#IORESTOACASA, UNA RICETTA E UN VINO AL GIORNO 14: Pasta allo scarpariello e “Artus” di Mustilli

23/3/2020 1.4 MILA
Pasta allo scarpariello
Pasta allo scarpariello

di Adele Elisabetta Granieri

C’è chi leggerà il Decamerone e chi scriverà “Le mie prigioni”, noi abbiamo pensato di suggerirvi una ricetta e un vino al giorno, affinché la cucina, il buon cibo e il buon bere ci siano di conforto nel trascorrere qualche serata a casa. Le ricette saranno semplici, da realizzare con ingredienti facilmente reperibili andando a fare la spesa come previsto. Quanto al vino, saranno suggerimenti di massima, da sostituire con quello che avete già in casa, che trovate facendo la spesa ordinaria o che potete acquistare online.

Di tradizione napoletana, lo scarpariello era il piatto povero dei calzolai (O’Scarpar) di in una delle zone più popolari della città: i Quartieri Spagnoli. Ho abbinato “Artus” di Mustilli, un Piedirosso saporito e di carattere.

Ingredienti per 4 persone:
ricetta di Marco D’Amico

400 g di zit, mezzani, penne o spaghettoni
300 g. di filetto di pomodoro
1 spicchio di aglio
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale q.b.
Abbondanti foglie di basilico fresco
Formaggio grattugiato (sia parmigiano che pecorino)
Peperoncino

Pasta allo scarpariello
Pasta allo scarpariello

Procedimento:

Fate imbiondire in una padella lo spicchio di aglio in un fondo d’olio, aggiungete il pomodoro, un pò di basilico, un pizzico di sale e un pò di peperoncino e lasciate cuocere a fuoco lento per circa 15 minuti.
Nel frattempo lessate la pasta, avendo cura di scolarla quando mancano ancora 3/4 minuti di cottura (in modo da completarla nella padella con il sug e conservate un po’ d’acqua di cottura che servirà per risottare la pasta. Versate la pasta nel sugo ben caldo, con un mestolo di acqua di cottura e completate la preparazione con diverse manciate di parmigiano e pecorino grattugiato. Saltate il tutto per qualche istante sul fuoco lento finché il sugo non si amalgama bene alla pasta. Prima di servire aggiungere qualche fogliolina di basilico, peperoncino e un filo d’olio a crudo.

________

Vino
________
Piedirosso del Sannio Doc “Artus”, Mustilli: un Piedirosso affinato in cemento, dai profumi di geranio e mirtillo, con delicati richiami di cera d’api, ginepro e salvia e un tocco leggermente pepato. Un vino dal sorso vivace, succoso e saporito.

Artus di Mustilli
Artus di Mustilli

#Iorestoacasa 1 Pasta e Patate con Fiano di Avellino
#Iorestoacasa 2 -Ribollita e Chianti Istine
#Iorestoacasa 3 – Pizza in teglia e  Gragnano Ottouve
#Iorestoacasa 4 – Scammaro e Costa D’Amalfi rosato Tenuta San Francesco
#Iorestoacasa 5 –Polpo alla carbonara e “C” di Francesco Guccione
#Iorestoacasa 6 – Spaghetti con pomodoro grigliato e Colle Rotondella di Cantine Astroni
#Iorestoacasa 7 -Spaghettini con acqua di limone e provolone e Marenevedi Federico Graziani
#Iorestoacasa 8 -Pizza di scarole, Kai di Paraschos e zeppole di San Giuseppe
#Iorestoacasa 9 – Spaghetti alla Puveriello e Fiorfiore di Roccafiore
#Iorestoacasa 10 – Carciofi ripieni e Lambrusco Spumante MC Rose di Cantina della Volta
#Iorestoacasa 11 – Carciofi ripieni di brodo di pollo e Lambrusco Spumante MC Rosé di Cantina della Volta
#Iorestoacasa 12 –Pancotto broccoli e fagioli e Cerasuolo d’Abruzzo Baldovino di Tenuta I Fauri
#Iorestoacasa 13 –Brioscia col tuppo e Banana pancakes