Dove mangiare la migliore carbonara a Roma? Dai mostri sacri alle osterie/ AGGIORNATO febbraio 2020

10/2/2020 161.2 MILA
La carbonara di Arcangelo Dandini

di Virginia Di Falco

La migliore carbonara a Roma. Parlare di un caposaldo della romanità come la carbonara non è mai facile mentre è facilissimo cadere nella trappola delle “migliori dieci” tirando fuori un noioso e stanco elenco fotocopia. In questo pezzo vi proponiamo un percorso guidato (e sempre aggiornato!!) su quelle che riteniamo le carbonare davvero imperdibili che, a cominciare dal numero (circa 20) presuppone un ampliamento (o, perché no, qualche taglio) a seconda dei gusti e delle esperienze di chi avrà la pazienza di leggere.

Cominciamo da 6 imperdibili che sono le “belle & famose” del gruppo. Sono le carbonare  indissolubilmente associate al nome dello chef che le prepara, prima ancora che al nome del ristorante. Siamo cioè di fronte a 6 professionisti che hanno legato la loro notorietà anche all’esecuzione magistrale di questo piatto della tradizione sebbene ognuno di loro racconti poi nella propria cucina una storia fatta soprattutto di innovazione e ricerca.

La carbonara di Luciano Monosilio

Da Luciano Cucina Italiana, carbonara e ricetta carbonara
Da Luciano Cucina Italiana, la carbonara  di Luciano Monosilio

La carbonara di Arcangelo Dandini (Ristorante l’Arcangelo)

La carbonara di Arcangelo Dandini
La carbonara di Arcangelo Dandini

La carbonara di Nabil Hadj Hassein (Ristorante Salumeria Roscioli)

carbonara roscioli
La carbonara, tra i piatti simbolo della cucina romana

La carbonara di Pipero, il più mattatore dei patron romani, che nella nuova sede di Corso Vittorio Emanuele, con lo chef Ciro Scamardella, ha voluto i rigatoni alla carbonara come piatto fisso in carta.

Pipero, i rigatoni alla carbonara di Ciro Scamardella
Pipero, i rigatoni alla carbonara di Ciro Scamardella

La carbonara di Adriano Baldassarre nella sua nuova Trattoria L’Avvolgibile.

Trattaria Avvolgibile, la carbonara di Adriano Baldassarre
Trattaria Avvolgibile, la carbonara di Adriano Baldassarre

La carbonara di Francesco Capuzzo Dolcetta, executive chef di Marzapane, il più giovane del gruppo che interpreta il nuovo corso voluto dal patron Mario Sansone.

La carbonara di Marzapane

A queste prime sei fanno seguito le carbonare di quelle osterie romane dove l’esecuzione del piatto non tradisce mai. Molte sono a conduzione familiare: qui dunque la ricetta è innanzitutto manualità casalinga e memoria, prima ancora che esperienza professionale; mentre le trattorie di nuova impostazione si distinguono per mantenerla con orgoglio (ed esecuzione filologica) in carta.
Ed eccole dunque, in ordine sparso, le osterie di Roma con una carbonara imperdibile:

EGGS a Trastevere. Cominciamo con un posto completamente votato all’uovo e alla carbonara. La chef Barbara Agosti ne propone addirittura 11 versioni. Provare per credere.

Eggs a Roma, la carbonara classica
Eggs a Roma, la carbonara classica

Mamma Angelina, tutto il comfort e il calore di una bella cucina familiare.

La carbonara di Mamma Angelina
La carbonara di Mamma Angelina

Armando al Pantheon, accanto ad uno dei monumenti più imponenti della Capitale la cucina di ricerca e memoria di Claudio Gargioli.

La carbonara di Armando al Pantheon
La carbonara di Armando al Pantheon

Trattoria Pennestri, a Ostiense, un bell’esempio di trattoria di nuova impostazione con carta vivace ma rispettosa dei piatti ‘intoccabili’ della tradizione, perfettamente eseguiti.

Trattoria Pennestri, la carbonara
Trattoria Pennestri, la carbonara

Santo Palato, insieme a Pennestri, la trattoria che più ha fatto parlare tra le aperture del 2017. Una cucina, questa della brava Sarah Cicolini che santifica – è proprio il caso di dire – tutto il repertorio del quinto quarto. Carbonara da dieci e lode, cottura della pasta al dentissimo; guanciale saporito e croccante, giusta sapidità e notevole cremosità dell’uovo, con una persistenza a prova di ultimo boccone.

Santo Palato, la carbonara di Sarah Cicolini
Santo Palato, la carbonara di Sarah Cicolini

Enzo al 29, una squadra giovane e grintosa ha preso in mano un locale storico, con grande attenzione ai prodotti. Lunga fila per riuscire a sedersi, il nostro consiglio è di presentarsi intorno alle 19.30: vedrete, ne vale la pena!

da Enzo al 29, Carbonara
da Enzo al 29, Carbonara

Al Grappolo d’Oro, in pieno centro, una cucina da tanti anni Chiocciola Slow Food: il piacere di una romanità che non guarda solo ai turisti.

Grappolo d'Oro, la carbonara
Grappolo d’Oro, la carbonara

Da Danilo, all’Esquilino una solida trattoria di famiglia che da anni si fa vanto proprio delle ricette della tradizione, mettendo d’accordo habitué e turisti.

Trattoria Da Danilo, la carbonara
Trattoria Da Danilo, la carbonara

Flavio al Velavevodetto, cucina verace con ottimo rapporto qualità-prezzo tra i cocci del monte Testaccio.

La carbonara di Flavio al Velavevodetto
La carbonara di Flavio al Velavevodetto (foto dal web)

Menabò Vino e Cucina, a Centocelle, un’osteria di nuova impostazione ma con tradizione familiare alle spalle e vivace carta dei vini. La carbonara di Paolo Camponeschi colpisce soprattutto per il punto perfetto di cremosità.

Menabo' Vino e Cucina, la carbonara
Menabo’ Vino e Cucina, la carbonara

Dal Cavalier Gino, in pieno centro storico,
a due passi dal Parlamento impostazione old style, a partire dal servizio, ma cucina sempre corretta e rispettosa della tradizione.

Dal Cavalier Gino, la carbonara
Dal Cavalier Gino, la carbonara

Lo’Steria nel caos modaiolo di Ponte Milvio, un rifugio sicuro. Il semplice ma confortevole locale dei fratelli Ogliotti è un’osteria di moderna impostazione, ma con esecuzione attenta dei classici.

Lo'steria, la carbonara
Lo’steria, la carbonara

L’Osteria di Monteverde, da una carta sempre vivace e contemporanea, il piacere dell’esecuzione perfetta anche per i piatti romaneschi.

L'Osteria di Monteverde, carbonara
L’Osteria di Monteverde, carbonara

Al Girasole, un’intera famiglia al lavoro in questo post super pop ma con una delle migliori carbonare di Roma, al grido di: «ottimo & abbondante!».

Il Girasole, la carbonara
Il Girasole, la carbonara

Lo Scopettaro a Testaccio. Tra le carbonare pop da provare, cioè popolari, da vecchia trattoria, bisogna menzionare anche i rigatoni di questa “Storica Bottega” sul Lungotevere dal 1930.

La carbonara dello Scopettaro a Testaccio
La carbonara dello Scopettaro a Testaccio

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Chiudiamo con la curiosità di tre carbonare “stellate” cioè con tre piatti di alta cucina di tre grandi chef che in carta hanno la loro interpretazione, potremmo dire il loro personale omaggio, a questo piatto della tradizione romana:

Heinz Beck, La Pergola, con i fagottelli di carbonara

La carbonara di Heinz Beck
La carbonara di Heinz Beck

Antonello Colonna, a Labico, con il negativo di carbonara

Antonello Colonna resort, negativo di carbonara
Antonello Colonna resort, negativo di carbonara

Francesco Apreda, che all’Idylio propone i suoi famosi Cappellotti anche nella versione alla carbonara.

Francesco Apreda, Idylio. Cappellotti alla carbonara
Francesco Apreda, Idylio. Cappellotti alla carbonara


La migliore carbonara a Roma, ecco allora dove mangiarla!

28 commenti

    Marco Galetti

    @Virginia, non è consentito dalla legge pubblicare foto troppo esplicite in fascia protetta.

    12 ottobre 2017 - 17:47Rispondi

    Monica

    Caspita mi ci vorranno mesi per provarli tutti. Se l’ordine di presentazione è anche una classifica devo prenotare subito da Pipero!

    12 ottobre 2017 - 17:49Rispondi

    Livio

    In quel di Torraccia ci sarebbe un’osteria che fa una Carbonara niente male ( non ho usato la c maiuscola a caso) :) un tal Guido.

    12 ottobre 2017 - 19:22Rispondi

    Vincenzo

    Siamo onorati di servire il guanciale ed il pecorino ha quattro di questi super Carbonari . il prodotto fa la differenza

    12 ottobre 2017 - 19:32Rispondi

    enzo raneri

    recentemente sono stato da Eggs, dove ho assaggiato quattro carbonare, fra cui la classica, trovandola veramente ottima, in termini di cottura della pasta e consistenza del condimento. Great !

    12 ottobre 2017 - 23:41Rispondi

    Francesco Picerno

    Virginia, come ti scrissi tempo fa, continua a mancare 3quarti a Via Attilio Regolo! Impossibile non apprezzarla se l’hai mangiata. Mi sento di segnalarti altri nomi (perchè il difetto è che poi tendono sempre a essere le stesse): il mitico “Pommidoro” a San Lorenzo, l'”Antica Hostaria Dei Ghiottoni” che è un posto davvero lontano da tutto (parliamo di Colle Salario) ma i primi romani li fa divinamente e soprattutto “Eggs” a Trastevere. Sono contento che finalmente qualcuno abbia inserito “Il Girasole”, davvero un posto interessante, e mi permetto di dissentire su alcune carbonare, per me, davvero sopravvalutate (Dal Cavalier Gino e Flavio Al Velavevodetto).

    13 ottobre 2017 - 16:50Rispondi

    Antonio

    Virginia ma Felice a Testaccio? O Perilli? O l’antico Carlone a Trastevere?

    15 ottobre 2017 - 19:47Rispondi

      Virginia

      @Francesco, grazie per il commento. No, non ho ancora provato 3quarti, grazie per questo e per gli altri suggerimenti. Cercherò di provarle tutte, un po’ alla volta :)

      25 ottobre 2017 - 21:01Rispondi

    Virginia

    @ Antonio: di Felice a Testaccio apprezzo molto di più cacio e pepe e amatriciana; Perilli non sempre mi ha soddisfatto e, infine, Carlone a Trastevere mi manca: lo proverò al più presto, grazie!

    25 ottobre 2017 - 21:05Rispondi

    Francesco Picerno

    Ah a proposito: nella top ci entra di diritto anche la carbonara della “Trattoria Pennestri” che ho provato sotto tuo consiglio. Superlativa.

    7 novembre 2017 - 13:04Rispondi

    Corrado Federici

    Una serie di locali ultracommerciali che nulla hanno a che vedere con la cucina romana

    4 dicembre 2017 - 13:01Rispondi

    michele

    èmolto presuntuo fare la classifica della migliore carbonara a Roma….La migliore è quella che faccio io

    5 dicembre 2017 - 16:20Rispondi

    Fabio

    Io vivo a a Roma e devo dire che, seppure possa sembrare turistico, il ristorante La Carbonara a Campo del Fiori, fa un’ottima carbonara. Comunque si fa con il guanciale e NON con la pancetta e l’albume, uno ogni due uova ci va.
    Un caro saluto
    Fabio

    25 dicembre 2017 - 21:45Rispondi

    Gianni Cavola

    Sono sorpreso da quanti Chef stranieri siano in questa speciale Classifica!
    Dovreste fare la stessa ricerca anche lontano da Roma, crediamo che ci siano realtà che non sfigurerebbero in questo Olimpo di Romani!!! Buonasera… Gianni.

    29 settembre 2018 - 00:05Rispondi

    Luigi

    Nel mio tour romano alla ricerca della migliore carbonare ieri sera sono stato da Mamma Angelina: semplicemente scandalosa!

    Guanciale carbonizzato e uovo con l’albume!

    7 dicembre 2018 - 19:06Rispondi

    Maurizio Pinto

    Siamo venuti da genova proprio per due giorni di maratona della cucina romana , ieri sera la tanta sognata carbonara di Luciano Monosilio …COMMOVENTE , MAI mangiata così buona

    6 gennaio 2019 - 10:03Rispondi

    Mizio

    Hostaria Sellero e Ventresca must della carbonara

    23 gennaio 2019 - 21:09Rispondi

    Paolo Mazzola

    Provate quasi tutte ( no enzo al 29, cavalier gino, achilli e la pergola), articolo fatto molto bene, mi piace il format che si aggiorna, forse lo scopettaro anche meriterebbe

    24 gennaio 2019 - 15:00Rispondi

    Virginia

    grazie Paolo! Almeno ci proviamo (a tenerlo sempre aggiornato).
    Sullo Scopettaro: prima o poi non solo parlerò della carbonara, ma lo presenterò ai lettori del Blog :)

    24 gennaio 2019 - 15:13Rispondi

    Marco Galetti

    Virginia e i Moti Carbonari, potresti scrivere un libro… è uno sporco lavoro, sarà il carbone, sarà il pepe, grazie per i sacrifici che stai facendo… battute a parte questo Manuale on line non ha prezzo

    24 gennaio 2019 - 17:23Rispondi

    Augusto Crespi

    consiglio “da Teo” a Trastevere, Piazza dei Ponziani, vera trattoria romana io la ho provata ed era buonissima

    31 gennaio 2019 - 19:35Rispondi

    Carbogang

    Primo osteria in Roma fa una carbonara strepitosa. Da provare assolutamente

    14 marzo 2019 - 21:59Rispondi

    Antonio

    Quella di Heinz Beck non si può guardare ( ma per favore ! ). È un po’ come per la pizza di Cracco…

    6 aprile 2019 - 20:45Rispondi

    Gianluigi

    Santo Iddio d’amore! Ma cosa vedono i miei occhi! Vado spesso a Roma per lavoro e adesso devo proprio provare uno di questi meravigliosi posti! Zona Transtevere quale è il migliorissimo? Grazieeeeeeeeeeeeeee

    23 gennaio 2020 - 18:05Rispondi

    Virginia

    @Gianluigi: a Trastevere senza dubbio ENZO AL 29. Ci faccia sapere :)

    23 gennaio 2020 - 21:37Rispondi

    Edoardo Fraioli

    Ciao Virginia
    Le andrebbe di venire ad assaggiare la nostra carbonara in Vicolo del Cedro (ilmaritozzorosso)?
    Siamo giovani ma con tanta qualità e tanta voglia di misurarci con le più blasonate. E poi se apri a Trastevere devi fare la carbonara più buona del mondo.
    Edoardo

    23 gennaio 2020 - 23:52Rispondi

    Andrea palmieri

    Buon giorno Virginia,
    Siamo Andrea e Francesca Palmieri ,
    Proprietari del bucavino hosteria in Roma, dove puntiamo molto sui nostri primi romani e sopratutto sulla nostra carbonara. Le andrebbe di venirla a provare?in molti ci dicono che sia tra le migliori a Roma e noi per crescere vorremmo avere da lei un parere.
    Grazie e a presto

    12 febbraio 2020 - 03:01Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.