Leguminosa: la Gma Specialità all’evento Slow Food per selezionare nuovi Presidi

Letture: 117
il paniere di Presidi Slow Food di Gma Specialità
il paniere di Presidi Slow Food di Gma Specialità

Giuseppe Acciaio: “Si punta ad ampliare il paniere di tipicità con un grande assortimento di legumi presidi Slow Food”.

Un mercato selezionato di Pizzerie Gourmet e ristorazione attenta alla qualita’ sono i due canali distributivi nei quali negli ultimi dieci anni i presidi Slow Food stanno finalmente trovando spazio. Il tutto grazie alla Gma Specialita’ della famiglia Acciaio, che ha avviato una politica a favore dei contadini e le produzioni tipiche, acquistando direttamente e distribuendo i prodotti in un circuito di operatori attenti al concetto di Benessere del Cibo.

“Il problema di questi produttori e’ non poter vendere piccole quantita’ perche’ i costi di spedizione sono alti –  illustra Giuseppe Acciaio, fondatore della Gma Specialita’ e del progetto Pizzerie Gourmet – Con la Gma Specialita’ abbiamo quindi riempito un vuoto, facendo accordi con contadini e produttori su grandi quantita’, acquistando direttamente e distribuendo anche ad operatori che chiedono piccole quantita’ del prodotto. Questo permette al mercato del mondo della ristorazione e del circuito di Pizzerie Gourmet di avere tipicita’ certificate sempre Buoni e saporite”.

Da questa valutazione nasce il paniere di specialita’ della Gma di Pompei,  in cui sono presenti prodotti dop, igp e presidi Slow Food, tra questi: Antico Pomodoro di Napoli, capperi di Salina, uncio di Salina, colatura di alici di Cetara, fior di sale di Trapani e sale vero, cacio ricotta del Cilento, mortadella di Bologna, olive Caiazzane, alici di Menaica.

“La partecipazione a Leguminosa ci ha permesso di selezionare prodotti buonissimi  – commenta Acciaio – ed ampliare il paniere Gma, creando un completo assortimento dei legumi presidi Slow Food”