L’album di Uliassi in Slide Show e un concorso con la foto di Maffi

Letture: 62

Dopo la recensione seria sul ristorante di Mauro Uliassi, spero non seriosa, qui si vuole solo un po’ giocare ed un po’ lievemente  celebrare  un cuoco ed una famiglia: Uliassi, a mio modesto parere giunti al vertice nazionale. Prima vi proponiamo due fotografie, una specie di gioco con in palio un pranzo nel ristorante  di Mauro, in quel di Senigallia.


Uno dei due e’ Maffi a 22 anni. L’altro e’ Uliassi, più o meno alla stessa età.
CHI E’ CHI?
Tutti possono partecipare al gioco, UNA sola può vincere.


Si perché il sottoscritto, sotto forma di Maffi due, impone la regola che solo un’esponente del gentile (anche se ormai e’ un modo di dire obsoleto) sesso può vincere.
Non ho nessuna intenzione di invitare a pranzo maschi e maschiacci assortiti…
ah dimenticavo: chi si vuole tenere appesa la mia fotografia in cameretta e’ servito.
Comunque lo fa con la foto di un bel ragazzo, che ccavolo!

Gentil sesso o GentilPasta? (l.p.)

4 commenti

  • marc-henri suire

    (14 aprile 2010 - 17:27)

    Ciao Giancarlo,
    Alors, vous vous êtes décidé à vous exposer! Bravo ce sont de très belles photos, je n’ai pas vraiment tout compris et traduit, mais je sais que c’est tout bon.
    Buono giornata…
    Buono appetito… anche moderatione
    marc

  • marc-henri suire

    (14 aprile 2010 - 17:30)

    ….e bravo per la musique, du buono jazz

  • giancarlo maffi

    (14 aprile 2010 - 19:52)

    il 20 non posso , giulia. sono a cena con go nagai al don alfonso. il pigna ha la lista dei miei “impegni ” del mese. se chiedi a lui spero di incrociarti. un bacio.

  • cristinavitali

    (16 aprile 2010 - 11:57)

    complimenti ai belloni. anche se sono passati un bel po di anni, la prima fotografia é il maffi. ai tempi il caro maffi era considerato il più bel ragazzo a giro della città, ma impossibile da raggiungere; ma non perchè se la tirasse ma a causa del suo carattere chiuso ed introverso… anche per timidezza…. per anni tutte le amiche mie cercavano in tutti i modi di farsi notare; scaraventandosi addosso sull’autobus, fingendo uno svenimento improvviso durante il suo passaggio davanti alla scuola, scrivendo vari pizzetti non firmati lasciati ovunque; ma nulla. morte civile, le amiche lo salutavano sbracciandosi e lui gentilmente rispondeva al saluto con educazione e con un mezzo sorriso, forsen aveva compassione di queste quattro sgallinate con rara malattia chiamata maffite.
    lì svenivano tutte……. e la notte stessa si sognavano pure di lui. era veramente così; un bonazzo da urlo; senza nulla togliere al secondo bono, che veramente anche se di anni ne sono passati, posso confermare che anche ora sono rimasti degli uomini d,effetto.( bonazzi stagionati) . con affetto esmeralda

I commenti sono chiusi.