Gola report: ‘A Pizza a Vico

Letture: 160
il Bikini by night foto: monicapiscitelli

di Monica Piscitelli

La Pizza è davvero festa. Lo ha confermato l’iniziativa promossa da Stefano Bonilli e Maurizio Cortese, freschi del lancio della Gazzetta Gastronomica (con tanto di Margherita in copertina), che, ieri sera, sul palco naturale di Vico Equense ancora caldo della festa di Gennaro Esposito e i suoi, ha accesso riflettori e forni del primo appuntamento con “A’ Pizza”. A essere protagonista, per una notte, esclusivamente un prodotto d’eccellenza, artigianale fino al midollo e di qualità superiore, grazie alla partecipazione di alcuni dei migliori pizzaioli della città di Napoli e della Campania, nonché di alcuni artigiani di  livello provenienti da fuori regione.

Stefano Bonilli e Maurizio Cortese durante la festa foto: monicapiscitelli
Dopo una mattina trascorsa tra seminari e lezioni con Enzo Coccia, Gabriele Bonci e Luigi Dall’Amura, i pizzaioli coinvolti si sono dati appuntamento sotto le stelle del Bikini esibendosi ciascuno in una o più specialità, alcune delle quali preparate per l’occasione.
Marzia Buzzanca e la sua pizza con patate foto_monicapiscitelli

L’unica pizzaiola della serata, Marzia Buzzanca, ha messo fiori a decoro della sua pizza con patate profumata al pepe e al timo. Il suo “Percorsi di gusto” è un ulteriore ottimo motivo per tornare a L’Aquila, sulle cui macerie ha riedificato in poco tempo un locale che esprime la sua voglia di far vivere la città.

la Pizza con Pomodoro giallo di Enzo Coccia_fotomonicapiscitelli

Enzo Coccia davanti al banco dimentica anche il fastidio alla caviglia che lo costringe in stampelle. A Vico, sfodera la Pizza con Pomodori gialli e olive nere e si dimostra in gran forma.

Gino Sorbillo con il suo aiuto Maurizio a Vico per A Pizza fotomonicapiscitelli

Gino Sorbillo che qui posa insieme a un suo aiuto durante una pausa dalla performance, confessa la sua soddisfazione: “c’è un interesse nuovo sulla Pizza”. I suoi occhi azzurri saettano.

Franco Pepe e Alfonso Iaccarino fotomonicapiscitelli

Franco Pepe con i fratelli ha portato un pò di Caiazzo a Vico proponendo, tra le altre, una “Mastunicola”; una pizza con provola affumicata e strutto; e uno dei suoi cavalli di battaglia: il ripieno con scarola. Lo chef Alfonso Iaccarino  si è soffermato più volte nel suo spazio per assaggiare, tra una chiacchiera e l’altra, alcune delle sue pizze.

Gabriele Bonci foto_monicapiscitelli

Gabriele Bonci, omone tutto lievito naturale e passione, che ha portato in auge il suo Pizzarium (universo in espansione della pizza a Roma), è stato una delle maggiori attrattive della serata: frenetico e del tutto assorbito dalle performance che lo hanno visto più volte al lavoro al forno. Ogni volta che è uscita una sua pizza, il capannello di gente di fronte a lui la ha fatta sparire in battibaleno.

Salvatore Salvo foto: monicapiscitelli

Salvatore Salvo, ragazzone instancabile e sorridente in rappresentanza di San Giorgio a Cremano, solleva appena la testa dal banco per un saluto mentre spalma la ricotta per il suo ripieno e sforna pizze a ripetizione.

Ernesto Fico della Pizzeria prepara la pizza fritta fotomonicapiscitelli

Non poteva mancare la pizza fritta a una kermesse sulla pizza. Ernesto Fico, con furore dalla sua pizzeria Donnaregina ubicata nel cuore e antico di Napoli, propone un calzone fritto con un pò di pomodoro e ben profumato di pepe nero.

Antico forno Roscioli, qui un assistente di Pierluigi Roscioli fotomonicapiscitelli

Pierluigi Roscioli, anima dell’omonimo Antico Forno di Roma, con un suo aiuto tira fuori, tra i primissimi, ad apertura della festa, una strepitosa pizza con Coppa di maiale. Mio primo folgorante assaggio.

i crocchè con baccalà de La Gatta Mangiona fotomonicapiscitelli

Della Gatta Mangiona di Roma e del suo Giancarlo Casa, che ha come “Pizza forte” quella con crema di ceci, baccalà affumicato e mentuccia, si prova e immortalano gli strepitosi Crocchè di patate e baccalà profumati al limone.

il gelato Carapina alla Pizza foto: monicapiscitelli

Tra le tante pizze servite, quella di gelato di Carapina di Firenze. L’idea, racconta Simone Bonini (nella foto), è nata:  “da una chiacchierata notturna con un’amica più di un anno fa, in mezzo al Top dei Pizzaioli”. Tre gusti per la coppetta: al basilico, mozzarella e pomodoro.

Nucillo aperitivo foto: monicapiscitelli

Altri assaggi – oltre a quelli made alto casertano che si conferma in questi mesi al centro di un vortice mediatico che stimola il territorio a fare sempre meglio- merita una nota l’ultima trovata si Enzo D’Alessandro che, mentre la mamma  proponeva le bruschette fatte alla Osteria de E’ Curti, tirava fuori, di fronte al Vesuvio e al Golfo, il suo “Nuciki”, Nucillo – Bikini,  (ndr: il nome è in via di definizione): un aperitivo  a base del suo Nucillo (cru Vesuvio) miscelato con chinotto bio. Proposta dissetante e piacevole per l’imminente estate.