50 TOP PIZZA: ECCO LE CINQUANTA MIGLIORI PIZZERIE D’ITALIA

22/10/2017 19.1 MILA
logo-50-top-pizza
50 Top pizza

Seguono sul podio “Gino Sorbillo ai Tribunali” e “Francesco & Salvatore Salvo”.
A Francesco Martucci de “I Masanielli” il Premio Speciale Pizzaiolo dell’anno.
Nella top 50 la Campania con 19 locali; seguono Lazio (6) e Toscana (5)

È “Pepe in Grani” la migliore pizzeria d’Italia del 2017 secondo 50 Top Pizza, la prima guida on line interamente dedicata alle pizzerie del Bel Paese, firmata dal giornalista enogastronomico Luciano Pignataro, da Albert Sapere e Barbara Guerra, curatori delle Strade della Mozzarella (LSDM). Il locale di Caiazzo (Caserta) del maestro Franco Pepe si è aggiudicato il gradino più alto del podio della classifica stilata in forma anonima da 100 ispettori sulla base della qualità, ma anche del servizio, della carta dei vini e delle birre, della ricerca e dell’arredamento. In seconda e terza posizione altre due mete sacre dell’arte pizzaiola partenopea: Gino Sorbillo ai Tribunali (Napoli) e Francesco & Salvatore Salvo di San Giorgio a Cremano (Napoli).

Nella serata che ha avuto come teatro la suggestiva sede di Castel dell’Ovo a Napoli, sono state svelate le prime 50 posizioni della classifica. Tra queste ben 19 i locali campani, a conferma della naturale leadership che la regione “madrepatria” della pizza continua a detenere. Ad essere ben rappresentata è però tutta la Penisola, a cominciare dal Lazio, che piazza 6 insegne nella top 50; la metà di queste tra l’altro (Sforno, Tonda e Sbanco), portano la firma di un unico interprete: Stefano Callegari. Solo un gradino sotto c’è la Toscana (5); seguono ex aequo Lombardia ed Emilia Romagna (4). Folto il gruppo a quota 2, con Puglia, Sicilia, Abruzzo e Trentino Alto Adige che si uniscono al Veneto, le cui 2 pizzerie sono entrambe posizionate tra le prime 10 dello Stivale. E stiamo parlando de “I Tigli” di Simone Padoan (San Bonifacio – Verona) e “Saporè” di Renato Bosco (San Martino Buon Albergo – Verona). Chiudono Piemonte e Basilicata con un locale.

Ecco la classifica finale dal primo al cinquantesimo posto di 50 Top Pizza:

1               Pepe In Grani – Caiazzo (CE), Campania

Franco Pepe
Franco Pepe

2               Gino Sorbillo ai Tribunali – Napoli, Campania

Gino Sorbillo a Via Tribunali carro
Gino Sorbillo a Via Tribunali

3               Francesco & Salvatore Salvo – San Giorgio a Cremano (NA), Campania

Francesco (a sinistra) e Salvatore Salvo

4               Pizzaria La Notizia 94 – Napoli, Campania

Enzo Coccia Pizzaria La Notizia
Enzo Coccia Pizzaria La Notizia

5               I Tigli – San Bonifacio (VR), Veneto

Simone Padoan
Simone Padoan

6               I Masanielli – Caserta, Campania

Francesco Martucci
Francesco Martucci

7               Concettina Ai Tre Santi – Napoli, Campania

Ciro Oliva
Ciro Oliva a Città della Pizza

8               50 Kalò – Napoli,  Campania

Ciro Salvo
Ciro Salvo

9               La Gatta Mangiona – Roma, Lazio

La Gatta Mangiona incontra DaZero, CASA
La Gatta Mangiona incontra DaZero, CASA

10            Saporè – San Martino Buon Albergo (VR), Veneto

Renato Bosco

11            L’Antica Pizzeria Da Michele – Napoli, Campania

12            ‘O Fiore Mio – Faenza, Emilia Romagna

13            Dry – Milano, Lombardia

14            Santarpia – Firenze, Toscana

15            Pizzaria Starita a Materdei – Napoli, Campania

16            Sforno – Roma, Lazio

17            Guglielmo Vuolo a Eccellenze Campane – Napoli, Campania

18            La Masardona – Napoli, Campania

19            La Sorgente – Guardiagrele (CH), Abruzzo

20            La Kambusa – Massarosa (LU), Toscana

21            in Fucina – Roma, Lazio

22            Pizzeria Da Attilio – Napoli, Campania

23            Piccola Piedigrotta – Reggio Emilia, Emilia Romagna

24            Carmnella – Napoli, Campania

25            Pomodoro & Basilico – San Mauro Torinese (TO), Piemonte

26            Percorsi Di Gusto – L’Aquila, Abruzzo

27            Pizzarium – Roma, Lazio

28            Il Vecchio Gazebo – Molfetta (BA), Puglia

29            Berberè – Castelmaggiore (BO), Emilia Romagna

30            Pizzeria Da Albert – Trento, Trentino Alto Adige

31            Casa Vitiello – Caserta, Campania

32            Tonda – Roma, Lazio

33            Korallo Pizza & Drink – Trento, Trentino Alto Adige

34            La Braciera – Palermo, Sicilia

35            La Divina Pizza – Firenze, Toscana

36            Pizzeria Apogeo – Pietrasanta (LU), Toscana

37            Ranzani13 – Bologna, Emilia Romagna

38            Lievito Madre al Duomo – Milano, Lombardia

39            Ristorante Pizzeria Le Parule – Ercolano (NA), Campania

40            Mistral dal 1959 – Palermo, Sicilia

41            La Pizzeria Sud – Firenze, Toscana

42            Pizzeria Montegrigna Tric Trac – Legnano Mi, Lombardia

43            10 Diego Vitagliano Pizzeria – Pozzuoli (NA), Campania

44            La Campagnola – Bitritto (BA), Puglia

45            Carlo Sammarco Pizzeria 2.0 – Aversa (CE), Campania

46            Sbanco – Roma, Lazio

47            Marghe – Milano, Lombardia

48            Lievito Madre al Mare – Napoli, Campania

49            Fandango Racconti di Grani – Filiano (PZ), Basilicata

50            Pizzeria Di Matteo – Napoli, Campania

Assegnati inoltre diversi Premi Speciali. Oltre a quelli, già annunciati, a Isabella De Cham (1947 Pizza Fritta, Napoli) come Pizzaiola dell’anno, a Pierluigi Roscioli (Antico Forno Roscioli, Roma) come Fornaio dell’anno e a Morsi & Rimorsi (Aversa – Caserta) come Pizzeria novità dell’anno, sono stati premiati:

Francesco Martucci de I Masanielli (Caserta) come Pizzaiolo dell’anno

Ciccio Vitiello di Casa Vitiello (Caserta) come Giovane dell’anno

Bonci – Pizzarium (Roma) per la Pizza dell’anno (Mozzarella di Bufala Campana a crudo, Funghi Prataioli e Prosciutto Crudo)

Francesco & Salvatore Salvo per la Miglior Carta dei Vini

La Gatta Mangiona (Roma) per la Miglior Carta delle Birre

Berberè (Castelmaggiore – Bologna) per la Miglior Carta degli Oli Extravergine di Oliva

I Tigli per il Miglior Servizio di Sala

La Masardona (Napoli) per la Miglior Proposta dei Fritti

Concettina ai Tre Santi (Napoli) per il Miglior Asporto

Di Matteo (Napoli) per la Frittatina di Pasta dell’anno

Dry (Milano) per il Miglior Comfort e Benessere Complessivo

Fandango Racconti di Grani (Filiano – Potenza) per la Sostenibilità Ambientale

Tonda per la Valorizzazione del Made in Italy

Gino Sorbillo ai Tribunali per la Miglior Comunicazione Web e Social

A Enzo Coccia (Pizzaria La Notizia 94, Napoli) è stato assegnato il Premio alla Carriera

Carmine Donzetti e Vincenzo Esposito, a sorpresa, hanno ricevuto il Premio del Cuore per aver messo la loro arte della pizza al servizio di chi ha bisogno, senza cercare alcuna pubblicità

Migliore Pizzeria di Stile Napoletano fuori dall’Italia Ober Mamma

“50 Top Pizza – spiegano i tre curatori della guida, Luciano Pignataro, Barbara Guerra e Albert Sapereoltre ad essere un utilissimo vademecum per chiunque sia in cerca di un’ottima pizza (e noi ne segnaliamo ben 500) in qualsiasi angolo del Paese, rappresenta un vero e proprio viaggio attraverso i diversi stili e prodotti tipici d’Italia. Un omaggio quindi al concetto di alta qualità Made in Italy, legato al totem gastronomico tricolore che ci ha resi celebri nel mondo.”

http://www.50toppizza.com/  –  redazione@50toppizza.comFB

Top 50
Top 50

2 commenti

    Francesco Mondelli

    (22 luglio 2017 - 17:03)

    Complimenti .Deve essere stata una bella fatica,ma ctredo ne sia valsa la pena sopratutto perché questo lavoro va a contrastare lo strapotere di quelle finte che hanno invaso il mondo assieme alle solite bibite delle multinazionali dell’acqua “colorata”.Grazie quindi ai nostri eroi(LP,BG,AS)e in alto i calici come meglio ci aggrada:Champagne,Trento Doc,Franciacorta,Langhe doc,Durello,Lambrusco ,rosati o naturali ma comunque sempre”vitali”.FM.

    friariello

    (22 ottobre 2017 - 10:17)

    Continua l’equivoco i Tigli tra le “PIZZERIE”,a quel punto perchè non inserire anche Bonci?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *