Don Alfonso 1890: tutti i nuovi fantastici piatti di Ernesto Iaccarino nella stagione più difficile della storia gastronomica italiana. E tre ricette storiche…

8/7/2020 3.1 MILA

Don Alfonso 1890 menu ristorante

 

Don Alfonso
Don Alfonso, Alfonso e Livia

Ora possiamo dire che la stagione è cominciata: dal primo luglio il Don Alfonso ha riaperto i battenti. Non è stata una decisione facile, sia per la situazione attuale di cui nessuno può, al momento, prevedere l’esito, nè per il posizionamento del fantastico ristorante bistellato di Sant’Agata sui Due Golfi che vive soprattutto di una clientela straniera.
Ma la macchina è ripartita, e alla grande. Mario ed Ernesto sono molto concentrati e i piatti nuovi iniziano ad esprimere una maturità espressiva in una cornice mediterranea dove la salute e il gusto sono i riferimenti assoluti di chi, per primo e in tempi non sospetti, ha investito i propri guadagni comprando una proprietà a Punta Campanella.

Coronavirus. Alfonso Iaccarino: paghiamo cari gli errori di un sistema sbagliato. Nessuno avrebbe mai pensato un secolo fa che la carne sarebbe diventata il cibo dei poveri

C’è tensione etica ed epica: essere il primo ristorante italiano e il terzo per la Liste carica tutti di responsabilità. I progetti sono tanti e sono sul tappeto ma qui, nella vetrina dove tutto è nato, che partono le idee e si incrociano i sogni.
Non abbiamo poi tanto da aggiungere: questo blog segue da ormai dieci anni tutte le stagioni del ristorante italiano più conosciuto al mondo che è diventato un riferimento per la cucina mediterranea. Possiamo solo dire che la cucina di Ernesto riesce a proporre alcuni acuti straordinari, in questo caso il coniglio e il dentice. E’ rilassata e divertita, ha alla base gli ingredienti di fornitori di fiducia, non va di cazzeggio fine a se stesso e riesce ad esprimere al tempo stesso la memoria dei luoghi e le suggestioni dei viaggi e delle esperienze che però non diventano mai trasferimento tout court, sono sempre metabolizzate dalla nostra tradizione e dalla filosofia della casa, perché di casa in senso francese, possiamo parlare.
Il servizio è semplicemente perfetto, pignolo e familiare al tempo stesso, Maurizio Cerio è un mattatore con i vini di una delle cantine più importanti del mondo che vanta 1300 etichette in carta e circa 25mila bottiglie conservate in uno spazio di epoca pre-romana.

Alfonso Iaccarino: la tv sta distruggendo il mestiere di cuoco, ecco perchè

E niente: vi lasciamo alle immagini della ennesima serata indimenticabile-
Ma prima leggete la storia di questo posto qui

Livia Iaccarino si racconta: quando Alfonso mi conquistò con il soufflé

 

Don Alfonso 1890, aperitivo
Don Alfonso 1890, aperitivo
Don Alfonso 1890, i fiori in sala
Don Alfonso 1890, i fiori in sala

Don Alfonso 1890 menu ristorante

Don Alfonso 1890, scorcio di una delle sale
Don Alfonso 1890, scorcio di una delle sale
Don Alfonso 1890, ortensie ai tavoli
Don Alfonso 1890, ortensie ai tavoli
Don Alfonso 1890, pane e olio
Don Alfonso 1890, pane e olio
Don Alfonso 1890, il benvenuto
Don Alfonso 1890, il benvenuto
Don Alfonso 1890, dentice, latte di cocco, mandorle, pepe rosa e fiori di begonia. Piatto 2020
Don Alfonso 1890, dentice, latte di cocco, mandorle, pepe rosa e fiori di begonia. Piatto 2020

Don Alfonso 1890 menu ristorante

Don Alfonso 1890, stracotto di guancia di vitello, salsa barbeque e salsa al prezzemolo. Piatto 2020
Don Alfonso 1890, stracotto di guancia di vitello, salsa barbeque e salsa al prezzemolo. Piatto 2020
Don Alfonso 1890, risotto al brodo leggero di astice e il suo carpaccio, burrata e limone candito. Piatto 2020
Don Alfonso 1890, risotto al brodo leggero di astice e il suo carpaccio, burrata e limone candito. Piatto 2020
Don Alfonso 1890, cappelli di agnello, genovese di carote, spuma di lattuga, fonduta di parmigiano e tartufo nero. Piatto 2020
Don Alfonso 1890, cappelli di agnello, genovese di carote, spuma di lattuga, fonduta di parmigiano e tartufo nero. Piatto 2020
Don Alfonso 1890, dentice in crosta di pane al peperone di Senise, riso nero di Sibari e maionese all'aglio. Piatto 2020
Don Alfonso 1890, dentice in crosta di pane al peperone di Senise, riso nero di Sibari e maionese all’aglio. Piatto 2020
Don Alfonso 1890, Coniglio glassato, melanzane alla menta e ciliegie. Piatto 2020
Don Alfonso 1890, Coniglio glassato, melanzane alla menta e ciliegie. Piatto 2020
Don Alfonso 1890, oca selvatica, con patate. frutti rossi e tartufo. Fuori menu.
Don Alfonso 1890, oca selvatica, con patate. frutti rossi e tartufo. Fuori menu.
Don Alfonso 1890, pre dessert al limone e alla nocciola
Don Alfonso 1890, pre dessert al limone e alla nocciola
Don Alfonso 1890, cioccolato, carrubo e tartufo con nocciole tostate. Piatto 2020
Don Alfonso 1890, cioccolato, carrubo e tartufo con nocciole tostate. Piatto 2020
Don Alfonso 1890, la Sinfonia di limone
Don Alfonso 1890, la Sinfonia di limone
Don Alfonso 1890, piccola pasticceria
Don Alfonso 1890, piccola pasticceria
Don Alfonso 1890, i vini e champagne
Don Alfonso 1890, i vini e champagne

Vi lasciamo con due ricette classiche che hanno fatto la storia

 

Don Alfonso: il Vesuvio di rigatoni

Don Alfonso e la ricetta perfetta: Linguine con vongole e zucchine

Don Alfonso: la ricetta della famosa Sinfonia di Limone

Don Alfonso 1890 menu ristorante

5 commenti

    Marco Ilardi

    Avendo seguito insieme a Mario tutta la fase di preparazione dei menu’ con la nostra applicazione Microrecipes confermo l’altissimo livello del nuovo menù 2020 e spero quanto prima di andare a fare un salto da loro per assaggiarlo. In bocca al lupo a Mario ed Ernesto per questo nuovo inizio.

    8 luglio 2020 - 15:41Rispondi

    Denny

    Spettacolare….e ho detto tutto!

    8 luglio 2020 - 16:36Rispondi

    domenico de gregorio

    Al di là del Menu e dei nuovi piatti sempre più creativi e rinnovativi resta da dire che la Famiglia Iaccarino è un esempio dell’intero sistema Enogastronomico non solo Nazionale ma anche Internazionale. Ciao dal tuo amico vicino Mimmo

    8 luglio 2020 - 16:55Rispondi

    GIULIO SANTILLO

    Non fare la fine di Andria “BULLI” Adesso vende tapas. Pasta alla puveriello e Pata e fasule e la pizza puo’ salvare un campano

    8 luglio 2020 - 18:25Rispondi

    Francesco Mondelli

    Andria A per sommi capi è stato presidente della provincia di Salerno senatore della repubblica e membro del parlamento europeo non fa tapas ma una dignitosa vita di politico a fine carriera.FM

    8 luglio 2020 - 22:41Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.