Le ricette > dolci > Eventi da raccontare
1

Il mercatino di Natale a San Potito Sannitico: spettacoli di strada, artigianato e prodotti tipici

4 dicembre 2012

Il mercatino di Natale a San Potito Sannitico - foto Antonella D'Avanzo


di Antonella D’Avanzo

Sabato 1 e domenica 2 dicembre nel centro storico di San Potito Sannitico, borgo dell’Alto Casertano che nasce in corrispondenza delle sorgenti delle località Formose, Aulecine e Porta Agricola, ricco di palazzi nobiliari, di bellezze paesaggistiche e un tempo anche terra di Briganti, si è svolta la XIII edizione del mercatino di Natale. Appuntamento tradizionale organizzato dall’associazione Pro Loco con a capo una donna straordinaria e vulcanica, Maria Rosaria Antonucci e dall’Amministrazione Comunale presieduta dal Sindaco Francesco Imperadore.

Francesco Imperadore, sindaco e Maria Rosaria Antonucci, presidente Pro Loco - foto Vittorio Imperadore

Teatro della manifestazione sono stati i vari palazzi del centro, le stanze al piano terra e il giardino di palazzo Filangieri, i caratteristici vicoli del paese, dove sono stati esposti, in un contesto prenatalizio, i prodotti di eccellenza, frutto delle tradizioni artistiche, artigianali ed enogastronomiche del territorio Matesino e Regionale. Lungo il movimentato e suggestivo percorso del mercatino si sono alternati eventi musicali di vario genere: gruppi folkloristici, saltimbanchi e artisti di strada con spettacoli itineranti molto apprezzati dal numeroso pubblico venuto per l’occasione oltre che dal territorio limitrofo, anche dal di fuori della regione Campania.

Zucche giganti in esposizione - foto Antonella D'Avanzo

 

Prodotti tipici - foto Antonella D'Avanzo

In questa magica, accogliente e calda atmosfera, arricchita da colori e profumi di rosmarino, cannella, spezie e di dolci fatti in casa, ho conosciuto i coniugi Renato e Lina Buontempo, storici  panettieri potitesi in pensione, che ogni anno per l’occasione preparano i tipici turciniegli (attorcigliati), così chiamati per la loro caratteristica preparazione: prima di immergerle nell’olio bollente, l’impasto viene attorcigliato intorno alle dita con una manualità veloce ed esperta; un cibo della tradizione popolare, povero ma molto gustoso, che viene preparato in tutte le case dell’allegro borgo nei giorni della vigilia di Natale e di Capodanno. Gli abitanti del luogo raccontano – ‘senza i turciniegli di Renato che Natale sarebbe?

l Dolce dei Briganti - foto Antonella D'Avanzo

Quest’anno è stato introdotto un dolce chiamato il “Dolce dei Briganti”, da un’idea di Maria Rosaria Antonucci che rivisita un’antica ricetta “dei Briganti” in possesso di sua madre Maria Concetta. Si tratta di un prodotto da forno artigianale e da agricoltura biologica, preparato con farina, zucchero, mandorle, olio extra vergine di oliva, vino bianco, canditi di arancia e lievito madre; questo dolce, presentato in questa occasione, accompagnerà uno spettacolo teatrale itinerante che avrà come tema un emozionante episodio di Brigantaggio realmente accaduto e che si proporrà la prossima stagione estiva a San Potito Sannitico.

1° Premio Concorso "Un Dolce per il Mercatino" - foto Antonella D'Avanzo

2° Premio Concorso "Un Dolce per il Mercatino" - foto Antonella D'Avanzo

3° Premio Concorso "Un Dolce per il Mercatino" - foto Antonella D'Avanzo

Durante la manifestazione si è svolto anche il concorso “Un Dolce per il Mercatino”, dove 15 dolci presentati, sapientemente preparati dalle donne potitesi, sono stati giudicati e valutati da una commissione di esperti, presieduta da chi scrive; il podio è andato con un premio a 3 dolci, valutati per equilibrio del gusto, originalità e creatività, territorialità, estetica e presentazione.

Renato Buontempo e i suoi turciniegli - foto Antonella D'Avanzo

I Turciniegli

Ingredienti

-        Farina un kg

-        Patate 500 gr

-        Acqua (quanto ne assorbe l’impasto)

-        Un cucchiaio di sale

-        Lievito madre

-        Rosmarino

-        Olio per friggere

I turciniegli in frittura - foto Antonella D'Avanzo

I turciniegli - foto Antonella D'Avanzo

Procedimento

Preparare un infuso con acqua e rosmarino, e tenerlo da parte. Servirà per bagnarsi le mani durante la preparazione dei turciniegli. Preparare un impasto molle con la farina, le patate precedentemente lessate e poi schiacciate, l’acqua, il lievito madre, il sale. Far lievitare per circa 2 ore. 

Attorcigliare un pò di pasta intorno alle dita bagnate nell’acqua al rosmarino formando il tipico turcinieglio, immergerlo nell’olio bollente e friggere. Servire caldi.

Un consiglio: le mani vanno bagnate costantemente per favorire l’operazione di attorcigliamento e per la frittura è preferibile utilizzare una casseruola molto alta, dove, bisogna versarci abbondante olio per friggere, i turciniegli devono stare a galla.

Un Commento a “Il mercatino di Natale a San Potito Sannitico: spettacoli di strada, artigianato e prodotti tipici”

  1. luigina scrive:

    Buonissimi!
    Quand’ero piccola ed abitavo a S.Potito mia madre li preparava sempre in occasione del Natale!Purtroppo queste tradizioni si stanno perdendo.