglianico del Vulture, ché di questo oggi parliamo pensando al pane di Padula nel saporito Vallo di Diano dalle tavolate arabe dove sono lucani gli abitanti, i formaggi, i salumi, la…  Leggi tutto »

Macchialupa, due bianchi e una caprese

0

24 agosto 2002 Cosa bere su mozzarella (o fiordilatte) e pomodoro, il piatto simbolo dell’unico Ramadan occidentale, cioé le ferie estive italiane? Difficile rispondere perché il loro è un amore eterno, non si lasciano mai: dalla pizza ai sofficini ogm della grande industria, coperti impudichi solo da una foglia di basilico o lascivi su un…  Leggi tutto »

Cotroneo realizza il suo sogno di Rivolta

0

13 luglio 2002 Dietro il bancone della sua farmacia di Fuorigrotta Paolo Cotroneo ha coltivato per anni la passione di Bacco, poi si è deciso a realizzare il sogno della sua vita dimenticando le terme omonime acquistate dal nonno a Bagnoli ma ricordandosi di una vecchia tenuta vitata di proprietà della famiglia da oltre un…  Leggi tutto »

Fiano Cerzalonga, il tesoro di Ferragosto

0

10 agosto 2002 Chi trova un amico trova un tesoro, noi siamo i ragazzi, i ragazzi, i ragazzi più ricchi del mondo! Così la canzoncina di un famoso sceneggiato televisivo di cui furono piene per mesi le orecchie di chi oggi è negli anta: «I ragazzi di padre Tobia», appunto. Non «True Faith» dei New…  Leggi tutto »

Venticano, tutti i segreti dei cru di Struzziero

0

30 novembre 2002 Le stelle e i soli restano in cielo, i bicchieri posati sul tavolo, i grappoli in vigna. Nonostante le clamorose disattenzioni delle guide specializzate ormai troppo concentrate sullo star system affinato in barrique, Mario Struzziero continua a sfoderare grandissimi vini. Così iniziò a fare suo nonno Elisario nel 1920, il padre raccolse…  Leggi tutto »

Montepugliano, un merlot sotto la Luna Rossa

0

9 novembre 2002 Può un vitigno internazionale diventare tipico ed esprimere il territorio? PerBacco certo che sì. Il merlot trebicchierato Planeta è ben diverso dall’altra versione sicula del Feudo Principi di Butera per non parlare di quello di Casale del Giglio alle porte de Roma. E adesso tante novità finalmente anche in Campania: mentre aspettiamo…  Leggi tutto »

Vigna Grotta Piana e il segreto di Ettore

0

20 luglio 2002 Dietro il bancone della sua farmacia di Fuorigrotta Paolo Cotroneo ha coltivato per anni la passione di Bacco, poi si è deciso a realizzare il sogno della sua vita dimenticando le terme omonime acquistate dal nonno a Bagnoli ma ricordandosi di una vecchia tenuta vitata di proprietà della famiglia da oltre un…  Leggi tutto »

Lambrusco, fusion frizzantino con la fusion

0

19 ottobre 2002 Cosa bere sulla pizza? Ecco una bella domanda, che prima o poi qualsiasi sommelier si sente rivolgere e a cui non è certo facile dare una risposta perché sarebbe come voler consigliare un abbinamento sul…mangiare. La fantasia nel forno non conosce limiti ed è per questo che quasi tutti, semplificando ciò che…  Leggi tutto »