I Quiz del Mattino: conosci gli chef e i ristoranti della Campania?

Letture: 143
Il presidente del Consorzio dei Pastai di Gragnano Giuseppe di Martino con alcuni grandi chef campani

Per alcuni è stata una grande stagione, una cosa è certa: questa estate ha girato bene per la Penisola Sorrentina soprattutto grazie agli stranieri. Ecco allora qualche domanda per farvi conoscere qualcosa dei vostro beniamini pubblicata ieri sul Mattino nella paguina quiz estiva che saluta l’estate.

1) Qual è l’unico ristorante campano che ha conquistato le Tre Stelle della Guida Michelin?
a) Il Quisi del Quisisana a Capri
b) Don Alfonso a Sant’Agata sui Due Golfi
c) Villa Cimbrone a Ravello
d) Il San Pietro di Positano

2) In quale locale sono stati presentati al pubblico gli scialatielli per la prima volta?
a) Antica Trattoria di Sorrento
b) Cantinella di Napoli
c) Caravella di Amalfi
d) Nonna Rosa a Vico Equense

3) Qual è il miglior cuoco campano per la Guida Ristoranti Espresso?
a) Antonino Cannavacciuolo
b) Gennaro Esposito
c) Nino Di Costanzo
d) Andrea Aprea

4) In quale di questi ristoranti è stata presentata per la prima volta la parmigiana di pesce-bandiera?
a) Torre del Saracino
b) Abraxas di Pozzuoli
c) Cicciotto a Napoli
d) Le Grottelle a Capri

5) Chi ha conquistato il titolo di Sommelier dell’Anno sulla Guida Espresso?
a) Gigi Casciello di Nonna Rosa a Vico Equense
b) Giulia Tavolaro di Capo La Gala a Vico Equense
c) Rosanna Marziale a Le Colonne di Caserta
d) Mariella Caputo di Taverna del Capitano a Nerano

6) Qual è stato il primo pizzaiolo segnalato dalla Michelin?
a) Ciro Salvo
b) Enzo Coccia
c) Gino Sorbillo
d) Alfredo Furgione

7) In quale locale è stata presentata per la prima volta la genovese di tonno?
a) Al Bikini di Vico Equense
b) Il Ghiottone di Policastro
c) Lido Azzurro di Amalfi
d) Al Convento di Cetara

8) Dove è andata ad agosto Marianna Vitale, cuoca a Sud a Quarto?
a) Da Michel Bras
c) Da Alain Ducasse
c) Da Mauro Uliassi
d) Da Petter Nillson

9) Qual è l’unica chiocciola di Osterie Slow Food a Napoli città?
a) Da Tonino
b) La Taverna dell’Arte
c) La Mattonella
d) La Chitarra

10) Chi ha lanciato la pastiera scomposta?
a) Paolo Gramaglia del President di Pompei
b) Raffaele Vitale di Casa del Nonno 13 a Mercato San Severino
c) Paolo Barrale del Marennà a Sorbo Serpico
d) Lino Scarallo di Palazzo Petrucci a Napoli

LE RISPOSTE
1-b
Il primo e sinora l’unico ristorante del Sud ad aver conquistato le Tre Stelle Michelin è il Don Alfonso a Sant’Agata sui Due Golfi.

2-c
Gli scialatielli nascono da una idea del professore Enrico Cosentino e furono testati e proposti per la prima volta alla Caravella di Amalfi da Franchino Dipino, fondatore del locale e papà di Antonio, attuale proprietario e cuoco.

3-a
Il miglior cuoco campano per la guida diretta da Enzo Vizzari è Antonino Cannavacciuolo chef e patròn di Villa Crespi a Orta San Giulio con 18,5/20. Gennaro Esposito ha 18 alla Torre del Saracino mentre Nino Di Costanzo 17,50 al Mosaico di Ischia

4-a
La parmigiana di pesce bandiera o pesce serra che dir si voglia è stata una intuizione di Gennaro Esposito, cuoco e patròn bistellato della Torre del Saracino a Vico Equense.

5-d
Mariella Caputo è stata la prima donna a conquistare il titolo di sommelier dell’anno nella guida diretta da Enzo Vizzari.

6-b
Enzo Coccia de La Notizia a via Caravaggio è stato il primo pizzaiolo italiano ad essere segnalato sulla Guida Michelin all’epoca diretta da Fausto Arrighi.

7-d
La genovese di tonno è una intuizione di Pasquale Torrente, patron del Convento di Cetara, paese della colatutra di alici dove è ancora operante l’ultima flotta della Campania specializzata nella pesca del tonno.

8-a
La brava e giovane cuoca di Sud Quarto, stella Michelin, dopo lo stage in Spagna lo scorso anno, ha trascorso agosto da Michel Bras, tre stelle Michelin a Laguiole, nella regione di Aubrac.

9-b
L’unica chiocciola cittadina di Osterie Slow Food curata da Marco Bolasco è La Taverna dell’Arte

10-d
L’idea della pastiera scomposta è venuta al cuoco napoletano Lino Scarallo che l’ha lanciata alla Maschera di Avellino, ora chiusa e che ancora la proposte nello stellato Palazzo Petrucci.